Il bignami del bignami : Guns n’ Roses – tutta la storia! A FUMETTI!

guns-nroses-fumettoNon siete soli. Anch’io mi sono ritrovato a chiedermi se i Guns N’ Roses potrebbero avere ancora benzina nel serbatoio, consegnandoci un album nuovo di pacca come conseguenza del tour di reunion che stanno attualmente portando avanti. Lo so, con Axl, Slash, e Duff, il disastro potenzialmente incombe dietro a ogni curva. Del resto noi fan abbiamo passato 20 anni di inferno da quando Slash ha abbandonato la nave con il bassista a seguire, nel 1997, lasciando Axl Rose a portare avanti quello che ormai era diventato solo un brand e non una band. Non è raro, quindi, vedere la parola “catastrofe” associata a un gruppo come i Guns N’ Roses, ma io voglio comunque continuare a crederci, fortissimamente crederci, per questo mi sono studiato le basi per non farmi trovare mai impreparato. Cosa c’è di meglio di un bel bignami a fumetti sulla storia dei GNR per colmare le lacune e passare gli esami?

manager1 Continua a leggere

Pubblicato in Fumettazzi, Musik | Contrassegnato , , , , , , , | 3 commenti

STRANGER THINGS: [Podcast] Tu giri adesso con le tette al vento, io ci giravo gia’ 30 anni fa

I Cugini Del Terribile Podcast STRANGER THINGS


I Cugini Del Terribile e Paolo Di Grande soppesano la pericolosità del Demogorgone e il fenomeno dell’estate: la serie televisiva STRANGER THINGS.
Conducono Simone Guidi ed Emiliano Buttarelli. Ospite in studio Paolo Di Grande, redattore di THE RETROGAMES MACHINE.
Opinionista ufficiale del podcast: Gabriele Ferri alias Alberto Sordi.
Continua a leggere

Pubblicato in By television, Podcast | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Stranger Things : tu giri adesso con le tette al vento, io ci giravo gia’ trent’anni fa

stranger things posterUn conto è impostare una serie televisiva negli anni ’80; tutt’altra cosa, però, è convincere lo spettatore che sia veramente ambientata nell’era di Reagan e del cubo di Rubik.
Stranger Things, la nuova serie Netflix dei fratelli Duffer, è così piena di nostalgia e dei prodotti pop-culturali di quel decennio che dopo averla vista viene voglia di comprarsi le Nike Bruin, ma è anche straordinariamente rigorosa nel curare i dettagli, sia che si tratti di spunti musicali dall’intonazione perfetta, sia che si tratti di inquadrature chiaramente ispirate ai must-see degli eighty, o più semplicemente facendoci riconoscere lo stesso tipo di jeans che indossava mamma.
Se dopo queste tre cose che vi ho detto il vostro cuore ha avuto un sussulto e involontariamente avete pensato al caldo tempore di una videoteca con tutti quei magnifici VHS in bella vista, se adesso vi sentite come a cinque minuti dal suono della campanella l’ultimo giorno di scuola, se vi piacerebbe che tutti i vostri problemi si potessero ancora risolvere sostituendo una candela, beh, diavolo, ho il vago sospetto che amerete questa serie.

tumblr_mywup7D4QF1qde07io1_500 Continua a leggere

Pubblicato in By television | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

I Cugini Del Terribile e1 s2 TEASER – Mario e il Sottosopra


Il Demogorgone è stanco dei vostri sciocchi bisticci. Avanza verso di voi: BUM! E vi porta un podcast nuovo di zecca direttamente da quella cittadina nell’Indiana che abbiamo imparato a conoscere in questi ultimi due mesi.
Stranger Things è stata la serie TV rivelazione dell’estate. È piaciuta a te, è piaciuta a me, è piaciuta a tutti. Anche ai Cugini Del Terribile è piaciuta e non potevano astenersi dal dire la loro a riguardo, anche perchè quando trovano qualcosa che gli piace i cugini cominciano a parlare di loro stessi in terza persona, e la cosa potrebbe risultare irriverente verso quelli che la terza persona se la meritano per davvero. Unico modo per smetterla è, appunto, parlarne. Continua a leggere

Pubblicato in By television, Podcast | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Super 8 : Ti amo Steven. Pidissequamente tuo. J.J.Abrams

Super 8_01Sono stato un fanatico di LOST, almeno per le prime due stagioni ci ho creduto fortissimamente. Dalla terza stagione in poi ho cominciato a passare le mie notti cercando di convincermi che quel dato episodio, così piatto e inutile, doveva sicuramente avere un qualche grande significato che a me, apparentemente, sfuggiva. Quando si ha un cuore fedele si deve essere disposti a ignorare le sbavature che la mente senziente non perdona. Mi dicevo: a volte è necessario guardare le cose nella loro interezza per poter giudicare un disegno più ampio. A volte è necessaria la negazione per giungere al perdono.
Una serie televisiva a lungo corso, però, è come una squadra di calcio. Si può incorrere nell’ira dei fan per scarso rendimento o per un debole episodio di una notte, e poi farli tutti felici con una vittoria travolgente del campionato a fine serie.
Un film è diverso. Un film è un affare da un solo, unico colpo. Sì, è vero, in entrambi i casi bisogna farcela con le proprie forze o per merito, altrimenti si fallisce. Ma con un film non ci possono essere momenti di stanca, alterne fasi esaltanti o crisi creative. Un film deve funzionare, in qualsiasi modo possibile ma lo deve fare, e in un arco di tempo ristretto, concentrato. Un film deve essere come un pugno dato bene e per primo.
L’unica grande variabile comune nelle equazioni accennate sopra è, naturalmente, l’aspettativa. Quanto più ci aspettiamo dalla nostra squadra o regista preferito, quanto più duramente giudichiamo eventuali imperfezioni o difetti soggettivi, e più personalmente prendiamo male la delusione. A me Super 8 era piaciuto tanto, ma proprio tanto-tanto, aveva fatto un gran gol nel mio cuore, poi ho visto Stranger Things.

Continua a leggere

Pubblicato in Al cinema | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

La Torre Nera – L’ultimo Cavaliere : Tutto quello che volevi sapere sul primo libro e sul film che ne verra’ tratto

la torre nera l'ultimo cavaliereDel senno di poi son piene le fosse. Sono arrivato alla saga de La Torre Nera facendo come hanno fatto il 90% degli estimatori della serie: leggendo il secondo volume, La Chiamata Dei Tre, e rimanendone immediatamente incatenato.
È anche vero che ho letto i libri de La Torre Nera quando ero in preda alla mia giovanile e selvaggia dipendenza Kinghiana. Avevo letto un sacco di roba dello Zio King e non potevo permettermi di farmi mancare proprio quella.
Capitemi corridori, a quei tempi sapevo esattamente quello che volevo da Stephen King. Volevo l’orrore. Volevo la fantascienza. Volevo le stranezze oscure che si annidano nei cuori della gente comune. Lui me ne dava sempre in abbondanza e Il ciclo della Torre sembrava perfetto per lo scopo.
L’ultimo Cavaliere era parte di una storia più lunga in corso di esecuzione, di più, ne era l’origine, e allora eccomi lì che lo leggevo incuriosito rimanendone puntualmente deluso. «Va bene», dissi, «Mimportasega. Non tutti i libri escono col buco». Ma non ero l’unico a pensarla così. Sembrava proprio che quel primo libro non fosse tra i più popolari dello Zio. Vatti a immaginare che dopo 35 anni ne avrebbero fatto un film e adesso mi tocca rileggermelo. A noi due Zio, torniamo nelle polverose Waste Lands. Dammi tutto il tuo ammore.

Continua a leggere

Pubblicato in Al cinema, Libricini | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Roba Da Intenditori : L’unico e solo Ghostbusters 3

Rubrica occasionale di video pescati sul tubo per rinfrescarvi la memoria sullo spirito di un grande franchise, smadonnare sulle buone occasioni perse per farne un terzo film decente, farvi affogare nella vostra diarrea quando vedrete il nuovo reboot al cinema.


Continua a leggere

Pubblicato in Al cinema, Roba da intenditori | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Sono un bagnino dentro: il podcast dei Bit-elloni su DEFENDER

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Carissimi corridori, lo specialissimo blog sul quale state navigando è ansioso di presentarvi la sua ultima novità del mese: LE FERIE ESTIVE!
Ebbene sì, penso di meritarmele, dopo aver recensito filmacci vecchi e nuovi, dopo aver fatto podcast di retrogaming e novità videoludiche, dopo avervi reso partecipi delle cose che penso e delle quali (giustamente) a voi non frega assolutamente un cazzo, vado in ferie.
Godetevi l’estate se potete, ci rileggiamo a fine mese, forse anche prima se mi gira bene. Si riparte più freschi e tonici che mai.
Ma ora, prima di staccare la spina, il vostro bagnino del retrogaming e i Bit-elloni vi regalano un podcast su DEFENDER.

Continua a leggere

Pubblicato in Le cose che non sapevi, Podcast, Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , | 2 commenti

Mi si e’ spezzato il cuore 5 minuti ripensando a DEFENDER : tutto quello che non sapevi

defenderNegli anni ottanta ho passato tanto tempo in sala giochi, sapete? Non fu facile per me, ma soprattutto non fu facile per LORO. Loro che mi vedevano uscire di casa per infilarmi lì dentro parecchie ore al giorno, di quasi tutti i giorni delle settimane dei mesi degli anni della mia gioventù. Loro che non riuscivano a capire cosa ci fosse di così attraente nell’inseguire accozzaglie di pixels colorati con tanta determinazione. Loro che il fumo se lo compravano da un’altra parte e non avevano bisogno di andare in sala giochi, appunto.
Poi quell’epoca passò e io e i videogiochi dovemmo separarci. Non fu colpa di nessuno, ero io che non ricambiavo più. Fu un divorzio che scaturì dopo una lunghissima separazione in casa e senza rimpianti.
Alla fine degli anni novanta, già con un piede dentro ai duemila, mi rivenne voglia di giocare ma la china che stava prendendo la mia vita non mi piaceva, in quel momento a furia di vivere qua e là per il mondo e dopo vari traslochi avevo pochissimi amici che giocavano ai videogiochi, di questi pochi chi lo faceva giocava comunque a roba che non mi piaceva. Erano tempi duri, non era come oggi che tutti si affannano a dire che videogiocano a qualcosa anche se magari non è vero. Trovare amici che giocassero ai videogiochi era difficile, trovare amici che giocassero a videogiochi BELLI, un’utopia. Su quest’argomento rimuginavo in scooter giusto l’altro giorno, facendomi un sacco di paranoie che iniziavano e finivano nella mia testa. Poi mi chiama uno dei BIT-ELLONI e mi dice se voglio fare un podcast su DEFENDER, e allora…Sigla!

Continua a leggere

Pubblicato in Le cose che non sapevi, Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Gli otto euro peggio spesi della tua vita : Ghostbusters 2016 e la rece senza spoiler

Ghostbusters 2016Sono cresciuto in un quartiere di periferia negli anni ’80. Sono sopravvissuto a un quartiere di periferia negli anni ’80. A quel tempo ero un adolescente in mezzo a una marea di adolescenti e come tale mi divertivo con poco. Nel mio quartire c’erano dei personaggi caratteristici come in ogni altro quartiere popolato da adolescenti in tutto il resto d’Italia. C’era quello che parlava coi rutti ed era arrivato alla celebrità cantando tre volte di fila il ritornello di “You spin me round” dei Dead or Alive con un solo, unico rutto. C’era poi quello che vomitava a comando e venne consacrato a icona quando al fast food riempì di vomito un bicchierone di milk shake e riuscì a farlo bere ad un ignaro amico. C’era infine quello che scorreggiava sempre ed era puzzolentissimo, che quando gli tiravi il dito lui le faceva e dopo la gente scappava ridendo e disperandosi allo stesso momento. Ecco. Ghostbusters 2016 è un film fatto per gli adolescenti che si divertono a scorreggiare, vomitare, e ruttare perchè la trovano una cosa buffissima da fare. Sappiatelo. Tutti gli altri sono pregati di tenersi alla larga dal cinema.
Sigla.

Continua a leggere

Pubblicato in Al cinema | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti