I Cugini Del Terribile : Il Podcast del vostro amato blogghino

i cugini del terribile 1.0Se domandate a me vi rispondo  STAR WARS. Se invece chiedete a Emiliano Buttarelli probabilmente vi farà il nome di Jeffrey Jacob Abrams. Cioè, magari non è che vi sa dire il nome esatto, però intende proprio lui: J.J.Abrams. Che nome strano, vero? Se lo pronunci tre volte di seguito, al buio davanti allo specchio del bagno, ti ritrovi nella redazione del Daily Bugle.
Di Geigei, quando sono andato a vedere il suo Risveglio Della Forza in quell’ormai lontano 16 dicembre 2015, ero rimasto sconvolto dal fatto che il film, per quanto gradevole, non avesse inventato praticamente niente. Ma cosa? Ma perchè? Ma chi sei? Dannato Geigei. Eppure è andata così, corridori, fidatevi, ma cos’è successo?

Eh, è successo che adesso bisogna fare i conti prima di cominciare a girare un film e la pratica del reboot/remake è sicuramente l’investimento più sicuro e redditizio che uno studio cinematografico possa fare. Adesso di remake ce ne sono talmente tanti in giro che si è perso il conto. Celo, celo, manca, celo, finito l’album dei remake! Inutile prendersi in giro, se rifai le cose vecchie vinci e le sale si riempiono grazie al marchio di fabbrica, al franchise.

Questo punto sembra ormai abbastanza chiaro nella mente degli spettatori, e allora? A parte questo com’è il Risveglio della Forza? È veramente solo uno speudo remake? . È veramente un’operazione commerciale sterile e fine a se stessa? NO. Come saranno i capitoli successivi della saga? LOL.
Di questo e di altre sfaccettature guerrestellareggianti abbiamo parlato io ed Emiliano Buttarelli, partorendo la puntata numero ZERO de I CUGINI DEL TERRIBILE, il podcast per vecchi padri nerd che il giovedì sera non giocano a calcetto e fanno, appunto, i podcast. Special Guest in collegamento dall’orlo esterno della galassia, Kylo Ren.

Soon on Chi non Corre è Perduto, obviously.

Release date: Lunedì 25 Gennaio, ché ci sembrava un buon giorno per morire.

Kaplà corridori, un’anteprima del podcast è udibile qui sotto.

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *