Esco a comprare le sigarette

TEMPO DI LETTURA: 2 minuti

Caro, carissimo corridore, anche quest’anno accadono cose grosse nella mia vita e a questo punto occorre discuterne insieme.
Cos’è cambiato? Chi o cosa devi particolarmente temere? Quanto forte bisogna bestemmiare per far sì che la nuova console Atari VCS sembri un prodotto serio? Quante emittenti radiofoniche stanno attualmente ignorando Prince per suonare il pezzo di Mahmood? Qual è la marca di merendine preferite dagli attori dei principali film fantasy degli anni ’80?
Tutti quesiti a cui questo blog può dare benissimo una risposta semplicemente navigando tra le sue pagine.
Ti piacciono i vecchi fumetti? Bene. Se clicchi sul menù di navigazione e scegli “fumettazzi”, accederai a una lista di tutti gli articoli presenti nel blog che trattano fumetti.
Se clicchi sul menù di navigazione e scegli la voce “cartoonacci”, avrai accesso a una lista di tutti gli articoli presenti sul blog che trattano cartoni animati.
Se clicchi sul menù di navigazione e scegli la voce “futuro”, no. Niente. Scoprirai che qui non c’è futuro perché si parla solo di roba vecchia, molto vecchia e molto nerd, o al limite nuova, ma solo se è correlata a quella vecchia.
Ebbene, riducendo il concetto all’osso: di quello che c’è, non manca nulla. Ma più precisamente: quello che c’è ti dovrà bastare per un bel po’.
Ho deciso di sospendere gli aggiornamenti a tempo indeterminato. Troppe cose da fare, troppi impegni da portare avanti e gestire a fronte di pochissimo aiuto per portarli a termine.
In questi tempi ultra veloci dove tutto passa da YouTube, Twitch, Facebook e Twitter, il blog è uno strumento troppo arcaico e, di conseguenza, obsoleto. Non sono in grado di essere più social di quanto non lo sia già. Non sono in grado di produrre più contenuti di quelli che già creo. Per questo motivo tiro i remi in barca e mi lascio trasportare dalla corrente per vedere dove andrò a finire.
Per te rimane questo piccolo mausoleo on-line. Esploralo, leggilo, goditelo se ci riesci. Io, per il momento, resto impegnato sul fronte dei podcast con UNA TRASMISSIONE DI NERDA e il mio account su Spreaker e iTunes (anche Spotify).
Intanto sto portando avanti un progettino personale. Non so quando lo terminerò. Erano anni che ci pensavo ma almeno adesso è iniziato. Ha a che fare con questi signori qui sotto. Quando e se lo terminerò, tornerò a farmi vivo.
Nel frattempo: lunghi giorni e piacevoli notti, ragazzi!

 

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

6 Responses

  1. MadMax ha detto:

    In bocca al lupo per il tuo progetto Simone, certo ti mentirei se ti dicessi che non mi mancherà leggere cose nuove sul tuo blog, era una piacevole lettura “retrocompatibile” con le mie passioni ed il mio pensiero.
    GAME OVER ed al prossimo…….. INSERT COIN (perchè la partita non finirà mai), ciao.

  2. Lorenzo ha detto:

    Aspetterò fiducioso il tuo ritorno su questo blog. Buona fortuna col tuo nuovo progetto.

  3. Ste84 ha detto:

    Nuooo questa si che è una brutta notizia… ormai le letture del blog erano diventate un attesissimo e spassoso appuntamento che donava un po’ di leggerezza a queste giornate gravate dal lavoro e dagli scazzi quotidiani!
    Eppure ti capisco e hai tutta la mia solidarietà, anche io mi accorgo che ogni anno che passa ho sempre meno tempo per seguire le mie svariate passioni e prima o poi pure io dovrò fare un po’ di ordine e sacrificare qualcosa. In più, se ritieni che il blog sia diventato obsoleto è giusto guardare oltre, ogni tanto si ha anche bisogno di nuovi stimoli.
    A questo proposito ti faccio tantissimi auguri per i tuoi nuovi progetti e… se magari anche solo una volta all’anno ti venisse voglia di scrivere due cose come ai vecchi tempi, io da affezionato corridore di tanto in tanto tornerò qui a vedere se c’è qualche news! 😉

    • Simone Guidi ha detto:

      Grazie Ste, certo mi riservo l’urgenza di scrivere qualora mi se ne presentasse l’occasione. Poco ma sicuro. Quello che mancherà sarà la continuità settimanale che tenevo da qualche anno. Certo, è anche vero che se mi si chiude la vena sono in grado di tirare giù un articolo dettagliatissimo in un oretta, ma è anche vero che altre volte resto impantanato e ci metto 4 giorni. Dipende dallo stato d’animo e se l’argomento trattato mi coinvolge di più o di meno. Quello che ti posso dire è che la scorsa settimana non ho sentito alcuna necessità di scrivere e quando è arrivato lunedì, beh, è stato lo stesso. Comunque grazie a te che sei sempre stato un lettore fedele e uno dei pochissimi a lasciare un commento. Grazie sai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *