Category: Al cinema

3

Nato pronto per sconfiggere Lo Pan : Grosso Guaio A Chinatown

Chi mi conosce, lo sa. Se avessi un centesimo per ogni volta che ho pensato ai grandi eroi action degli anni ’80, adesso almeno un atollo personale me lo potrei permettere. Quindi, fidatevi di me che sono sempre sul pezzo quando vi dico che uno dei più grandi eroi d’azione mai concepiti nella storia del cinema è Jack Burton. Chi? Avete capito bene. Ho detto JACK BURTON! Interpretato da Kurt Russell nella sua quarta collaborazione con il maestro John Carpenter, Grosso Guaio A Chinatown, Jack Burton è stata solo la naturale evoluzione di un eroe Old West come John Wayne...

4

Natale di menare: i film d’azione che non sapevi fossero di Natale

Natale sta arrivando. Il Natale è praticamente già qui. Mancano 4 giorni. Bene. Siete quasi arrivati, vedete il traguardo ma… Se siete stanchi di lottare ogni anno con le unghie e con i denti per guadagnarvi l’agognato gran galà religioso. Se questo clima di buonismo melenso e consumismo galoppante vi ha nauseato, beh, siete arrivati nel posto giusto. Se veramente il Natale vi ha abbondato e avete le palle per reagire; frequentatori del blogghino, qui ho preparato una lista per voi!Io, Simone Guidi, ora su Chi Non Corre È Perduto, per controbilanciare vi offro violenza insensata, esplosioni, e mostri grossi...

0

Il Mio Nemico : quando un pilota spaziale incontra un alieno lucertola ermafrodito, il pilota spaziale diventa padre

Uno dei più cazzuti piloti spaziali dell’alleanza terrestre si schianta su un remoto mondo vulcanico con il suo nemico giurato, un alieno-lucertola di nome Jerry. Insieme mettono da parte il loro odio e uniscono le forze per sopravvivere a una serie di aspre avversità, tra cui le stagioni rigide, i demoni tentacolo sotterranei, inaspettate gravidanze maschili e crescita incontrollabile della barba. In pratica come Tom Hanks in Castaway ma in compagnia di un jeko che sa usare la pistola. I vantaggi? Ti insegna la sopravvivenza in un angusto spazio vitale e a fermare uno sciame di meteoriti infuocati costruendo una...

2

L’aquila d’acciaio : Make America great again

Tre anni dopo il cinema di elicotteri, nel 1986 è stato l’anno in cui il cinema di aeroplani è esploso con il fragore assordante di un bang sonico. L’Aquila D’Acciaio esce nei cinema USA a gennaio e spiana la strada al successo che riscuoterá Top Gun pochi mesi dopo. Ai tempi non vidi questo film in sala, lo devo aver incrociato anni dopo durante qualche pigro sabato pomeriggio su Italia 1 ma, ve lo dico in confidenza amici corridori, non si è mai guadagnato la mia completa attenzione. Capirete, quindi, che nel 2018 non mi ricordavo neanche più che esistesse....

0

The magicians Star Wars: La recensione senza spoiler di Animali Fantastici – I Crimini Di Grindelwald

Due anni fa, J.K. Rowling ci presentò la sua personale idea di un mondo magico popolato da maghi e affollato da una marea di animali ganzi e incantati. Era il 2016 quando Animali Fantastici E Dove Trovarli uscì al cinema, e il prequel di Harry Potter venne proiettato alla vigilia delle elezioni presidenziali americane sembrando quasi una profezia sul futuro delle nostre vite: da una parte un’avventura stravagante con tante bestie strane e su chi le insegue per un qualche motivo, dall’altro una versione favola della nascita del fascismo e di come provare a fermare il suo leader. Adesso, alla...

0

Comics bagnato, Comics fortunato: Lucca Comics & Games 2018

Lo so che ve lo siete sempre chiesti. È una di quelle domande ricorrenti che spesso si presentano nel corso della vita: come deve essere un buon Lucca Comics? Bello? Divertente? Ma anche vivibile, fruibile, organizzato, e molto, molto grosso? A quante domande bisogna saper dare una risposta per fare un Comics di Lucca in maniera perfetta? A stilare una guida alle caratteristiche ideali ci ho pensato io che appartengo alla Società di Ricerca e Selezione Delle Convention Grosse, e mi sono basato sulla mia diretta esperienza personale e i miei stretti contatti con personaggi nerdissimi e giostrai itineranti slavi.

0

Wolfenstein – Nazi Zombies: la recensione senza spoiler di OVERLORD

Nei film ci sono delle situazioni ricorrenti che non invecchiano mai. Ci sono dei cliché che seppur abusati non ci stanchiamo mai, ma proprio mai di vedere. Per esempio: ci fa sempre piacere vedere un eroe che sta soccombendo e poi all’ultimo secondo riesce a salvarsi la vita; rimaniamo sempre meravigliati di fronte a una principessa Disney che riesce ad intonare una nota particolarmente alta; tiriamo sempre un sospiro di sollievo quando i due amanti perduti, dopo indicibili peripezie, finalmente si riuniscono. Ma diamine, corridori, nessuno di questi momenti è paragonabile alla più grande gioia del cinema in assoluto: vedere...

3

Onorare Halloween: Nightmare – Dal Profondo Della Notte e le cose che non sapevi

Visto l’approssimarsi del gran galà degli spaventarelli e vista l’aria che tira in generale, mi concedo la visione di un classico di genere e ripenso ai bei tempi lieti quando al cinema dominavano i cloni di Michael Myers e Jason Vorhees intenti a liberare il mondo delle ragazzine urlanti in topless. Per me la serie dei film di Nightmare ( a quel tempo conosciuti senza la collocazione nello stradario: “On Elm Street”)  è stata una rivoluzione. Non solo era molto eterea e soprannaturale, ma aveva come protagonista un cattivo da sballo: Freddy Krueger, uno che poteva ucciderti solo se eri...

0

Thanos Libera Tutti : gli universi cinematografici Marvel e DC a confronto

A un certo punto, verso la fine degli anni ’10, presosi tutto il tempo necessario per ricordarsi a malapena il rischio di bancarotta corso nel 1996, Marvel Comics si evolve. I fumetti non tirano più come una volta, i bei tempi del mercato fiorente sono lontanissimi, e le prospettive per i supereroi su carta sono decisamente fosche. Non pare lo stesso al cinema. Già nel 1989, il Batman di Tim Burton aveva dimostrato che un pubblico ad attenderlo c’era. All’inizio del millennio, la trilogia di Raimi dedicata all’Uomo Ragno era stata una pietra miliare della cinematografia fumettistica, e il reboot...

2

Nasoni versus Rastamanni : PREDATORS

Il primo film di Predator lo abbiamo già gustato su questo blogghino ed è giustamente considerato un classico. Rilasciato nel 1987, opponeva Arnold “La Quercia Austriaca” Schwarzenegger a un cacciatore alieno grosso il doppio di lui. La regia di John McTiernan insieme alla colonna sonora tribale di Alan Silvestri ci regalarono un thriller bello teso e punteggiato da dialoghi supermacho infinitamente citabili su infiniti status di facebook. Nel 1990 arrivò il divertente ma indubbiamente inferiore Predator 2, e purtroppo con lui il franchise si beccò una legnata secca sulla testa dalla quale non si riprese più, scadendo gradualmente nel territorio...

0

Catturare la bestia indossando pantaloni ascellari : PREDATOR 2

Molti dei film che ho amato e con i quali sono cresciuto quando ero diversamente vecchio sono ancora quelli che rivedo volentieri oggi, e sono diventati mainstream. Questo non significa che abbia un gusto incredibile nell’ambito della settima arte, né che mi attacchi come una cozza alla glorificazione dei tempi che furono. Ognuno giudica e sceglie in base alle esigenze della propria personalità ed estetica. Quello che so è che ci sono dei film che quando sono usciti al cinema mi sono interessati il giusto ma poi ho rivalutato nel corso degli anni. Uno di questi film è Predator 2. Forse perché...

0

I’m flying SOLO feat. Richie Cunningham: la rece di SOLO: A Star Wars Story

Aaah, la Disney. Con Rogue One ci ha regalato un bel film con un nuovo cast di nuovi eroi (poi li ha seccati tutti, uno alla volta, come in un dannato film della Marvel coi Vendicatori infiniti), adesso ci regala il primo spinoff di Star Wars che si concentra su un personaggio della trilogia originale. E non è uno Skywalker come Luke, Leia, o Darth Fener, ma piuttosto l’adorabile mascalzone Han Solo. Noi grandicelli, che sappiamo come funzionano le cose nell’universo di Star Wars ( o funzionavano? boh? ) ne siamo estremamente felici perché in qualche modo Lucasfilm riesce a...

0

Eravamo due amici al bar (e uno sputava fiamme) : Dragonheart

Quando nel 1996 uscì al cinema Dragonheart, gli effetti digitali del drago generato al computer vennero considerati innovativi. A livello tecnologico fu una specie di piccolo scatto in avanti come lo era già stato Giochi Stellari nel 1984. Riguardarlo adesso, ai tempi della PlayStation 4, non impressiona più come prima, anzi, impressiona come possono impressionare i suoi sequel direct-to-video, il più recente dei quali, cazzarola, è uscito appena l’anno scorso. Quando andai a vedere questo primo, inimitabile film, avevo 24 anni e pensavo che Jim Carrey fosse l’uomo più divertente della terra, ero sicuro che le tette di Pamela Anderson...

2

Ridendo e scherzando si digeriscono i cattivi : Salto Nel Buio

Salto Nel Buio è un film di Joe Dante, e Joe Dante  è uno di quei registi da incolpare quando, parlando dei film che passavano al cinema durante la loro infanzia, i cresciuti negli anni ’80 non riescono mai a starsene zitti. Il nome di Joe Dante non è così famoso, non è altisonante come quello di Steven Spielberg o George Lucas, ma nonostante tutto riesce a farsi ricordare per un pugno di altalenanti pellicole che hanno pressofuso mnemonicamente le sinapsi di una generazione e, insomma, anche se tra poggi e buche, Joe Dante è riuscito a definirsi una bella...

0

Solo Feccia Ribelle : La storia di Han Solo nell’Universo Espanso

Lunedì scorso è arrivato l’ultimo trailer di Han Solo – A Star Wars Story, il film che darà un retroscena nuovo di zecca all’iconico contrabbandiere corelliano dopo che l’impero del male Disney ha deciso di derubricare la sua fedina penale nel comparto LEGENDS. Nel nuovo canone che verrà definito c’è, relativamente, una lavagna vuota su cui scrivere.  Al contrario, nella precedente timeline dell’universo espanso c’erano dozzine di romanzi, fumetti e giochi che avevano arricchito ogni piccolo dettaglio del suo passato. E mentre non si sa ancora quanto di questo dettagliame rimarrà nel nuovo corso, è giusto fare il punto su...

2

Han Solo è una puttana : Come i Fanboys salvarono Fanboys

Giuro che non ho scelto di rivedere Fanboys perché voglio cavalcare l’onda della popolarità di Ernest Cline. È vero, Ready Player One è praticamente ovunque in questo momento, e chiunque sull’internet vi ha già fatto sapere la sua opinione a riguardo nel bene e nel male. Ma, a conti fatti, io è dal 2013 che non mi annoio più, e considero Ernest Cline un po’ responsabile di questa cosa. Giuro che non c’entra neanche il fatto che la regia di RPO sia di Steven Spielberg, uno dei miei registi adolescenziali, il quale, con la trasposizione cinematografica del romanzo di Cline...