STAR WARS – Il Risveglio del Fan Service : La Rece senza spoiler

poster_il_risveglio_della_forzaE alla fine non ce l’abbiamo più fatta. La Forza era lì fuori che urlava già da un po’, picchiava duro contro il portone, suonava tutti i campanelli del condominio e diceva al citofono: «Sono io. Mi apri? Ho dimenticato le chiavi sul tavolo, accanto alla frutta». Al secondo piano, la signora Ceccaroni, presa alla sprovvista mentre cucinava la caponata  le ha aperto, e quella è entrata di prepotenza infilandosi da tutte le parti.
In un batter d’occhio avevamo La Forza nella televisione, nei cartoni animati, nelle automobili, nei telefonini cellulari, ovunque. Non si poteva fare a meno di vederla, troppo forte per resisterle.
E noi che cosa potevamo fare dinnanzi a tutta questa potenza di fuoco? Niente. Solo inchinarci al suo potere e fiondarci al cinema, che in casa non se ne poteva più, e almeno dopo le avremmo dato piena soddisfazione, un po’ come quando si andava al karaoke e tutti volevano che si cantasse. Provavamo a resistere, dicevamo di no in tutte le maniere, poi, alla fine, per sfinimento, prendevamo il microfono e abbozzavamo una canzone. Solo allora tutti si disinteressavano e ci lasciavano in pace.

star-wars-banner

Aspè che provo a farlo un pochino paraculo

Raramente nella vita ci si trova davanti ad un avvenimento di portata così epocale come è stato questo rilancio di Star Wars. Migliaia di tastiere sono state fustigate per descrivere quando e quanto gli avvenimenti della galassia lontana lontana ci tormenteranno fino (almeno) al 2019. Voi vi sarete di già rotti i garabadorri, lo so, ma il fatto è che finalmente la terapia è iniziata e Il Risveglio della Forza adesso è nelle sale, e io c’ero.

Quando imparerò a fare i selfie Lucas si ricompra il franchising

Quando imparo a fare i selfie, Lucas si ricompra il franchising

Cosa scrivere che non vi possa rovinare la sorpresa? Ben poco direi. Iniziamo dicendo che l’omino GeiGei non ha deluso le attese. Stavolta ha dovuto lavorare accerchiato, in team con altri che lo hanno vistosamente tirato per le orecchie quando partiva per la tangente, e si vede. Quello che ne è venuto fuori è uno dei film più paraculo della carriera paracula del rinomato regista. Geigei si è trovato a fare il dipendente in mezzo ad altri dipendenti, e in quanto tale ha svolto egregiamente il suo lavoro, da bravo soldatino. Che poi Star Wars NON sia Star Trek è indubbio. In questo caso nessuno lo ha incoronato reggente di un franchising alla canna del gas che aveva assoluto bisogno di essere rilanciato in QUALSIASI modo possibile. Qui c’era da amministrare un patrimonio accumulato negli anni che, anche se un po’ svalutato con i prequel, aveva un valore inestimabile in termini di guadagni passati, presenti e futuri.

Geigei sento già di odiarti ma un po' ti amo anche. Ti aspetto fuori tra 2 ore

Geigei sento già di odiarti, ma un po’ ti amo anche. Ti aspetto fuori tra 2 ore

Dunque? Che ha fatto Geigei? Si è comportato bene? Mmmh. In parte.
Ha fatto quello che si doveva fare. Ha rimesso in carreggiata Star Wars dopo il deragliamento dei prequel, fissando la sintonia del giocattolone sulla prima trilogia. Si è concentrato totalmente sul mettere a loro agio gli spettatori, rassicurali che tutte le vecchie cose che videro quasi 40 anni fà erano semprè lì, al loro posto, magari spostate di un paio di centimetri, ma le ritrovano tutte. Ha presentato le nuove leve, presentato i nuovi cattivi, ma la sostanza della storia è sempre quella vista in origine. Niente intrighi di palazzo, niente soap-opera bolsa e midiclorian a rompere i coglioni. Qui abbiamo di nuovo LA FORZA intesa come legame mistico che prescinde da tutto. LA FORZA scritta in maiuscolo.

11202447_10208437246477547_6222041789792271089_n

Qui è quando il Benassi ha tentato di buttarmi fuori dal cinema. Con LA FORZA, appunto.

Qual’è il demerito di questa operazione? Non ha coraggio. Non ha un briciolo di coraggio perchè non inventa niente di nuovo, batte strade sicure riciclando vecchi concetti, vecchie idee, idee SICURE, idee che funzionano, per carità, ma rimanendo in sostanza poco incisivo. Di Lucas si poteva dire tante cose ma non che fosse un codardo. Al tempo lui era un Dio nel suo universo, e come tale era capriccioso, creando e distruggendo a suo piacere, ma almeno sperimentava. Geigei non ha sperimentato niente. Ha solo messo in pratica alla meglio la lezione imparata dai maestri prima di lui, tant’è che per certi versi questo film ha più l’aria di un remake piuttosto che di un sequel vero e proprio.

disney-teaser

È facile la vita nel regno dell’omologazione

Mi è piaciuto? Sì. Perchè è quello per cui è stato creato. Per piacere ai fan.
È un film memorabile nell’economia dell’intera serie? Anche no.
Ce lo ricorderemo perchè sarà il riavvio della saga senza il suo creatore, ma i prossimi film, magari quelli sì, potranno dedicarsi allo sviluppo di una storia nuova che voli con le sue proprie ali e si renda indipendente da tutto quello che è accaduto prima.

Episode-7-Cast-e1418286412194

Ci sono difetti? Certo!
È Geigei al timone, mica Kubrik.
Abbiamo qualche personaggio sciupato, senza spessore, come Capitan Phasma. Abbiamo buchi logici disseminati a random e, soprattutto, abbiamo una netta divisione tra la prima e la seconda parte del film. La prima è un vortice che ti aspira giù in un gorgo di ricordi, strizzatine d’occhio ai vecchi film e corse a perdifiato in puro stile Geigei. La seconda rallenta vistosamente e comincia a claudicare dopo essere inciampata in diversi maccosa belli grossi. Il tono complessivo è molto oscuro rispetto a quanto si sia mai visto prima, gli stormtrooper sono ultra-nazisti, e Kylo Ren è una merdaccia.

Il finale? Dieci e lode.
Bello il metaforone della scalinata, bello il passaggio di consegne.
E allora che fate? Siete sempre lì? Andate a vedere Il Risveglio Della Forza che vi stanno suonando al citofono.

Cinema odeon ore 19.00. Ho le visioni di yoda che vende i pop-corn

Cinema Odeon, ore 19.00. Ho le visioni di Yoda che vende i pop-corn

email
Questa voce è stata pubblicata in Al cinema e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a STAR WARS – Il Risveglio del Fan Service : La Rece senza spoiler

  1. Ste84 scrive:

    Aspettavo con ansia questa rece! Primo perchè della stampa specializzata (e non) mi fido poco o nulla, a me interessano i pareri della gente comune che va al cinema con pretese diverse dagli esperti di settore o presunti tali. E in secondo luogo perchè tra i vari blog che seguo di cinema, giochi, ecc, ebbene, QUI io trovo quasi sempre il giudizio più equilibrato e in linea col mio pensiero.
    Lo dico perchè dai vari e contrastanti pareri che ho letto mi sono già fatto una precisa idea di questo film, che non ho ancora visto e che non vedrò fino a gennaio quando le masse di spettatori saranno meno soffocanti, e mi pare che ci sia unanimità sui difetti della pellicola con la differenza che alcuni la buttano in tragedia e altri, per fortuna, con occhio meno emotivo, capiscono che non siamo più nel ’77 e che dopo sei film e quello che è successo, tutto ha avuto una sua influenza nella realizzazione di questo episodio VII.
    Pare infatti che il difetto più criticato sia l’eccesivo fan service e probabilmente gli stessi avevano criticato la trilogia nuova per il motivo opposto. Il punto è proprio questo, io sono convinto che se la seconda trilogia non fosse mai esistita (magari!) questo film non avrebbe avuto alcun bisogno di calcare così la mano sul fan service e sarebbe stato diverso. Ma dopo tutte le torture psicologiche che Lucas ha inflitto a tutti gli starwarsiani del globo con la trilogia prequel, il pubblico deluso e incazzato doveva essere in qualche modo placato e rassicurato, non avesse avuto quell’onta da cancellare a tutti i costi, ripeto, sarebbe stato un altro cinema. Se poi a mio giudizio abbiano esagerato o meno lo potrò dire solo dopo averlo visto, ma sono abbastanza fiducioso sul fatto che piacerà anche a me.
    Concludo però dicendo una cosa, a questo film probabilmente perdonerò tutti i vari suoi difetti tra cui quello di cui si parlava prima ma da episodio VIII sarò certamente più severo. Qui si doveva riconciliare un pubblico amareggiato con un brand che è stato violentato dal suo stesso creatore ma che ha ancora delle potenzialità abnormi, e va bene, ma dal prossimo pretenderò certamente più originalità e coraggio.
    Comunque dai bravo JJ, non oso pensare a quali pressioni e stress sarà andato incontro sto povero diavolo nel dover girare un film così atteso e dall’eredità altamente asfissiante.

  2. Simone Guidi scrive:

    Bene, vedo che hai già la giusta predisposizione d’animo per la visione. È un film “confortable” e tu già lo sai, manca poco mettevano anche un omino vestito da Topolino all’uscita di ogni cinema per dire alla gente roba tipo: «Tranqui raga, va tutto bene. Il vecchio è in pensione, la baracca è nostra e non abbiamo toccato niente. È tutto al suo posto. È ancora lo Star wars che vi ricordavate da bambini. NIENTE PANICO!» 🙂 Cmq nutro molte speranze per lo spin-off ROUGE ONE, primo vero film indipendente di una nuova trilogia indipendente, e quindi capace di osare e, magari sì, INVENTARE qualcosa di nuovo a livello narrativo.
    L’omino Geigei anche stavolta ha vinto. C’è poco da fare Stè, volenti o nolenti alla fine ha sempre ragione lui.
    P.S.
    Mi sto organizzando con degli amici per farmi una seconda visione al cine. L’idea è quella di fare un brainstorming per compilare lo STAR WARS DESTRUCTION KIT. Un pratico kit consultabile on-line dove il risveglio della Forza verrà sbudellato, analizzato, smontato nelle sue parti più citazionisticamente ignorate per avere un’idea di cosa ci aspetterà nel prossimo film della nuova trilogia.
    Tu, ad esempio, lo sai chi sono i cavalieri di Ren? È roba da universo espanso e gioco di ruolo, ehehehe.

    • Ste84 scrive:

      Rouge One lo aspetto anch’io e mi devo pure sforzare di contenere l’ottimismo perchè ho la sensazione che ne uscirà un bel filmetto interessante. Ma la Disney non aveva sentenziato che l’universo espanso non valeva più una cippa?? Comunque sull’universo espanso sono ignorantissimo! 😀 A maggior ragione la vostra idea mi stuzzica per apprendere qualche chicca in più tipo i cavalieri di Ren che non avevo mai sentito. Bravi bella pensata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *