Guida pratica per sopravvivere al Natale 2017

Il Natale è il momento più magico dell’anno, più magico persino di quattro festività nazionali incollate insieme e moltiplicate per Pasqua. Molto tempo addietro era, ovviamente, un festival invernale celebrato da pagani tedeschi, e consisteva in grandi feste, canti natalizi, e felicità tutt’intorno, poi hanno incluso Gesù Cristo.
Oggi seguiamo quelle stesse tradizioni originariamente seguite dai tedeschi ( io, poi, ci lavoro addirittura per i tedeschi. Pensa un po’). Mangiamo pasti incredibilmente grassi, cantiamo canzoni che riempiono il cuore di felicità, e ci immergiamo in una depressione precoce in preparazione del rientro al lavoro nel nuovo anno che si profila all’orizzonte.

Certo, ci sono molte persone scettiche che dicono che Babbo Natale non esiste, che è impossibile che un uomo solo riesca a portare a termine un lavoro di consegna pacchi su così larga scala, il che è assurdo perché è palese che non abbiano tenuto in considerazione fattori decisivi come:

  • Differenza di fuso orario – Babbo Natale può fare tutto in una sola notte procedendo in senso inverso alla rotazione terrestre. È solo una questione di velocità di esecuzione e di dove si vuole, geograficamente, iniziare il lavoro.
  • Il fatto che non tutti festeggiano il Natale aiuta molto Babbo Natale perchè almeno si risparmia l’impiccio di passare dai posti dove non si radono o mangiano i gatti.
  • Babbo Natale ha una compagnia aerea molto affidabile e sempre all’avanguardia.

In base a questi fatti conclamati possiamo quindi dedurre che la possibilità che Babbo Natale riesca a consegnare tutti i suoi regali a chi glieli richiede può anche essere sottile, ma non completamente impossibile.

No, non è un attacco. È una celebrazione!

Comunque, il vero punto di forza di Babbo Natale è quello di portare la felicità a tutte le persone che gli credono, e, fidatevi, se esiste gente che può credere ancora che la terra sia piatta, allora sicuramente tante persone possono credere in Babbo Natale.
Noi, Cugini Del Terribile, ci rendiamo conto che la gente celebra il Natale in qualsiasi modo lo ritenga opportuno, tipo sedersi davanti a un camino acceso e cantare di cuore, o ubriacarsi in un vicolo e cantare di cuore. La stagione delle feste è arrivata e non c’è modo di fermarla. Anche il viaggio nel tempo è inutile, quindi rassegnamoci al fatto che è tempo di barricarsi in casa ed escogitare un piano. Lasciate perdere la sopravvivenza del più forte e tutte quelle merdate lì. Prendete carta e penna che vi spieghiamo tutto noi per benino:

1) Prima che le cose prendano una brutta piega occorre comprare dei regali per i vostri cari. Precipitatevi subito nei negozi prima che finisca tutto, o peggio, ci rimaniate intrappolati dentro insieme a orde di gente urlante e puzzolente. Questo può essere evitato attraverso l’uso degli acquisti su Internet, ma dove sta scritto che dovremmo fidarci di queste nuove tecnologie ai tempi di una terra piatta?

2) Supponendo che siate riusciti a portare a termine i vostri acquisti evitando di fare un incidente d’auto con altri disperati come voi, siete pronti per passare alla fase delle decorazioni. Per la giusta quantità di allegria natalizia, consigliamo una giusta scelta cromatica degli addobbi e della carta da pacchi atta ad accecare i membri della famiglia tramite oggetti lucenti.

3) Ora siete pronti per il Natale. Andate a letto e attendete la visita di un vecchio che viola il vostro domicilio per lasciare dei regali che non saranno quelli che gli avete chiesto.


NON C’È SOLO IL NATALE

Le feste iniziano con il 25 dicembre e proseguono fino al 6 gennaio. Quindi tutto quel casino con le pubblicità natalizie a partire da ottobre è un grosso errore di calcolo. Sì, ci rendiamo conto che così gli inserzionisti ci convincono che il loro articolo è superiore a tutto ciò che è mai stato concepito da mente umana, e che dovremmo comprarlo ADESSO, ma non cambia il fatto che, iniziando troppo presto, ci uccidano lentamente quel sentimento natalizio che muore nel preciso istante in cui si raggiunge indenni il giorno di Natale.
Ciononostante, dovrete essere determinati a celebrare il Natale nel modo che ritenete più opportuno. Alcune persone lo passano con il loro partner, facendo l’amore appassionatamente e scambiandosi doni (non necessariamente in quest’ordine). Altri decidono che la famiglia viene prima, e trascorrono la stagione della buona volontà con i loro cari. Niente fa più Natale che una casa piena di bambini urlanti e decine di parenti che non si sono mai incontrati prima e che, probabilmente, non vorremmo più rivedere dopo.


Noi Cugini Del Terribile non siamo senza cuore. Sappiamo che il Natale è un momento speciale dell’anno per tutti, che ci si creda o no, e non sarebbe Natale senza i regali. Quindi ecco il nostro regalo per voi: I NOSTRI PODCAST. Adesso siete in ferie, non avete più un cazzo da fare e un sacco di tempo libero, scorrete l’elenco che troverete QUI e ascoltateci. Non ne rimarrete delusi.
Buon Natale e Felice Anno da I Cugini del Terribile e Atom Radio. Il blog chiude oggi e riparte a Gennaio, dopo Befana. State bene.

 

email
Questa voce è stata pubblicata in Podcast, Real Life e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *