PAC-MAN: Le 20 cose che non sapevi e che forse ne potevi fare anche a meno

Chi non corre è perduto

Chi non corre è perduto

Se ti chiedessi cosa è successo il 22 maggio del 1980 probabilmente mi risponderesti: «Che roba ti sei fatto? Me ne fai avere un po’ anche a me?» Ma se ti chiedessi come si chiama quel gioco con i fantasmi e il labirinto pieno di puntini allora cosa mi risponderesti ? Sì caro, a 33 anni di distanza dalla prima apparizione di PAC-MAN diamo un’occhiata a come è nato e a come ha fatto a diventare uno dei giochi più adorabili mai fatti. I giochi di oggi sono così appariscenti e costosi che raramente riescono a centrare il punto, sembrano perdere di vista la cosa più importante per chi li gioca: Il divertimento. Per questo è sempre bello guardarsi indietro e vedere come un gioco semplice come Pac-man abbia toccato il cuore dei giocatori di tutto il mondo e rimanga uno dei preferiti di molti nel presente. E allora iniziamo, e ricorda: Chi non corre è perduto!

C’era una volta un tizio con gli occhi a mandorla che aveva fame.
Questa storia inizia così, con uno stomaco affamato che brontola, e finisce con Pac-man, con il modo in cui è stato fatto e come si sia guadagnato una tale popolarità.  Toru Iwatani, questo era il nome del tizio, entrò in un locale, ordinò una pizza, e dopo averne tagliato via una fetta venne folgorato sulla via di Damasco. Quella che stava osservando non era più una pizza, era Pac-man! E il gioco che gli era venuto in mente avrebbe ruotato attorno al concetto di mangiare. TANTO mangiare. Perchè alla fine alle ragazze piacciono i frutti colorati e se vengono loro in sala giochi dopo le seguiranno orde di omaccioni arrapati. Quindi ben vengano le ragazze, il tutto sarebbe stato concepito per loro.

La signorina è rimasta anche senza spiccioli

La signorina è rimasta anche senza spiccioli

Il gioco venne rilasciato per la prima volta nel 1980 in Giappone, ma non divenne molto popolare come, invece, lo era Space Invaders che stava già spadroneggiando. Così, originariamente chiamato Puck-man e trascurato in patria (Puka-Puka in giapponese significa Mangia-Mangia), più tardi, verso la fine dell’anno, venne inviato negli Stati Uniti e ribattezzato con il nome che conosciamo oggi. In America, con quel nuovo nome, Pac-man è stato un grande successo e un cambiamento significativo in confronto ai vecchi giochi a cui gli americani erano abituati. Non passò molto perchè anche il resto del mondo ne venisse affascinato e partecipasse alla grande partita. Se vi state chiedendo perché il suo nome venne cambiato, sappiate che gli americani pensavano che il nome Puck-man sarebbe stato facilmente storpiato in Fuck-man dai bontemponi. In fondo bastava poco, solo sostituire una P con una F. In Europa, infatti, i giochi nominati Puck-man possono ancora essere trovati. Un altro divertente fatto di Pacman è che uno può giocarci la partita perfetta se riesce a terminare tutti i 255 livelli senza mai perdere una vita. È stato fatto nel 1999 da qualcuno con un sacco di tempo libero.

Il livello 256 praticamente ingiocabile

Il livello 256 praticamente ingiocabile

Ma perché Pac-man è ancora così popolare dopo tanto tempo? Beh, ci sono diversi motivi. Uno di questi è che è veramente facile da giocare, non c’è niente di più elementare che pilotare Pac-man con un joystick a quattro direzioni: su, giù, destra o sinistra. CHIUNQUE sa usare un joystick in quel modo, altrimenti in pochi secondi è già in grado di capirlo, cosa che al giorno d’oggi è molto rara dato che la maggior parte dei giochi hanno controlli difficile che richiedono esercizio per essere imparati.

Cosa c’è di più facile e immediato di un Joystick?

L’altro motivo è il mangiare. Chi non ha voglia di trascorrere la propria giornata pensando solo a mangiare e scappando in fretta dai nemici? Questa unicità di Pac-man è chiaramente un motivo per cui il gioco è durato così a lungo.

Ma veniamo a noi e leggiamoci i 20 fantomatici punti:

1. Pacman è il gioco a gettoni più venduto della storia. Dimenticate “Street Fighter 2” e “Tetris”. Nel suo anno di debutto, più di 100.000 macchine Pac-man sono state costruite e vendute in tutto il mondo.

2. Namco stima che il titolo originale “Pac-man Arcade” è stato giocato più di dieci miliardi di volte nell’arco di 20 anni. I ricavi totali che Namco ha tratto da Pac-man hanno raggiunto i 100 milioni dollari…una monetina alla volta.

3. L’anno 1982 ha visto il debutto del cartone animato della ABC, “The Pac-man Show”. Per due anni funzionò alla grande e narrava di come Pac-man cercasse di salvare Pac-Land e i suoi amici dal malvagio Mezmaron.

4. In Brasile, il gioco è stato chiamato dai bambini “Come-Come”‘ (Mangia-Mangia, in portoghese). In Italia, lo stesso suono venne definito come un insignificante “Gabo-Gabo”. In Spagna è stato chiamato “Comecocos” (mangiatore di cocco).

5. Jerry Buckner e Gary Garcia storpiarono pesantemente la canzone “Cat Scratch Fever” di Ted Nugent e la trasformarono in “Pac-man Fever”. La canzone fu un successo siderale negli USA e ne ho ampiamente parlato QUI.

6. Esistono decine di versioni hacked di Pacman e Ms. Pacman. Questi giochi offrono al protagonista Pac-man un bonus di velocità con la semplice pressione di un pulsante o labirinti più impegnativi con una complessa serie di ghirigori.

7. Ci sono volute sette persone e 15 mesi di lavoro per completare il titolo originale “Pac-man arcade”. Quattro lavoravano sull’hardware e tre lavoravano sul software.

8. Pac-man e i suoi familiari viaggiano più veloci del 20% attraverso labirinti che sono stati ripuliti dai puntini rispetto a quando li stanno mangiando.

9. Pacman è stato concesso in licenza a più di 250 aziende per oltre 400 prodotti. Di Pac-man esistono deodoranti, scatole di cereali, telefonini, costumi, libri dei record, e anche una macchina truccata.

Pac-Man-custom-vehicle

A me la scosciata please…

10. Il mondo delle imprese ha cooptato il nome di Pac-man come tecnica per la protezione contro una scalata ostile. Quando una società che si difende riesce invece ad acquistare l’azienda più grande che la insidia, allora ha effettuato una mossa finanziaria conosciuta come la “Difesa Pac-man”.

11. Nel luglio del 1999, Billy Mitchell, un residente della Florida e pesante fan di Pac-man,  ha ottenuto il primo punteggio perfetto della storia (3.333.360 punti), dopo aver giocato per sei ore di fila. Ha battuto tutti i primi 255 schermi, ha mangiato ogni puntino, frutta e fantasma (ogni volta tutti e quattro i fantasmi sono stati mangiati con una sola pillola energetica) e lo ha fatto utilizzando una sola vita di Pac-man!

Billy e le sue 40 vergini nel paradiso Giapponese di Namco

12. Le pillole di energia disseminate nel labirinto che Pac-Man deve mangiare per difendersi dai fantasmi, in origine dovevano essere grossi biscotti.

13. I 4 fantasmini hanno un proprio nome, ma nelle varie localizzazioni del gioco e negli Hack ne hanno assunti di nuovi. I nomi ufficiali della versione americana sono: Inky, Blinky, Pinky e Clyde.

14. Pac-man e tutti i giochi dove è presente un parente della sua famiglia hanno 255 livelli giocabili. L’ultimo livello, il 256, è teoricamente ingiocabile perchè il gioco “sclera” e rende il labirinto parzialmente invisibile. Ciò non toglie che qualcuno sia riuscito a giocare e finire anche quel livello.

15. Inizialmente i fantasmi del gioco dovevano essere dei mostri. Solo in fase di sviluppo quasi ultimata venne deciso di optare per la forma di spettro. Il loro colore però doveva essere il rosso, uguale per tutti, così come il loro schema di comportamento nel gioco.  Solo dopo che Iwatani presentò al suo boss un sondaggio interno a riguardo, venne deciso di avere dei fantasmi multicolori e degli schemi di comportamento diversi per non annoiare il giocatore.

16. La grandezza totale del programma “Pac-man arcade” è inferiore ai 24Kbytes. All’incirca NIENTE rispetto ai 4 Megabytes di una  canzone media da Itunes e i 2 Megabytes di un video da 1 minuto su Youtube.

17. La sequenza della morte di Pac-man, il modo in cui si dissolve, fu ispirato dall’esplosione dei fuochi artificiali.

18. Nell’edizione del 2005, il Guinnes dei primati annoverò Pac-man come “Il gioco coin-op con più successo al mondo”. Nell’edizione del 2010, nominò Pac-man come “Il personaggio di un videogioco più facilmente riconosciuto dal 94% degli americani”

19. Il labirinto di Pac-man contempla 240 puntini da mangiare più 4 pillole energetiche. Il fantasma rosso insegue usando sempre il percorso più breve, il fantasma rosa tende ad aggirare per prendere di sorpresa, il fantasma azzurro segue uno schema random imprevedibile, il fantasma arancione è l’unico ad avere uno schema fisso che lo rende il meno pericoloso di tutti.

20. Il labirinto di Pac-man più grande del mondo è stato creato dai fans ed è giocabile on-line a QUESTO indirizzo.

Nonostante l’età, 33 anni suonati, Pac-man ha sempre un certo appeal soprattutto tra i fruitori più giovani. Per questo l’impero del MALE Disney ne ha acquistato i diritti per poter produrre un cartone animato che andrà in rotazione sul canale dedicato DISNEY XD a partire dal 7 settembre di quest’anno, “PAC-MAN and The Ghostly Adventures”.

320

email
Questa voce è stata pubblicata in Le cose che non sapevi, Retrogames e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a PAC-MAN: Le 20 cose che non sapevi e che forse ne potevi fare anche a meno

  1. Marco scrive:

    Ancora oggi, nonostante l’età, nel vedere la pallina gialla, mi suscita emozione.
    Un personaggio dei videogiochi che ha segnato un epoca, la mia, i famosi GOLDEN AGE per i videogiochi ( gli anni 80).
    Pac man e tutti i suoi derivati, Ms Pac man, Jr Pac man e tanti altri rimangono i miei preferiti.

  2. camilla scrive:

    giocare a pacman è come dire non essere capaci di disintossicarsi di una droga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *