L’eterna lotta tra il bene e il male

TEMPO DI LETTURA: 2 minuti

400836_45fa5cc_770x2000

A te che ti amareggi dico di non farlo. Non perdere tempo cercando di capire il senso esatto di quello che ho scritto. Perché magari, tra 10 minuti come tra 10 ore, potrei ripensarci e correggerlo, modificandolo di mia iniziativa. Forse mi potrei accorgere di aver scritto qualche imprecisione, più probabilmente potrei aver scritto un monte di cazzate.
Non ti dare pena di scrivermi email accorate con richieste di spiegazioni. Mi fa piacere riceverle, le leggo volentieri, sappilo, ma non le merito. Alla fine siamo simili, io e te, e i problemi VERI li lasciamo fuori da qui. I problemi sono altri e li risolviamo altrove, magari nell’intimo abbraccio di una discussione in cucina, facendo volare i piatti contro le pareti. Magari strigliando un po’ troppo un subordinato sbadato. I problemi reali non sono su internet. Sono altrove, almeno credo.
Quindi: PUSSA VIA AMAREZZA! Non ci serve. Gli diamo fuoco e la lanciamo lontanissima utilizzando una catapulta romana di Asterix.

E questo vale per te che ti amareggi, amico mio. Solo per te.

Per te che ti incazzi, invece, caro il mio pallette, il discorso cambia totalmente. Sono seriamente dispiaciuto per i tuoi problemi di peso. Sul serio. Non deve essere bello portarsi appresso quella buzza, soprattutto quando ormai si ha raggiunto un’età come la tua in cui il fisico comincia a sfaldarsi, a sfiorire e, ammettilo pure in tutta franchezza, si ha dei seri problemi a farselo venire duro. Mi scuso tantissimo per i miei modi sgarbati nei tuoi confronti. Ti ho negato il saluto senza neanche conoscerti? Davvero? Tu pensa che impertinente che sono stato?!
L’importante è che non te la prenda, che non ti agiti troppo. Sai com’è, nelle tue condizioni il cuore potrebbe tradirti in un attimo. Non ti consumare nella rabbia e la notte cerca di dormire, è fondamentale.
E poi, BALLA.
Dio Cristo, BALLA tanto. BALLA NUDO! Fallo in salotto. Dice che il moto fa tanto bene all’intestino e finalmente potresti tornare ad andare di corpo regolare. Sì, perché se stai sempre così incazzato è sicuramente a causa del fatto che non caghi, ti si legge in faccia.
Comunque sappi che io ti voglio bene, che sarò sempre al tuo fianco. Sono fiducioso che, alla fine, riuscirai a vincere la tua battaglia contro la bruttezza interiore ed esteriore, ne sono convinto. Quanto è vero Iddio e quanto è vero che con la parlantina che hai potresti fare il benzinaio.

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *