Uomini che odiano i pedoni: Carmageddon II a fumetti e col joystick

tumblr_mp9qaq7uIG1qd4q8ao1_500Ieri notte mi assale il profano bisogno di travolgere qualcuno, e tornando indietro agli antichi fasti del fancazzismo intriso di inconscenza nel quale sguazzavo non più di una quindicina d’anni fa, a cos’altro potevo pensare se non a CARMAGEDDON II: Carpocalypse Now?
Ricordo che lo avevo su un CD-ROM reso inutilizzabile dal passaggio a Windows XP, ma adesso i tempi sono cambiati; i pirati si danno da fare e di conseguenza la grande rete offre millemila opportunità di tornare nuovamente a perpetrare massacri.
Allora mi ci metto di buzzo buono e comincio a cercare. Tempo 5 minuti…Et Voilà…Mio iddio, quasi non ci credo. Così tanti pedoni e così poco tempo. Ma prima di iniziare la mia avventura nel buio, tetro mondo della mietitura cristiani e dell’auto demolizione, devo avvertirvi che mi sono divertito tanto-tanto e questo articolo include descrizioni cruente e scene di morti brutte, quindi, per favore, se non ve la sentite di procedere andate pure a farvi un giro su youporn che tra un po’ vi raggiungo.

zombie-pin-up-1_1512576i

L’idea dietro a Carmageddon 2 era semplice e inquietante allo stesso tempo: con una macchina potente, la Eagle, si cercava di trionfare in una gara automobilistica che però non era propriamente come tutte le altre.
C’erano tre modi diversi per vincere:

1) Si girava il circuito passando attraverso tutti i punti di controllo (era il modo più loffio per sbrigare la pratica).
2) Si distruggeva tutti i veicoli avversari (era il modo più semplice e divertente).
3) Si stirava ogni singolo pedone della città (anche se non sembrava, era il modo più difficile perchè i pedoni erano parecchi e tutti sparsi in giro).

Secondo voi qual’era la soluzione più praticata da noi Ggiovani? La 1, la 2, o la 3? Esatto! Avete indovinato. Proprio quella!

Carmageddon

3

Ora capirete che per un giovane virgulto di questa nazione, aggirarsi per un centro urbano spalmando qualsiasi creatura deambulante fosse una prospettiva molto piacevole, e per quei tempi inedita.
Mai prima di allora si era visto un gioco simile, con una tale carica di ultraviolenza intrinseca trasudante da ogni singolo pixel sanguinolento, e infatti venne letteralmente preso d’assalto dai videomaniaci, diventando un vero e proprio fenomeno di culto e arrivando ad essere tanto popolare da meritarsi numerosi articoli scandalizzati sui giornali e un acceso dibattito parlamentare. Ed era uno di quei dibattiti parlamentari tipo quelli che si erano già svolti vent’anni prima, quando sugli schermi televisivi era apparso quel “violentissimo” cartone animato che era GOLDRAKE, per intenderci.

La giornata era migliore sapendo che c’erano diversi modi per sterminare i pedoni. Cioè, per la maggior parte dei casi gli si doveva passare sopra, e va bene, ma durante la partita il giocatore poteva raccogliere dei bonus che implementavano nuovi atroci modi di imporre il capolinea fisico su questa terra, tipo scariche elettriche, oppure, la mia preferita, la mollona in stile cartoon Warner che spuntava fuori dalla carrozzeria della macchina e investiva il pedone sparandolo in aria lontanissimo, facendolo ricadere al suolo sfracellandosi.

C2_pedRep

Una splendida giornata

Il paradosso di tutto questo clamore mediatico era che già a quel tempo (il 1999) GTA 1 e 2 erano disponibili sul mercato, e da lì a pochi anni sarebbero arrivati i millemila sequel. Ok sì, Carmageddon è ESTREMAMENTE più cruento, siamo d’accordo, ma come tutte le cose che la vita ci offre, sta a noi decidere che uso farne, se buono o cattivo, ad esempio io ero uno di quelli che in GTA 4 le baldracche le pagava sempre e non le prendeva mai a sprangate, eppure avevo giocato a Carmageddon! Come la mettiamo con ‘sto fatto?

Comunque, a parte le alte riflessioni, proprio in conseguenza di quest’onda lunga di scandalo, Carmageddon venne censurato in diversi paesi europei. In Inghilterra venne distribuita una versione con degli zombie dal sangue verde al posto dei pedoni, e in Germania ne uscì un’altra con robot antropomorfi al posto delle care vittime sacrificali.

A proposito, volete sapere come giocare ancora Carmageddon sul vostro PC con Win7? Bene corridori, seguite le istruzioni di questo video. Sì, va bene, free Mandela, free Valpreda, ma anche FREE DOWNLOAD.

IL GRANDE SPESSORE ARTISTICO

La storia che stava dietro al gioco era inesistente, e sinceramente nessuno ne sentì il bisogno. C’era questo gruppo di corridori, in enormi veicoli atti a portare morte e distruzione, che un giorno decideva di gareggiare per le aree urbane, su delle portaerei, dentro agli aeroporti, intorno alle piramidi, perché…Perché sì. Perché si divertivano e volevano arrivare primi. Capirete che con un presupposto del genere, qualsiasi parvenza di trama perdeva senso, e quindi destò parecchia curiosità la comparsa, nei primi anni del 2000, di un fumetto non ufficiale che cercava di spiegare l’inspiegabile, e trovare un senso a quello che un senso non ce l’ha (e domani arriverà lo stesso).
Nelle 16 pagine conosciute di questa edizione e tutte leggibili QUI, si raccontava un delirio riguardo a una cittadina di nome Happydale, dove la gente se ne andava in giro felice, mano nella mano nei prati, però assoggettata alla tirannia di un crudele e spietato presidente. Di punto in bianco piovevano in città i nostri psicotici corridori e cominciavano a seminare morte e distruzione.

01_page_02

I concorrenti di Carmageddon sono gentaccia brutta che usa anche le Ddroghe,  e spappolano qualsiasi cosa senza bisogno di un motivo valido.

01_page_03Il presidente non la prende bene e manda contro i cattivoni il suo best man, ovvero IL NINJA. Però, mentre esce di piscina si scoccia un pochetto e non ha più tanta voglia di aspettare, ché è già in ritardo per l’orgia serale, bisogna capirlo, così invece di schiacciare il tasto dei troioni, preme quello dell’attacco nucleare e distrugge l’intera città.

01_page_04In conseguenza dell’esplosione, ecco che si assite alla nascita di Max Damage, il protagonista principale del videogioco.

a8 Ma non è tutto, più avanti ci sarà spazio anche per una siNpatica gag dedicata al portatile di casa Nintendo. I soldati incaricati del recupero dei superstiti sembrano più interessati a giocare piuttosto che a salvare vite.

a9 Vi risparmio gran parte della fuffa e vi dico che l’ultima tavola conosciuta è dedicata al confronto tra Max e il Ninja, quest’ultimo redivivo e trasformato in un cyborg incredibilmente stupido che si fa mettere nel sacco con un trucchetto degno di Jena Pleenken a Bangkok.

b16Quest’anno, l’anno di grazia 2014, è stato rilanciato il franchising con la pubblicazione del gioco Carmageddon Reincarnation (una cosa Beta senza un reale spessore, per la verità) e la casa editrice Douglas Hamster Comics sta riproponendo in via ufficiale storie ispirate a Carmageddon. Le potete leggere QUI.
Sono storie velocissime, praticamente nulle, dove gli sceneggiatori (ma servivano veramente?) trovano il pretesto per mostrare scene gore oltre ogni logica comprensione.

Carma_ep3_Legs_apart_2

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *