Fatboy Slim: Gli 8 migliori video da vedere prima di gettarsi tra le fiamme del monte Fato

Fatboy Slim

Fatboy Slim

Musica per decine di pubblicità, remix conto terzi, prestazioni professionali in club rinomati, affollate feste rave su spiaggia, disponibile subito, astenersi perditempo. Venghino siore e siori, venghino! Queste sono le strepistose offerte di Norman Cook, in arte Fatboy Slim.

Togli…quella…mano…di lì

Iniziò lodando il Signore con il basso a tracolla. Suonando in una band dal taglio di capelli truzzo. Sguazzò negli anni ’80 della carovana dell’amore che nessuno se lo sarebbe mai immaginato avrebbe avuto un successo del genere, quando si dice una botta di culo. Poi le cose non andarono più per il verso giusto. Litigi sul taglio di capelli e sui maglioncini girocollo lo portarono lontano dalle strade dell’Ammore e degli Housemartins. Non fu la fine, bensì un nuovo inizio. Norman si reinventò DJ. Cambiò nome, cambiò strumento, cambiò stile, cambiò parrucchiere. Ed ecco che era nato Fatboy Slim, uno dei DJ più in gamba dai tempi del cretaceo. Metteteci pure che da ragazzo è stato il toy-boy di Samantha Fox e i punti carisma sfondano il milione.
E allora ballate gente, BALLATE! Lasciate che le masse urlanti vadano a lui per il rave party del secolo sulle spiagge di Kopakabana. Ecco la mia personale classifica dei pezzi più “malati” di Fatboy Slim.

 8)Don’t let the man get you down

Storia di ordinario razzismo, ma in questo caso il bene vince sotto forma di un’utilitaria lanciata a bomba contro l’ingiustizia. Meglio di una puntata di Ken-Shiro.

7)Sunset (Bird of pray)

Remix d’effetto per una poesia di Jim Morrison. Un pilota di jet degli anni ’60 svolazza in giro ma si fa prendere un pochino la mano e…VAVAVUMAAA!

6)Gangster Trippin’

Amore ti piace il nuovo armadio che ho comprato? – Si, certo cara. Fallo pure lasciare lì che poi lo sistemo io.

5)Right here, right now

Evoluzione della specie umana dall’ameba ad oggi. Manca il pezzo finale in cui cresce una porta USB dietro l’orecchio e sul culo un marsupio per l’iJobs.

4)Rockafeller Skank

 FIF(Fighe In Fuga) + sosia afro di Elvis + cowboys dementi = DELIRIO.

3)Praise you

Video pluripremiato girato con la stupefacente somma di 6 euro e una telecamera portatile. Il pagamento della SIAE per lo stereo fece sforare il budget.

2)Push the tempo

Gente della Migliarina e il sosia diversamente sudicio del mio amico Francini trovano una musicassetta con la quale pensano di risolvere tutti i loro problemi.

1)Weapon of choice

Pluripremiato video del 2001. Regia di Spike Jonze e interpretato dall’attore Christopher Walken che, vestito con un abito elegante, danza compiendo evoluzioni spericolate all’interno di un albergo deserto, il Marriott hotel di Los Angeles. La coreografia è stata ideata dall’attore e dal regista.

email
Questa voce è stata pubblicata in Musik e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *