Category: Musik

9

Soldi per la cocaina: The Blues Brothers. La lunga e tortuosa strada per arrivare al film

Quanto costa un’incidente stradale? Oggi per vederne di belli occorre guardare film dagli altissimi budget come Fast And Furious, James Bond, e, occasionalmente, i film di supereroi tipo Capitan America Il Soldato D’Inverno, altrimenti di sani incidenti fatti come si deve non se ne vedono più. Capite cosa intendo? Quelli con gli inseguimenti a rotta di collo e le macchine che zampillano a destra e a sinistra finendo per accumularsi, una sopra l’altra, come fossero un mostruoso sandwich metallico. Ecco. Di incidenti come quelli lì, adesso: ZERO. Cioè, Zio, qui si preferisce spianare città, distruggere pianeti, spazzare via le montagne...

0

John Williams : Le 12 migliori colonne sonore da ascoltare prima di liberare il virus T

L’ 8 febbraio del prossimo anno il leggendario compositore John Williams compirà 87 anni. Williams non è un musicista qualsiasi, ha scritto moltissime colonne sonore per film che sono entrati di prepotenza nella storia del cinema degli ultimi 40 anni, ed è stato nominato per il premio Oscar giusto quest’anno, musicando quella bellissima ciofeca che è Star Wars: Gli Ultimi Jedi. Williams, che ad oggi ha già vinto cinque premi Oscar per la miglior colonna sonora, detiene anche il record di compositore più nominato nella storia dalla Accademy Awards con ben 51 nominations. Insomma, non è esattamente l’ultimo arrivato e...

0

Synthwave Music: nostalgia canaglia da Gunship a Master Boot Records (and many others)

È inutile, ve lo devo dire. Lo sapete, magari posso trovare modi più eleganti per dirlo, meno traumatici; però, alla fine, cari corridori miei, tocca sbattervi in faccia la cruda realtà e poi, oh, decidete voi cosa fare. Se andare avanti a leggere questo articolo o no, se andare andare avanti ad ASCOLTARE questa musica o no: la verità è che il Synthwave è l’unica speranza che è rimasta a coloro che vivono in questo decennio musicalmente agro e triste, e vi spiego perché. Tanto per iniziare tornate indietro agli anni ’80 e prendete FUGA DA NEW YORK, le apocalittiche...

6

Sledgehammer e una modesta quanto sacrosanta celebrazione di Peter Gabriel

Noi ogni tanto perdiamo di vista le questioni importanti, ci lasciamo confondere da quello che sentiamo al telegiornale, dai bastian contrari sul Facebook, nei reality show in televisione e nelle tendenze di youtube, ma c’è stato un tempo in cui la musica arrivava ai giovani principalmente grazie a un videoclip in un programma musicale, ed è giusto che su questo blog, ogni tanto, vi conceda il lusso di una modesta quanto sacrosanta celebrazione di quel tempo. Ho iniziato con i videoclip sporcaccioni. Avete presente, no? L’altro giorno, però, mentre ero lì che facevo il punto sull’evoluzione della musica pop dai...

0

Venti minuti nel futuro: la fulminante parabola di Max Headroom

Se negli anni ’80 non eravate vivi; Ok. Ci sta. È un problema vostro. Se negli anni ’80 non eravate neanche abbastanza vecchi per ricordare cosa vi stava accadendo intorno; Ok. Bene. Forse è meglio così. Negli anni ’80, comunque siano andate le cose per voi, c’era Max Headroom, e il punto non è se ve lo ricordiate o no, il punto è che impersonava e allo stesso tempo TRASCENDEVA il decennio in cui era stato creato. Quando poi si ricavò il suo spazio fisso in TV, Max Headroom diventò una sorta di celebrità strisciante, un personaggio che faceva figo...

0

GUNS N’ ROSES IMOLA 10/06/2017 : A che servono i giovani quando il rock lo fanno i vecchi?

C’era una cosa che tutti quanti noi assenti a Torino nel 1992 aspettavamo da tempo: un concerto che desse ai Guns N’ Roses il posto che meritano nella storia del rock. A Imola accade proprio questo. È un grandissimo concerto che li idolatra, li mette su un piedistallo, gli fa eseguire i loro pezzi più importanti, le mosse basilari, decidere il perché e il percome la loro storia si andata a ramengo e poi ricominciata a colpi di avvocato e contratti di ferro. Per questo motivo li massacra, ma poi, di nuovo, li innalza grazie a una superba prestazione dove...

2

I Beatles di drogarsi : The Beatles Yellow Submarine

Chiedete a qualsiasi viticoltore e vi dirà che il trascorrere del tempo può migliorare un vino oppure renderlo imbevibile, ma non saprete mai niente con certezza prima di aprire la bottiglia. Lo stesso vale per il film a cartoni animati dei Beatles, Yellow Submarine, che è ormai vecchio di quasi cinquant’anni e adesso sembra inguardabile. Sì, certo, il tempo è passato e la lotta per il significato degli anni ’60 è stata ridotta agli slogan pubblicitari degli anni ’90. Gli stessi Beatles non esistono più e la psichedelia è finita relegata in un capitolo nell’enciclopedia del diciannovesimo secolo. Nonostante questo,...

0

Beatletoons : la vera storia dietro al cartone animato dei Beatles

«Sei più un tipo da Beatles o da Rolling Stones?» Ieri sera ho fatto questa domanda all’amico Danny Phaser. Ovviamente, non è che doveva piacergli uno e fargli schifo l’altro, eh?! Potevano piacergli entrambi, ma di certo non potevano piacergli allo stesso modo. A un certo punto doveva scegliere, e quella scelta gli avrebbe mostrato chi era veramente. Questa è una filosofia che si può applicare a praticamente ogni aspetto della vita, e quando si parla di cartoni animati, io non ho mai avuto dubbi: puoi essere un tipo da Mazinga o un tipo da Goldrake. Un tipo da Bugs Bunny...

0

GUNS N’ ROSES HISTORY[Podcast] – ROAD TO IMOLA Vol.2 (90-93)

Guns N’ Roses Puntata monotematica e interamente dedicata alla storia dei Guns N’ Roses nell’imminenza del concerto di Imola. Conducono in studio Simone Guidi ed Emiliano Buttarelli. Ospite della puntata Andrea Lasi aka ZipKidd Faster, chitarrista dei M.I.L.F. ADESSO ASCOLTABILE QUI IN PODCAST. Stay Tuned e fate i bravi. Ricordate, solo su Atom Radio.

0

GUNS N’ ROSES HISTORY – ROAD TO IMOLA stasera alle 22,45 su ATOM RADIO

Mi sembra giunto il momento più opportuno per spiegarvi come funzionano le cose qui, nella magica trasmissione de I CUGINI DEL TERRIBILE: lo studio di registrazione è collocato all’interno di un vulcano attivo su di un isola nei tropici, per cui il clima impone a noi e ai nostri ospiti di registrare e fare praticamente tutto a torso nudo. L’unico modo per entrare è buttarsi in mare ed accedere attraverso l’ingresso subacqueo collocato a 25 metri di profondità e solitamente presidiato da un enorme piovra. Una volta guadagnato l’accesso e dismessa la muta, si deve superare una banda di ninja...

5

Non smettere di crederci : La pazza storia del videogioco arcade dei Journey

Oh, rieccoci alle prese con un videogioco arcade. Ve li ricordate, vero, i videogiochi arcade? Qui da me, nella premiata forneria Guidi, ne ho parlato diverse volte, andando anche a intervistare quelli che se ne intendono. I videogiochi arcade li abbiamo conosciuti bene negli anni ’80. In quegli anni lì, due erano le forme di intrattenimento che dominavano la vita dei brufolosi: le sale giochi e il ROCK. Se eri bravo a fare una di queste due cose facevi i soldi a palate. Alla Bally Midway ci pensarono bene su e decisero di fonderle insieme, così potevano fare ancora più...

0

Prince Alter Ego : una storia di romanticismo e di nerchia

Bittorrent mi ha fulgidamente dimostrato che c’è un Dio giusto e benevolo. Lo so perché venerdì scorso mi sono ritrovato a fissare il file compresso contenente “Prince : Alter Ego”, il fumetto del 1991 che ha come protagonista il principe di Minneapolis. Erano 4 mesi che stava in coda. La rievocazione di un dio egiziano comprendente un sacrificio umano mi avrebbe preso meno tempo. Quando ho capito che era arrivato è stato bello, tra un po’ piango. Prince era un artista iper prolifico e intelligente, stuzzicante e sexy, era nato così e così è rimasto fino al momento della sua...

3

Il bignami del bignami : Guns n’ Roses – tutta la storia! A FUMETTI!

Non siete soli. Anch’io mi sono ritrovato a chiedermi se i Guns N’ Roses potrebbero avere ancora benzina nel serbatoio, consegnandoci un album nuovo di pacca come conseguenza del tour di reunion che stanno attualmente portando avanti. Lo so, con Axl, Slash, e Duff, il disastro potenzialmente incombe dietro a ogni curva. Del resto noi fan abbiamo passato 20 anni di inferno da quando Slash ha abbandonato la nave con il bassista a seguire, nel 1997, lasciando Axl Rose a portare avanti quello che ormai era diventato solo un brand e non una band. Non è raro, quindi, vedere la...

0

Lucca Chiptune Night 2016: Kenobit san e i cavalieri dell’onda quadra

Vi ho già raccontato dell’ultima volta che andai a vedere Kenobit?  Non fu una bella serata, ma non dipese neanche da Kenobit del resto, fatto sta che l’altro giorno sbatto contro un suo tweet in cui annunciava di esibirsi alla Lucca Chiptune Night insieme ad altri Chiptuners. Ovviamente mi gaso abbestia. Contatto Nicola Canali, uno dei 4 ascoltatori del nostro podcast che risiede nella città delle mura, e insieme pianifichiamo la serata. Una volta custodite le figlie, governate le fidanzate, distratte le mogli, abbiamo affrontato al meglio l’evento travestendoci da giovani smarriti dall’identità plurima, come va di moda adesso, per...