Category: Libricini

Ready Player One: Welcome to NERDvana. Il libro, l’autore, il film e il videogioco per Atari VCS

Da quanto non leggevi un libro così? Da quanto non riuscivi a scollarti dalla lettura, pagina dopo pagina? Da quanto non ti sentivi così coinvolto e incuriosito da fare fatica a mollare l’iJobs anche solo per andare in bagno? Tanto, figlio mio. Proprio tanto. Di un libro del genere ne avevi proprio bisogno, Sissì. Così selvaggiamente citazionista, così sfrontatamente autoreferenziale da non lasciare margini al dubbio. Player One (La parola “Ready” del titolo originale è stata decurtata dal traduttore italiano, tale UOTTEFAK il possente) è il libro della tua generazione. È scritto da uno come te per altri come te,...

Le Nebbie di Silvio Dona’: Gli stronzissimi vecchietti sono lontani anni luce

Avevo già parlato di Silvio Donà a queste coordinate. Il suo secondo libro “Luisa ha le tette grosse” era stato per me una rivelazione e aveva fatto guadagnare all’autore la mia stima personale oltre al bollino blu “chiquita” che ne certificava la qualità dell’opera su questo blog. Mi sembrava più che doveroso inoltrarmi anche nella lettura del suo terzo romanzo, “Nebbie”, che tra l’altro mi sono scaricato dall’ibook store per una cifra veramente irrisoria, e promuove il Donà per quanto riguarda la capacità di sapersi vendere. Cioè…voglio dire… Non è che Silvio Donà faccia il marchettaro, ovviamente, ma un bel libro a un prezzo...

0

El lucha libre: parola d’ordine ROCK STAR!

“ El lucha libre “ è un’opera prima e come tale vanta tutti i pregi e soffre di tutti i difetti di un’opera prima. La cosa che però voglio assumere come punto fermo di questa recensione è che ci si diverte parecchio leggendola, e non è cosa da poco. Ci si diverte per un semplice quanto basilare motivo: gli autori si sono divertiti molto scrivendola. [pullquote]Sono seduto in auto con un pluriomicida…sono scampato a un incendio…ho trafugato un cadavere…eppure ho la sensazione che le cose debbano ancora precipitare[/pullquote] Questo è il fattore fondamentale, l’ingrediente segreto, la chiave di volta di...

11

Starship troopers: La fanteria dello spazio e l’apologia del fascismo

La prima volta che sentii nominare il termine “fanteria dello spazio” era il 1992, quando da lettore imberbe e bonelliano, comprai il numero 11 di “Nathan Never” e, leggendo l’editoriale, capii che era ispirato a un romanzo di un certo Robert A. Heinlein. Questo signore, nel lontano 1959, aveva fantasticato (e scritto) di un futuristico esercito iper-tecnologico dove i soldati letteralmente “indossavano” delle tute meccanizzate che gli donavano la resistenza e il potenziale offensivo di un carro armato. Ovviamente quel fumetto non fu tra i memorabili della mia gioventù e la fanteria spaziale, con le sue tute potenziate, passò in...

0

La Torre Nera e l’ottavo libro dello zio King

Ma si, diciamocelo, durante l’adolescenza e anche oltre, Stephen King mi ha leso il neurone. Mi ha allettato su carta, con i suo romanzi zeppi di vampiri, licantropi e villette a schiera costruite sopra ai cimiteri indiani. Mi ha attratto al cinema, con le varie trasposizioni, alcune riuscite, altre decisamente IGNOBILI. Poi però l’ingranaggio si è inceppato, il serbatoio ha segnato FULL e ho cominciato a digerirlo con fatica. Niente di particolare. Le solite conclusioni a cui arrivano tutti: Che poi alla fine si ripete, che le storie sono tutte uguali, che lo stile è sempre lo stesso, che i...

5

Le mirabolanti peripezie di King Pong e di un sacco di altra gente che non aveva capito niente

Forse vi aspettate un barbosissimo libro zeppo di fatti freddamente riportati, statistiche, e gente con nomi impronunciabili? SBAGLIATO. “ ZAP! The rise and fall of Atari” è tutt’altro. Intanto il suo autore, un misconosciuto Scott Choen che ha lasciato il suo tratto indelebile sul panorama letterario come un acquarello sotto la pioggia, prima di scriverlo aveva al suo attivo solo alcune pubblicazioni scandalistiche e ( forse, ma la memoria potrebbe ingannarmi ) un romanzo di LESBICHE. E questo ha contribuito fortemente a dare un taglio alla “Novella 2000” a tutto il libro. L’argomento che tratta, la storia della casa video-ludica...

0

John Carter: Come emigrare su un altro pianeta, dare pizze e lezioni di vita a tutti e vivere felici

Come si fa a capire se un film Disney ha fatto un buco nell’acqua o meno? Semplice. Si entra nel Disney store più vicino e si guarda sugli scaffali. Se si trova poco o nulla della pellicola in questione, allora vuol dire che il budget non è stato coperto e il film è stato un fiasco. Fidatevi. È così! Provate a chiedere a chiunque abbia cercato il disco di TRON LEGACY (il frisbee luminescente, NON l’album dei Daft Punk. Quello è stato assunto dal Dio dei dischi belli) e vi confermerà questa semplice ma fondamentale regola: se il prodotto tira,...

0

World War Z: Gli zombie non uccidono. Reclutano.

Partendo dal presupposto che, di per sé, il concetto stesso di zombie sia una grossissima puttanata presa in giro dal punto di vista fisico/chimico/ROTFL, ho letto questo libro con il piglio sornione di uno che si sforza di sospendere la sua incredulità per capire se il fantomatico libretto ( scritto dal figlio di Mel Brooks, mica pizza e fichi! ) fosse solo un’enorme, ennesima montatura pubblicitaria. Dopo un inizio titubante, pagina dopo pagina, ne sono rimasto letteralmente ingabbiato. Quello che mi ha meravigliato sopra ogni cosa è stata l’imponente mole di informazioni e ricerca bellico/strategica che l’autore ha saputo portare...

0

Gli stronzissimi vecchietti di Silvio Dona’

Dice, ma perchè ci stai tartufando i maroni© con tutte queste recensioni di libri? Semplice. Perchè sono in FERIE. Periodo in cui la maggior parte delle persone si dedica notoriamente a non fare un cazzo niente e/o fare tutte quelle cose che si sono ripromesse di fare durante l’anno ma non hanno mai avuto tempo per farle e si sono accumulate. Appunto per questo, quando è scattata l’ora X e la ditta ha chiuso i battenti in un fuggi fuggi fantozziano, a casa mi attendeva una cospicua pila di vari libri. Dai titoli ruggenti di autori affermati ai titoli miagolati...

0

Le montagne della follia e tutti quelli che dovrebbero essere citati per plagio

Che H.P. Lovecraft ( accapì per praticità) fosse stato un tipo un po’ sfigatello è ormai cosa nota. Fondamentalmente era uno schivo disadattato, perennemente incline all’esaurimento nervoso. C’è da dire, però, che la sua poca fiducia in se stesso e nell’umanità tutta fu notevolmente aiutata da una consistente dose di sfortune e MALOCCHI che picchiarono duro sul suo capoccione e lo resero parecchio affine a Leopardi. Dopo questo velocissimo cappello, tanto per rincarare la dose, si deve anche ricordare che IN VITA non riuscì MAI a pubblicare un romanzo. La sua rivalutazione e il conseguente successo è stato tutto POSTUMO e...

0

Alessandro Apreda: Il suo regno per un Oreo

Avete presente quella canzone di De Gregori che fa: […]Ma un futuro invadente, fossi stato un pò più giovane, l’avrei distrutto con la fantasia, l’avrei stracciato con la fantasia. Ecco. Si intitola “Rimmel”, e da quando ho finito di leggere il libro di Alessandro Apreda questa strofa mi rimbalza nella testa come fosse all’interno dello schema di gioco di PONG. Non credo che De Gregori abbia a che fare con Apreda per moltissime ragioni, soprattutto anagrafiche, ma mi piace immaginare che quando scrisse quella canzone stesse pensando ad un tipo come lui. “ È che poi – al destino non...

0

Il momento e’ delicato: A Niccolo’, basta con la Pleistescion

Questo libro di Ammaniti non è brutto. Non si merita un aggettivo così impietosamente negativo. Questo libro di Ammaniti è ALLARMANTE! Ebbene sì. Mi costa doverlo ammettere, tenendo conto che lui è uno dei miei scrittori preferiti. No, che dico UNO? Diciamo pure che è quello che preferisco SU TUTTI, ma questa volta non gliela posso far passare liscia, mi sento truffato. Partiamo con il presupposto che su 16 racconti presenti nella raccolta, forse meno della metà sarebbero stati degni di pubblicazione. Sembra quasi che, da un pezzo a questa parte, il mio autore preferito stia raschiando il fondo del...