Ner dubbio te meno: Gli Erculoidi

TEMPO DI LETTURA: 6 minuti

erculoidi02Da qualche parte, nello spazio profondo, stavano gli Erculoidi.
Erano un super-gruppo di varie specie che viveva sul pianeta Amzot (o Quasar. Dipende) e per ragioni che non furono mai chiarite, chiunque passasse da quel pianeta si sentiva in dovere di atterrare e cercare di ucciderli.
Normalmente, quando il tipico cattivo combatte un supereroe, prima tenta perlomeno di catturarlo, o magari prova a togliergli i poteri, così può procedere meglio alla sua eliminazione fisica. Anni e anni di Lex Luthor ce lo hanno insegnato e non possono sbagliare. È vero, nessuno sa perchè i cattivi lo facciano, però è così che funziona.
Ne “Gli Erculoidi” NO.
Gli erculoidi se ne fottevano delle linee guida del fumetto super-eroistico e il cattivo, la maggior parte delle volte, appena metteva un piede a terra veniva colpito con 2000 laserate e 6000 coppini. Dice: ma gli scagnozzi del cattivo? Niente. Schiaffoni e calci anche a loro per almeno 20 minuti. Così imparavano a fare i cattivi. Si, si. Bravi. Riprovateci ancora vai.

tumblr_mev963N3Dn1rkpbiqo1_500

Altro giro, altra corsa nel delirante mondo dei cartoni animati degli anni ’80. “Gli Erculoidi” mi sono rimasti particolarmente in mente perchè, se pur proposti in quella veste leggera e intangibile tipica dei cartoon per bambini di Hanna & Barbera, la realtà dei fatti non poteva negare che MENASSERO DI BRUTTO praticamente SEMPRE.
Come molti altri cartoon del periodo, erano un prodotto fortemente datato che sbarcò nel bel paese con una quindicina di anni di ritardo (erano del 1967), e quindi risentivano di un’eccessiva semplicità nelle trame. Si, perchè la tipica storia di un episodio de “Gli Erculoidi” si svolgeva pressapoco così:

a) Gli Erculoidi stanno bene sul loro pianeta e sono tanto felici.
b) Arriva un cattivone dallo spazio/terra/acqua che vuole ucciderli spaccando tutto.
c) Gli erculoidi s’incazzano e spaccano lui. FINE.

Siete d’accordo con me che non ci fosse niente di più semplice e rassicurante per un brufoloso degli anni ’80? Tant’è che poi il brufoloso usciva di casa e andava al cinema a vedere “COMMANDO”, e vedeva un tizio grosso come un armadio che i cattivi lo volevano uccidere e poi s’incazzava e finiva che… No forse l’esempio non è appropriato. Allora il brufoloso andava a vedere “RAMBO” e vedeva un tizio grosso che i cattivi lo tormentavano e allora lui s’incazza e…Va bè, avete capito no? “Gli Erculoidi” si trovavano molto a loro agio negli anni ’80, anche se erano stati concepiti nei ’60.

 

Ma vediamoli bene, uno per uno, questi Erculoidi. Eccoli:

4532277168_114e96f049_oTundroIl tremendo
Un rinoceronte corazzato a trazione integrale con millemila piedini sotto. Lanciava pietre esplosive da uno dei suoi corni che fungeva da cannoncino e all’occorrenza il suo capoccione faceva anche da trapano. Sguardo perennemente incazzoso, era la testa di cuoio del gruppo oltre che un concentrato letale di bruttura.

igooIgooIl gorilla di roccia che rutta
La maggior parte dei cartoni animati negli anni ’60 erano molto attenti a mostrare la violenza. Per una qualche ragione a noi sconosciuta, i censori non hanno avuto problemi a mostrare questo scimmione di roccia che devastava l’inverosimile. Ogni missile o raggio di energia che veniva lanciato, state pur tranquilli che se lo beccava sul grugno Igoo, e immancabilmente non gli faceva nulla. Lui era l’equivalente del “negro muscoloso che muore subito” nei film action di adesso, però non muore subito anzi, non muore proprio mai.

herculoids_gloop-and-gleepGloop e GleepI surrogati di Barbapapà
Gloop e Gleep sono 2 blob di plastilina che possono assumere qualsiasi forma. Questo è molto utile se vivi su un pianeta dove tipo, TUTTO spara laser. Se incontravano dei cavernicoli, state sicuri che portavano asce di pietra che sparavano laser. Se si fermavano per un drink in riva al lago, l’ombrellino nel bicchiere gli avrebbe sparato un raggio laser.
Così i nostri due blob sia trasformavano in ciambelle per evitare i laser, o prendevano la forma di un igloo per proteggere la qualunque dalla lotta laser. In una parola: LASER!

Zok ZokIl drago spaziale
Zok è un drago spaziale che può emettere raggi laser (Toh! chi l’avrebbe mai detto?) dagli occhi e dalla coda. Poteva volare nello spazio e respirare fiamme. Insomma, uno scalciaculi non indifferente con un pizzetto alla D’Artagnan.

 

 

zandorZandorIl Boss (Hogg)
Zandor era il capo degli Erculoidi, ma nessuno ha mai capito perché ne dovessero avere uno visto che ciondolavano in giro dalla mattina alla sera finchè qualcosa arrivava dallo spazio e li attaccava. E quando ciò accadeva, la maggior parte delle volte il brillante piano di Zandor era quello di dividere tutti in squadre assurde. Roba tipo: “Zok, Igoo, Tundro. Voi stare qui a sorvegliare questa pietra mentre Gloop e Gleep vanno in giro ad acchiappare farfalle. Io prenderò mio figlio e andremo ad indagare su quegli strani rumori provenienti dalla fossa dei vampiri!
A volte però, quando Zandor era in giro per giungle, faceva un numero impressionante con le liane che neanche al Circo Orfei.

sarko4

taraTaraLa cretina
Tara, poverina, lei era una femmina in un cartone animato di Hanna & Barbera degli anni ’60, il che era un po’ come nascere su una sedia a rotelle.
Il suo unico scopo era di mettersi nei guai per farsi salvare dal resto della truppa. Se Tara stava cavalcando Tundro vicino a un baratro profondissimo e arrivavano i cattivi, per fuggire lei si gettava nel baratro. Era l’unico membro della squadra che aveva bisogno del tutore legale. I due Barbapapà erano continuamente a trasformarsi in materassi o paracadute per salvarla dalla sua stessa stupidità. Voi non lo sapete ma ogni volta che vedete un personaggio dei cartoni animati in equilibrio su un dirupo e non cade, è perché la gravità in quel momento è troppo occupata a cercare di uccidere Tara.

dornoDornoIl giovane rampollo

LOL

 

 

 

La prima serie originale de “Gli Erculoidi” era composta da 36 episodi di 11 minuti ciascuno che furono messi in onda a coppie per la prima volta negli States tra il ’67 e il ’69. Nel 1981, furono prodotti ulteriori 11 nuovi episodi che vennero inseriti nell’ambito di una antologia a cartoni animati della durata di un’ora e intitolata “Space Stars”. Gli Erculoidi erano appunto una di quelle “Stars” e stavolta invece che sul pianeta Amzot vivevano sul pianeta Quasar. Non so il perchè. Boh? Si vede avevano traslocato.

TRIVIA: Al di fuori della loro serie TV, gli Erculoidi sono apparsi in vari fumetti nel corso degli anni.

Herculoids

RI-TRIVIA: In Contemporanea al loro lancio in TV, gli Erculoidi fecero un’apparizione in un episodio di Space Ghost , “The Molten Monsters of Moltar “. Nell’arco della storia, Space Ghost, mentre combatte la potenza combinata di tutti i suoi nemici, incontra un certo numero di eroi targati Hanna & Barbera tra cui appunto, gli Erculoidi. L’incontro non era casuale. Doveva servire come promozione televisiva mentre stavano debuttando con la loro serie.

moltar21

RI-RI-TRIVIA: Tundro e Gloop appaiono in un episodio de “I Griffin” dal titolo ” 8 semplici regole per l’acquisto di mia figlia”. Nella scena, Gloop non riesce a ottenere il lavoro di baby-sitter da Lois. In segno di protesta, Tundro si presenta e le spara addosso le sue rocce esplosive.

 

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *