Category: Film videogiocosi

4

Scott Pilgrim Vs. The World with more videogames and more botte

Ciao, vi presento La Simpatia, è arrivata direttamente dal pianeta Non Me Lo Aspettavo. Prego, venga avanti Signora Simpatia. Vuole dire qualcosa ai nostri lettori? «Sì. Grazie per l’ospitalità Signor Guidi, volevo dire che Scott Pilgrim Vs. The World si presenta come un film per adolescenti in fissa per i videogiochi picchiaduro, tra mosse combo e fatality, ma il suo cuore batte per i fumetti ed è una variazione di quel tema supereroistico già ampiamente sviluppato in casa Marvel. A volerla dire tutta non è neanche particolarmente moderno nel suo raccontarsi visto che ha una trama rigidamente orizzontale proprio come...

0

Amiga mia, torna a casa tua : It Came From The Desert il film

Mi guadagno subito la vostra attenzione: IT CAME FROM THE DESERT è il film ispirato all’omonimo gioco per Amiga. Figata, no? Guardate qui di fianco, c’è il poster con un tizio che fa elegantemente le penne con il KTM. Proprio così: uno che fa le penne su questo poster proprio come su quello dell’ultimo film di Star Trek; solo per questo motivo tremano le vene nei polsi. Scommetto state già tentando di vederlo su SKY come ho fatto io, vero? VERO? E invece no. Lo so che ci vuole cuore per credere in un film come questo. Lo so. Però...

3

Non si esce vivi dagli anni ’80 : La rece senza spoiler di Ready Player One

Credo si possa tranquillamente dire che ultimamente (gli ultimi 10 anni) Spielberg abbia un po’ perso lo smalto. The Post sarà stato pure bello, sarà stato pure nominato per sacco di premi Oscar, ma a noi regaz non è che ci abbia esaltato più di tanto. Il Grande Gigante Gentile avrebbe dovuto essere magico e straziante, ma invece è stato lungo e noioso. Tintin era… Boh? Com’era Tintin? Io ancora non l’ho capito. Lincoln urlava “AMERICAAA” da lontano un chilometro. War Horse era melenso, e non voglio parlare di Indiana Jones E Il Regno Del Teschio Di Cristallo perché tutti...

0

Ray Kassar colpisce ancora: Easy to Learn, Hard to Master – The Fate of Atari

Non so se ci avete fatto caso (è una domanda trabocchetto così capisco chi non è un vero fan del blogghino e lo caccio fuori), ma quest’anno è caduto il 40esimo compleanno della console Atari VCS. Per festeggiare, noi Cugini Del Terribile con il supporto del Signor Santilio e dei Bit-elloni, abbiamo fatto un mese intero di programmazione a tema su Atom Radio, e addirittura uno speciale dedicato. Questo lo abbiamo fatto noi che siamo fan nel nostro piccolo. Chi è fan nel suo grosso, invece, lancia una campagna su Kickstarter per produrre l’ennesimo documentario e… Ci riesce raggiungendo clamorosamente...

0

La Juventus contro Steve Wiebe: La rece di The King of Kong: A Fistful of Quarters

Ecco un’altro dei recuperi importanti di quest’anno dopo quello su Nibbler. Di questo The King Of Kong: A Fistful Of Quarters ne sentii parlare per la prima volta da qualche parte su internet, ma è a Starfox Mulder de I Bit-elloni che ho legato il mio primo, vero ricordo. Eravamo sulla porta di casa e Starfox mi stava pettinando i capelli ingelatinati con la divisa da una parte. Prima di lasciarmi partire per Piombino mi disse: «Mi raccomando, non parlare con gli sconosciuti, non prendere freddo, e vedi di guardarti The King of Kong: A Fistful Of Quarters.» Io poi...

2

Di quando mi accorsi che Man Vs Snake : The Long and Twisted Tale of Nibbler e Rocky Balboa erano lo stesso film

Mi sono deciso a guardare Man Vs Snake soltanto adesso, a più di due mesi da quell’evento di risonanza siderale che è stato “Quelli che i videogiochi“. La colpa è mia, lo so. Faccio ammenda, cari corridori, ma come alcuni di voi si saranno già accorti, I Cugini Del Terribile assorbono quantità sempre maggiori del mio tempo libero e inevitabilmente ne paga le conseguenze questo blog. Ma l’importante è arrivare (disse la tartaruga) e infatti eccomi qua. Ieri pomeriggio ho finalmente visionato questo film documentario che ruota attorno a un record, e dove i nemici non sono gli altri giocatori...

4

Gli effetti di TRON sulla gente : AUTOMAN

ATTENZIONE: guardare troppo a lungo le strisce riflettenti presenti in Automan potrebbe indurre i lettori del blog alla completa sottomissione. Non fissate le lucine blu altrimenti non uscirete mai più dagli anni ’80. Anzichenò cercate di guardare Automan con un misto di ironia e genuino apprezzamento perché grazie a lui capirete quanto sia stato importante Tron per la computer grafica e per tutti i ragazzi che sono cresciuti in quell’epoca, nel bene e nel male. E adesso beccatevi una sigla che, come al solito, vi strapperà un sorriso e restituirà fiducia nel sol dell’avvenire.

10

Gli effetti di WarGames sulla gente : I Ragazzi Del Computer

Sarò sincero. Prima di cominciare a martoriare la tastiera risponderò alla vostra più ficcante domanda: «Simone, perché parli de ” I Ragazzi del Computer “?» Vi posso dare tre risposte: 1) Perché è una serie a sfondo informatico e videogiocoso che fa bene squadra con tutta quella sfilza di filmetti ai quali ho dedicato una sezione apposta. 2) Perché è uno di quei prodotti cheesy anni ’80 che ci riporta indietro agli anni della cuccagna e della lobotomia informatica in cui con un semplice micro-computer si poteva spazzar via la razza umana dalla terra. 3) Perché l’ha chiesto Luca, uno...

2

Estirpare la piaga dei film brutti : Wargames 2 Il Codice Della Paura

Dunque, chiariamoci, ritengo che “WarGames – Giochi di Guerra” sia il film secchione per eccellenza. Pochi film sono riusciti a ritrarre l’immagine del nerd anni ’80 come ha fatto lui, e altrettanti pochi ci hanno insegnato cosa si poteva fare con un computer in quei tempi dove quasi nessuno ne aveva uno in casa. Ora tu, lettore, potresti pensare: « Ehi amico, ma questo non è l’originale! Questo ha un titolo con un numero davanti e un suffisso diverso, WarGames 2 Il Codice Della Paura !» Ecco, prima di tutto io non sono tuo amico. In secondo luogo, sì, è...

2

Johnny Mnemonic: quando il mondo era convinto che gli hackers sarebbero diventati padroni di tutto

Per quanto non smetta mai di meravigliarmi, gli americani sono sempre un passo avanti. Hanno inventato questo modo di vedere i film che si chiama Hecklevision. Tu ti siedi lì, in platea, e ti colleghi con lo smartphone tramite una app, un social, o che cappero ne so, al server del cinema, poi, mentre guardi il film puoi inviare i tuoi commenti che compaiono IN TEMPO REALE come sottotitoli. Ovviamente questa cosa non viene fatta per le prime visioni ma per quei millemila film agée moralmente e socialmente discutibili che ci hanno segnato l’esistenza. Quei film che, quando siamo entrati...

2

Un coito interrotto da Adam Sandler : la rece di PIXELS

Io lo sapevo, LO SAPEVO. Ero lì al cinema con gli amici Alberto e Giacomo, e quando si sono accese le luci ci siamo guardati perplessi. Cosa era successo? Cosa avevamo visto esattamente? Perché questo film non aveva fatto schifo come molta gente aveva garantito dovesse fare? Forse tutto l’internet si era messo d’accordo per fregarci? Sul momento non avevamo spiegazioni soddisfacenti. Fatto sta che eravamo entrati in sala premuniti e PIXELS non aveva fatto cagare, non aveva spinto la gente a fuggire dalla sala urlando e non aveva offeso né l’intelletto umano né la memoria di quei vecchi giochi...

3

La donna esplosiva : Avere quindici anni e costruirsi una pedofila

Settimana scorsa era uno di quei weekend un po’ loffi in cui mi è venuta voglia di tirare giù i vecchi filmetti degli anni ’80 che hanno a che fare col computer, e mi sono messo a vedere “La donna esplosiva” oggi, nel 2015, con quarantatre anni sul groppone. Non fraintendetemi, questo film non si è riservato un posto speciale fra i ricordi della mia giovinezza e anzi, non l’avevo proprio mai visto prima, quindi, ahimè, vedendolo ora pensavo ci fosse perlomeno da ridere. Invece non è così amici, La Donna Esplosiva è uno di quei film che se trent’anni...

2

HACKERS: Un film che inizia male, finisce peggio, e di solito non pulisce il water

Angelina Jolie, in vita sua, ne ha fatte di cotte e di crude, ma la cosa più importante di tutte è stata quella di arrapare in maniera assoluta almeno un paio di generazioni. Non è che adesso quel vizio lo abbia perso, intendiamoci, e a parte il fatto che si taglia le tette da sola rimane comunque un gran bel tocco di signora. A Bred non possiamo che fargli i complimentoni. Ad Angelina Jolie poi, oltre ad essere una topa siderale, dobbiamo riconoscere che abbia cominciato in sordina, facendo capolino in piccole produzioni spesso infime e, pensate, addirittura in un video...

0

Explorers: come ti mando in orbita con un Apple IIc

Vedete corridori, Explorers è uno dei tanti film di fantascienza prodotti nel decennio ’80. Io al tempo non l’avevo visto, e siccome mi dicono che in quanto a brufolo-figaggine facesse il paio con Navigator (che non ho visto neanche quello, tra l’altro) ho lanciato un sondaggio nella redazione di RGM su quale dei due fosse il più meritevole. Quando la polvere si è depositata e le radiazioni sono scese sotto il livello di guardia, i superstiti si sono contati ed è venuto fuori che il vincitore era Explorers. Allora che dovevo fare? Ho fatto galoppare il mulo e me lo...

1

Tutto quello che avreste voluto sapere su GIOCHI STELLARI e non avete mai osato chiedere

Se sei un figlio degli anni ’80 come me, un sacco di soddisfazioni te le hanno regalate i film di Guerre Stellari (o Star Wars, come sono stati rinominati dopo). Ma una volta che la prima trilogia si concluse, e i prequel avevano ancora 16 anni da farsi attendere, nel tuo cuore si aprì un grande vuoto. Avevo dodici anni quando Giochi Stellari (“The Last Starfighter” in originale) arrivò al cinema cercando di trasmettere quella stessa meraviglia ed eccitazione che il dannato Lucas ci aveva insegnato ad apprezzare. In parte centrò il bersaglio, in parte anche no. Ma una cosa riuscì di...

0

Joysticks – Porci con le ragazze: In sacrificio per voi in mezzo a un mare di tette

A questo giro devo ringraziare un po’ di gente. Non era facile reperire questo film. Sul tubo c’è in inglese, il torrente non è pescoso e anche col mulo non c’è verso di arrampicarsi. L’ho trovato in VHS sulla baia (dei porci, in questo caso) e allora abbiamo fatto colletta tra noi debosciati del retro. A sperperare i loro soldini ci hanno pensato Marco Marabelli di Retrogamehistory, Emiliano Buttarelli di Retrogame Machine, Andrea Pastore del Dizionario dei Videogiochi, e il sottoscritto a fare da gran burattinaio del Trash. Grazie a tutti ragazzi. Grazie perchè questo è veramente un film di...