Cose di carta

copertina Eravamo Soltanto Amici

Un buon libricino da leggere

ERAVAMO SOLTANTO AMICI(2013)
di Simone Guidi

Genere: Narrativa LGB
Pagine: 212
Prezzo libro: 15,50 euro
ISBN libro: 978-88-6307-490-1
Prezzo e-book: 8,99 euro
ISBN ebook: 978-88-6307-493-2
Brossura, cartoncino plastificato lucido
Data di uscita: 26 febbraio 2013

http://www.0111edizioni.spruz.com/

 

 

DOVE SI ACQUISTA

Il libro è ordinabile alla casa editrice dal 8/2/2013 cliccando QUI.
Oppure direttamente su IBS cliccando QUI
L’ebook è acquistabile su qualunque store online che venda ebook: Amazon, IBS, Feltrinelli, inMondadori e Apple iBook

PUNTI VENDITA A VIAREGGIO

  • Libreria “La Vela” in via Garibaldi 19. In questa libreria sono disponibili anche i miei libri precedenti a patto che troviate il libraio con la barbetta in giornata buona. Se sua moglie ha onorato per bene i doveri coniugali, insieme ai libri è capace di offrirvi anche una fetta di torta, altrimenti vi dirà: “Simone Guidi CHIII?” rispedendovi fuori alla velocità di un tappo di champagne.
  • Il weird shop “Thrauma” in via Battisti 287.

LA TRAMA

Nella sonnolente cittadina di Riovaggio, quattro amici d’infanzia si ritrovano alla soglia della mezza età per un evento speciale: il matrimonio di uno di loro.
Marco, il futuro sposo, chiede ai suoi amici di accompagnarlo a Madrid dove convolerà a giuste nozze con il suo uomo. Inizia così un rocambolesco viaggio in camper e la reciproca riscoperta. Di tempo ne è trascorso dall’epoca dei giochi all’aperto. Michele è un ricercato uomo d’affari, Gianni un piccolo spacciatore di provincia, Tommaso un padre di famiglia le cui priorità sono gli spinelli e la Playstation, Marco un uomo provato da dure esperienze che ha imparato a convivere con la sua diversità.
Inizia così quello che sarà un viaggio alla scoperta del significato più profondo della parola amicizia. Tra imprevisti, ricordi e gag esilaranti, qualcuno trama nell’ombra, mentre la meta si avvicina e con essa si fa strada la consapevolezza di non poter davvero riavvolgere il nastro del tempo.

I PREQUEL

Quando ebbi finito di scrivere il libro, mi ritrovai tra le mani un tomo dalle dimensioni tipo “Guerra e Pace”. Avevo sviluppato il rapporto d’amicizia tra i 4 protagonisti partendo dai tempi dei calzoni corti, e seguito l’evolversi fino alla fine, quando erano ormai quarantenni. Facendomi un rapido esame di coscienza, mi posi poche ma determinanti domande:

  1. Sei DAN BROWN? NO.
  2. Sei famoso? NO.
  3. Hai a disposizione una radio o una televisione per venderti? NO.
  4. Scrivi per una grande casa editrice? MA NEANCHE PER IDEA!

E allora, caro il mio Guidi, forse è meglio se cominci a tagliare un po’ di roba e rendi il tuo libro il più digeribile possibile, perchè Dio te la deve mandare buona, molto buona (e senza mutande), per riuscire a farti leggere. Ho quindi deciso di eliminare tutti gli accadimenti precedenti al viaggio narrato nel libro, e mi sono ritrovato tra le mani 3 racconti brevi ambientati in 3 momenti storici differenti. Mi dispiaceva lasciarli in una cartella di windows, anche perchè, sotto certi punti di vista, chiarificano parecchio riguardo alle ruggini preesistenti tra i protagonisti. Li ho quindi pubblicati a puntate sul blog, a mo’ di bonus track. Chi avesse letto il libro e volesse sapere TUTTA la storia dietro a questo viaggio omerico è invitato a dargli un’occhiata. Possono essere letti on-line o scaricati in PDF. Sono qui sotto.

More about SUPERTELE

Clicca per leggere on-line

Anno 1983: i quattro amici, poco più che dodicenni, sono un gruppo compatto e affiatato confinato nella pariferia di Riovaggio. Il loro legame verrà messo a dura prova quando decideranno di costruire una capanna al bordo estremo del loro territorio, sopra un albero conteso dal feroce “minotauro”.

pdfIconScaricalo in formato PDF

More about LA FORESTA DEI NANI VOLANTI

Clicca per leggere on-line

Anno 1989: la pineta di Riovaggio è l’ideale per nascondersi e sperimentare i nuovi sballi della gioventù. Tre dei quattro amici si mimetizzano nella nebbia per spaccarsi il cervello a suon di canne. Ci penserà il determinato ufficiale dei carabinieri Lo Cascio a dare lezioni di vita a tutti.

 

 

pdfIconScaricalo in formato PDF

Clicca per leggere on-line

Clicca per leggere on-line

Anno 1996: Momento di bilanci per Michele Farnocchia ma anche di pareggiare i troppi conti in sospeso con Gianni Serafini. Da questo momento inizia la guerra fredda tra i due.

 

 

 

pdfIconScaricalo in formato PDF

Eravamo soltanto amici

Eravamo soltanto amici

Interviste varie
R.M.S. Autori 20/05/13

 

 


Raccolta differenziata

Questo libro si intitola Raccolta Differenziata(2009) e il riferimento all’immondizia è puramente intenzionale. È una raccolta composta da due racconti scritti durante il primo lustro degli anni 2000, più un romanzo breve che da il titolo a tutto il libro. Perché l’ho scritto? Semplice, pura sperimentazione e volontà di cimentarmi in uno stile inesplorato, l’horror. Quello che ne è venuto fuori è qualcosa di completamente nuovo che solo a tratti riesce ad inquadrarsi nel genere letterario. Il racconto La stupidità non ha confini ha ricevuto una speciale menzione all’originalità al Premio RILL 2003. Mentre il libro per intero ha vinto il Premio CREATIVA 2010.

 

A seguire la breve sinossi:

Tre storie differenti  accomunate da un senso di amarezza che rimane dopo avere sorriso.  Un uomo che ha come unica religione la televisione, un emigrante chiuso in un vagone ferroviario carico di anime dannate, due giovani in lotta con un assurdo progetto di igiene territoriale. Parola d’ordine estraniarsi dalla realtà e calarsi in una dimensione parallela.

SI ACQUISTA QUI

 Riconoscimenti

Raccolta differenziata

Nota: di questo libro offro  in download il pdf del primo racconto “La stupidità non ha confini“,del rimanente rimando al link per l’acquisto online. Di tutto il materiale il copyright è dell’autore.

Cento di questi giorni

Questa è la mia opera di esordio. Un libro scritto di pancia e messo al mondo con parto indolore nel giro di pochi mesi. Un’opera di narrativa contemporanea che ha come unico obiettivo quello di divertire il lettore almeno quanto si è divertito l’autore scrivendola. Cento di questi giorni(2007) è un romanzo breve di pura evasione con una folta schiera di protagonisti e figuranti. Scritto senza pretese e pubblicato per curiosità.
Proprio per questo motivo, al tempo non venne fatto partecipare ad alcun concorso. Di questo me ne pento amaramente ed è una delle poche cose che, se potessi tornare indietro, non rifarei.

 

 

 

A seguire la sinossi:
Marco Caniparoli è un giovane alla soglia dei trent’anni. Ha un buon lavoro che gli permette di condurre un tenore di vita decisamente agiato e la sua unica preoccupazione è quella di riuscire a ricordarsi cosa ha combinato la notte precedente al suo risveglio. In un caldo giorno d’agosto viene invitato a partecipare a un matrimonio anglo-italiano di una vecchia amica. Sarà l’occasione per ritrovarsi coinvolto in situazioni  grottesche e divertenti, che gli faranno vivere una giornata lontanissima dal classico protocollo. Insieme a Marco partecipano altri personaggi minori; un rasta nichilista, uno spacciatore soprappeso con gentile consorte psicolabile, una coppia di perfetti innamorati e i due sposi completamente irresponsabili. La giornata volgerà al termine portando con sé radicali cambiamenti nella vita di ognuno e svelando insospettabili drammi personali. Un romanzo in cui il vero protagonista è l’ironia sapientemente combinata ad un pizzico di cattiveria, con cui l’autore narra la genesi e l’evoluzione delle relazioni sentimentali nel terzo millennio.

SI ACQUISTA QUI

Cento di questi giorni

Interviste varie
Reteversilia 30/07/07
TeleNuoviOrizzonti 26/07/08
Pisa Book Festival 2008
Punto Radio – 1° parte
Punto Radio – 2° parte

 

email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *