Dylan Dog Vittima Degli Eventi: fosse che fosse la volta buona che ce lo ritroviamo in televisione

TEMPO DI LETTURA: 3 minuti

OLYMPUS DIGITAL CAMERACi siamo corridori, oggi è cominciato il Lucca Comics & Games 2014 e lo spacciatore di fumetti truculenti si è già vaporizzato. Mi ha lasciato qui da solo a tenere il forte mentre la carmesse della nerdologia impazza a una ventina di chilometri dalla mia scrivania. Lo so. Son cose brutte, e a me tocca aspettare domani quando nel pomeriggio cercherò di incontrare un sacco di gente virtuale che avrà finalmente un corpo reale.
Nel frattempo vi faccio una domanda: ma di un serie televisiva ispirata all’indagatore dell’incubo cosa ne pensereste? Vi sfagiolerebbe l’idea di un Dylan seriale by television? Sì?
Allora venite a Lucca a vedervi l’episodio pilota, che se va bene ci potrebbero essere buone possibilità. Gabba-Gabba-Hey!

Sì, lo so cosa state pensando. Vi chiedete perchè non dica niente riguardo all’ultimo albo di Dylan Dog appena uscito in edicola, quel “Mai più ispettore Bolch” della fantomatica rivoluzione Recchionina che decreta l’uscita di scena dell’ispettore dalla continuity Dilandogara.

DYD338

Beh, amici miei, l’ho letto giusto ieri sera e ne sono rimasto talmente deluso che anche la mia delusione si è delusa. In pratica ho vissuto un DELUDENDO di DELUSIONE senza soluzione di continuità che mi ha svuotato della voglia di scrivere qualsiasi cosa a riguardo.
Questa cosa poi mi ha anche un po’ amareggiato perchè sembra che io sia contro Recchioni e la sua rivoluzione A PRESCINDERE, e invece no, cazzo, NO. Io vorrei veramente veder ripartire a nuova vita l’indagatore dell’incubo ma non c’è proprio verso. Oh, Roberto mi sta proprio DILUDENDO.

 

Comunque, a parte questo albetto che prende spunto da “Torchwood – Miracle Day” e poi si va a infognare in una storia assurda in cui l’unica rivoluzione sembra essere il fatto che in due-vignette-due figurino dei TABLET e una citazione a The Walking Dead, direi che si potrebbe andare oltre illustandovi quello che potrebbe essere l’inizio di qualcosa di più sostanzioso, una serie televisiva dedicata a Dylan Dog.

8718874309_788abb8cdb

Dylan Dog Vittima degli eventi è un filmato di circa 40 minuti (altre fonti mi dicono 60). Un mediometraggio ufficialmente nato come fan-film senza scopo di lucro per eludere i costi dei diritti d’autore, ma che da subito ha fatto intendere di essere qualcosa di più vista la qualità del lavoro finito.
Con circa 20.000 euro raccolti sul sito di crowdfunding indiegogo.com, Claudio Di Biagio e Luca Vecchi hanno infatti realizzato uno pseudo episodio pilota per quella che potrebbe essere una serie televisiva regolare. L’intento sembra essere proprio questo, trovare qualcuno che ci scommetta sopra per poter partire con questo progetto interamente nato in rete e che si avvale del supporto di youtubers affermati.

Siete curiosi? Mi pare giusto. Ecco l’ultimo trailer pubblicato una ventina di giorni fa.

Dal 2 Novembre il film sarà disponibile online sul canale di TheJackaL, anch’essi partner dell’impresa insieme a Nonapritequestotubo, e si avvale della partecipazione recitativa della PINA DI FANTOZZ…di Milena Vukotic nella parte di Madame Trelkovski, e di Alessandro Haber nella parte dell’ispettore Bloch.

A Lucca lo potrete vedere in proiezione gratuita sabato 1 Novembre alle 19,30 presso l’Auditorium S.Romano. Intervenite numerosi e incrociate le dita.

Madame Trelkovski da giovane

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *