In gloria di Rat-Man 114 : uno dei fumetti piu’ belli degli ultimi 150 anni

ratman114Io a Leo Ortolani lo conosco da una vita, lui ancora non lo sa ma noi ci conosciamo bene. Sono uno di quelli che lo ha cominciato a seguire dal minuto uno della sua carriera, perchè al minuto zero stavo giusto cercando parcheggio e allora mi ci è voluto il tempo di lasciare la car sullo spazio dei disabili per essere lì a fare il tifo per lui.
Posso dire con un certo malcelato orgoglio di essere tra quelli che possiede il numero 1 di Rat-Man Collection, e non l’ho comprato su ebay a un prezzo vergognosissimo, ma bensì in fumetteria a tempo debito, quando era uscito da, chessò, 5 minuti.
Io a Leo Ortolani gli ho anche stretto la mano ma lui non se lo ricorda. GIUSTAMENTE non se lo ricorda perchè eravamo all’inaugurazione di una fumetteria di Viareggio che ebbe un’aspettativa di vita pari a un gatto sull’Aurelia, e c’era diversa gente che gli stava intorno dicendogli (ancor più GIUSTAMENTE) che era bravo. Io ero lì che aspettavo un po’ defilato da una parte, ben aderente al muro. Mentre aspettavo lo guardavo, lo ascoltavo, e pensavo: «Và questo qui come si pettina» e non capivo, giuro, NON CAPIVO che razza di taglio gli avesse fatto il parrucchiere, intimamente, però, lo volevo anch’io.
Ma basta fregnacce, adesso vi racconto perchè mi è piaciuto tanto il numero 114 di Rat-Man Collection. ‘Gnamo và.

Continua a leggere

Pubblicato in Fumettazzi | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

DOOM 2016 : lo specialone in attesa del podcast coi Bit-elloni

Podcast_doomDichiarazione d’intenti: DOOM è, senza alcun margine di errore, un videogioco fatto da metallari fulminati con l’esoterismo e Dangeons & Dragons. DOOM è, senza ombra di dubbio, un videogioco destinato a un giocatore che, anche se non lo mostra esplicitamente, porta dentro di sé un piccolo fanciullino rigorosamente metallaro e anche un po’ esoterico.
Per apprezzare per bene DOOM dovete per forza amare il metallo. Per gustarlo a fondo, in gioventù dovete aver crocifisso almeno una lucertola nel campo accanto casa. Per divertirvi quanto si sono divertiti i suoi creatori a programmarlo dovete aver fatto almeno una campagna a D&D passando da un portale dimensionale.
Se non avete il metallo, l’esoterismo, e il Dangeons & Dragons dentro di voi, DOOM vi sembrerà solo un giochino splatter sovrannaturale con un’interessante, seppure ormai datato, concetto di fondo. Tipo come se io mi mettessi a giocare a FIFA, ma senza la parte dello splatter sovrannaturale.
John Carmack mi ha telefonato ieri e mi ha detto di dirvi che se il metallo non vi scorre nelle vene il suo gioco non rende. John Romero mi ha twittato che se non vi siete mai intrigati con i rituali degli antichi celti, non apprezzerete mai le sue scelte di design. Adrian Carmack mi ha lasciato un biglietto sotto il tergicristallo in cui diceva che se non avete mai tentato di ammazzare un drago a D&D, avete poco da divertirvi. Tom Hall non mi ha detto niente, ché a lui DOOM gli è piaciuto il giusto, e questo mese è uscito il quarto capitolo.
Spot!

Continua a leggere

Pubblicato in Le cose che non sapevi, Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Estirpare la piaga dei film brutti : Wargames 2 Il Codice Della Paura

wargames2Dunque, chiariamoci, ritengo che “WarGames – Giochi di Guerra” sia il film secchione per eccellenza. Pochi film sono riusciti a ritrarre l’immagine del nerd anni ’80 come ha fatto lui, e altrettanti pochi ci hanno insegnato cosa si poteva fare con un computer in quei tempi dove quasi nessuno ne aveva uno in casa.
Ora tu, lettore, potresti pensare: « Ehi amico, ma questo non è l’originale! Questo ha un titolo con un numero davanti e un suffisso diverso, WarGames 2 Il Codice Della Paura !»
Ecco, prima di tutto io non sono tuo amico. In secondo luogo, sì, è un sequel. È un dannato sequel uscito direttamente in DVD nel 2008. Infine, se ti stai chiedendo perchè sono nervoso, è perchè ho appena preso coscienza che mi piace il dolore. Oh, sì. Che bella questa dolce sofferenza. Perché WarGames 2 Il Codice Della Paura fa male. Tanto male. E forse faresti meglio a tenertici alla larga altrimenti potrebbe ridurti come me.
Sigla.

Continua a leggere

Pubblicato in Film videogiocosi, Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Tutto e’ fatidico all’ombra della torre : di Viareggio, di Boris, e di tutti gli artisti di strada bistrattati nei multiversi possibili

King5

Buonasera, adesso vi racconto una storia

DISCLAIMER: LA PRIMA PARTE DI QUESTO ARTICOLO È UNA STORIA DI FANTASIA, TOTALMENTE INVENTATA DAL SUO AUTORE

Introduzione

Passeggiata di Riovaggio, 20 Km da Castle Rock, Aprile 2016.
Un vecchio senzatetto col vizio di alzare un po’ troppo il gomito, Boris Egorov, si sta facendo riprendere da un giovane cineasta mentre fa le bolle di sapone. È il protagonista di un corto dedicato alla sua vita che si andrà ad inanellare con altri corti episodici dedicati a personaggi che vivono ai margini, reietti dalla società o autoesclusi che dir si voglia.
Il giovane cineasta è Victor Musetti, un mestierante con poca esperienza ma tante capacità e voglia di mettersi in gioco. I due sono lì perché servono delle buone scene in cui Boris mostri agli spettatori il luogo dove lavora e come si guadagna da vivere, ma purtroppo la giornata non è delle migliori e il cielo plumbeo filtra una luce non certo ottimale. Continua a leggere

Pubblicato in Real Life | Contrassegnato , , , , , , | 10 commenti

Roba da Intenditori : Super Science Friends in italiano

Rubrica occasionale di video pescati sul tubo per pubblicizzare le iniziative ganze, farvi godere un futuro classico dell’animazione, rendere onore ai grandi della scienza.


Continua a leggere

Pubblicato in Cartoonacci, Roba da intenditori | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Orgoglio e Pregiudizio e Atari e ReLOAD: [Podcast] Il Regno di James Morgan (1983-1984)

I Cugini Del Terribile Podcast e02/4 s01 – Il regno di James Morgan

 

Puntata riciclata dedicata alla storia di Atari e alla presidenza inutile di James Morgan.
Conducono Simone Guidi ed Emiliano Buttarelli. Ospite in studio Gianluca Santilio, youtuber del canale L’ARCHIVIO DEL SIG. SANTILIO. Continua a leggere

Pubblicato in Podcast, Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Orgoglio e Pregiudizio e Atari ReLOAD : Il regno di James Morgan (1983 – 1984)

James MorganE dunque siamo di nuovo qui, a spulciare la storia di Atari.
L’inizio del 1983 vedeva El Ray caduto malamente, scivolato su una buccia di insider trading, e l’azienda da lui diretta fondamentalmente allo sbando. In Luglio Kassar venne CALDAMENTE consigliato a rassegnare le dimissioni e il suo successore fu velocemente identificato in James Morgan, vice presidente della Philip Morris fin dal 1978. Sì, avete capito bene, QUELLA Philip Morris delle sigarette. Ma perchè si decise di rimpiazzare un presidente che vendeva calzini con un altro che vendeva fumo?
Non si sa di preciso, in Atari, come sapete, succedevano cose strane.

355

Uuuh quante cose strane succedevano…

Continua a leggere

Pubblicato in Podcast, Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Orgoglio e Pregiudizio e Atari : [Podcast] Il Regno di Jack Tramiel (1984-1996)

I Cugini Del Terribile Podcast e02/3 s01 – Il regno di Jack Tramiel

 

Puntata dedicata alla storia di Atari e alla presidenza di Jack Tramiel.
Conducono Simone Guidi ed Emiliano Buttarelli. Ospite in studio Gianluca Santilio, youtuber del canale L’ARCHIVIO DEL SIG. SANTILIO. Continua a leggere

Pubblicato in Podcast, Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Orgoglio e Pregiudizio e Atari : Il regno di Jack Tramiel (1984 – 1996)

jacktramielDunque, vi ricordate dove eravamo rimasti? Atari aveva creato il boom dei videogiochi ed era morta nell’implosione di quel mercato. Ray Kassar era stato defenestrato e al suo posto era arrivato un venditore di fumo (nel vero senso della parola). I licenziamenti selvaggi iniziarono nel 1983, e da un picco di 10.000 dipendenti nel dicembre 1982, si passò a soli 200 nel luglio del 1984. Mese quello, a parere di molti, caldissimo, anzi, per Atari fu un vero inferno. Fu il mese in cui Jack Tramiel, presidente dimissionario da Commodore, acquistò un’Atari in svendita totale da Warner Communications, offrendo il corrispettivo di una cambiale e una canzone suonata col banjo e cantata davanti al consiglio di amministrazione. Quello che si può dire sulla controversa figura di Tramiel si riassume in un post che Chris Crawford, programmatore di Eastern Front 1941, appese nella bacheca aziendale pochi mesi prima dell’arrivo di Re Jack. Rendendosi conto che Commodore era stata la causa principale di tutti i mali della divisione home computer, scrisse: «La buona notizia è che Jack Tramiel ha lasciato Commodore. La cattiva notizia è che sta venendo qui!». Non sapeva quanto aveva ragione. Due mesi dopo venne licenziato anche lui.

chris crawford working on eastern front 1941

Chris Crawford programmatore burlone ma disoccupato

Continua a leggere

Pubblicato in Podcast, Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Masters Of Doom : ovvero come due ragazzi hanno creato un impero e trasformato la cultura pop

mastersofdoom«Io non sono pazzo, mia madre mi ha fatto controllare!» Lo disse il dottor Sheldon Cooper in non so quale puntata di The Big Bang Theory, durante una delle prime stagioni, quando la serie era ancora una cosa nerd figa che la capivano in due, e non quella commediola degli equivoci american-popolare che piace a tutti adesso.
«Io non sono pazzo, mia madre mi ha fatto controllare!» era l’esclamazione perfetta per quelli che, come Sheldon, si trovavano a manifestare gusti, opinioni, e atteggiamenti diametralmente opposti a quelli comunemente presi a riferimento, e quindi dovevano, loro malgrado, difendersi dal pubblico ludibrio di coloro che, magari giusto l’anno successivo, avrebbero abbracciato con fierezza quegli stessi gusti, opinioni, e atteggiamenti.
«Io non sono pazzo, mia madre mi ha fatto controllare!» era quindi la frase che tu, caro lettore giovane negli anni ’90, avresti potuto pronunciare quando godevi nel fare tante cose tra le quali c’era sicuramente leggere Dylan Dog e giocare a DOOM. Sul primo credo di aver già detto tante cose, sul secondo mi sono documentato leggendo questo “Masters Of Doom”, fondamentalmente un libro scritto da David Kushner su come un pugno di ragazzi nerd con un debole per Dungeons and Dragons e i Metallica abbiano creato un impero e trasformato la cultura pop.

tumblr_nii940hJUz1twf5uzo1_500

Roba forte

Continua a leggere

Pubblicato in Libricini, Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti