All’inferno e ritorno: Il tuo ATARI 800XL risorge dal cimitero degli 8bit

Ciro è morto, ai lati delle stradeee

E allora Ciro è passato oltre, ti guarda dall’alto del paradiso degli 8bit. Ci sei rimasto male, dì la verità. Lì per lì ti lasci travolgere dal melodramma e d’improvviso Mario Merola, con il tuo Atari 800XL stretto tra le braccia, ti si materializza davanti strillando frasi senza senso che non capiresti COMUNQUE dato che non parli il napoletano. Hai un breve capogiro, ma poi ti riprendi.
Ciro! Ma come?
Ecco appunto. “COME?” Spingi da parte Merola e ti aggrappi a quel residuo filo di logica che ti rimane. Finalmente realizzi che l’Atari è spento, non c’è corrente.
L’ALIMENTATORE! pensi; la cosa che ha il 99,9% di probabilità di guastarsi in un computer.
Ti violenti e obblighi te stesso a chiedere in prestito un tester delle guerre puniche al tuo adorato cognatino. Usandolo ti accorgi che la tesi è giusta. In uscita l’alimentatore dovrebbe dare 5 Volt, ne trovi solo 0,7.
E ora che fare?

Quello che facciamo tutte le sere, caro mio: TENTARE DI CONQUISTARE IL MONDO

Quello che facciamo tutte le sere, caro mio: TENTARE DI CONQUISTARE IL MONDO

I casi sono due. A) Speri che sia bruciato soltanto il fusibile interno in modo da sostituirlo. B) Ti getti su ebay per cercare un altro alimentatore identico.
Provi entrambe le strade. Ciro ha bisogno di un trapianto di alimentatore e tu non vuoi tirarti indietro dopo aver fatto così tanto per lui.
MAREMMA FUSA! Il fusibile è intatto, e maledici il Dio dei fusibili inutili fino alla quarta generazione. Esplori Ebay ma ti accorgi quasi subito che l’oggetto del desiderio è più raro di un pancreas da un donatore AB negativo.
Non resta che percorrere l’ultima strada, quella più rischiosa e dispendiosa in termini di tempo: provare un’operazione a cuore aperto sull’alimentatore sostituendo il circuito bruciato, ovviamente sempre sperando che non sia kaputt l’avvolgimento della bobina.
Conviene farlo? NO.
Tanto vale comprare un alimentatore universale e adattarlo al tuo scopo.
A quel punto la cosa ti sfugge di mano ed entrano in gioco le strane coincidenze del destino beffardo. Al Lucca Comics & Games incontri il tuo amico, che per meriti sopraggiunti definirai come IL PICCOLO GRANDE MAGO DEI VIDEOGAMES.
Gli esponi il tuo problema durante la fila per entrare nello stand della PANINI COMICS e lui si offre SPONTANEAMENTE ( cioè, non l’hai costretto ) di adattarti l’alimentatore con l’ausilio di una pinza e di un buon saldatore.

Il piccolo grande mago dei videogames mentre ti dice, con nonchalance, che ti aggiusterá l’alimentatore

A quel punto la situazione è chiara:

E cosí alla fine ti sei ritrovato a casa del piccolo grande mago dei videogames, durante una serata buia e tempestosa con tanto di allerta meteo regionale diramata dalla protezione civile. Una volta disegnato il pentacolo e accese le candele nere, hai pronunciato la formula del rituale per tre volte:

Ph’nglui mglw’nafh Cthulhu R’lyeh wgah’nagl fhtagn
Ph’nglui mglw’nafh Cthulhu R’lyeh wgah’nagl fhtagn
Ph’nglui mglw’nafh Cthulhu R’lyeh wgah’nagl fhtagn

E inserita la spina nella presa, l’occhio rosso di Ciro si è acceso…DI NUOVO.

tumblr_nbqn5j9bjw1s2wio8o3_500

Still alive

Il rituale aveva funzionato, ma non senza qualche conseguenza. Farsi riconoscere da Ciro è stato estremamente difficile, e quando ti ha afferrato per gettarti in un abisso di dolore sei riuscito a salvarti solo spacciandoti per la nipote di Mubarak e convincendolo, grazie alle tue televisioni, che era tutto un complotto della magistratura comunista.

Il cerchio della vita

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *