Pac-man the fan movie: e ti sembra perfino una cosa decente

TEMPO DI LETTURA: 3 minuti
Pac-man Fan Film

Pac-man Fan Film

“Retro is the only future” dicono gli amici di iocero.com, e sono pienamente d’accordo. Come possono aver intuito quei quattro gatti e due cani che vengono a leggere in questi lidi, io sono un retrogamer incallito. A me di “CALL OF DUTY BLACK OPS 2” non me ne potrebbe fregare di meno, mi accontento del MAME con un fantastilione di ROM ed è carnevale tutto l’anno. Poi basta soltanto guardare la testata del blog per avere qualche fondato sospetto. Per quelli come me il mondo si è fermato nel 1995, con l’uscita della playstation 1 e il sorpasso qualitativo dei videogiochi casalinghi rispetto a quelli da sala giochi. E come le sale giochi, i miei simili sono quasi estinti. Siamo l’equivalente di un videogioco cabinato, SCOMPARSI. Certo, c’è da dire che gli anni d’oro ce li siamo goduti. Uuuh se ce li siamo goduti…

Bei tempi si…

In fondo cosa ne sanno i Ggiovani d’oggi di una giornata passata in sala giochi? Niente. Cosa ne sanno di quella puzza di fumo che ti impolpava i vestiti? Dei piantoni intorno al videogioco del cuore per carpirne i segreti dalle esperienze degli altri? Il lucido da scarpe che ti rifilavano quando tentavi di concludere affari con chi non conoscevi? Niente. Non ne sanno niente.
I Ggiovani d’oggi giocano a casa comodamente seduti sul divano, con la coca-cola fredda a portata di mano e una consolle che, se ce l’avevo io ai bei tempi, ci avrei sparato un razzo sulla luna. Si, lo so, sono discorsi da vecchio, ma il fatto è che IO SONO vecchio, e una buona dose di retorica la devo elargire ogni tanto, sennò mi vengono i TIC.

Comunque quell’epoca mi ha lasciato tanti bei ricordi e qualche mito. Uno di questi è PAC-MAN, che se la gioca alla pari con l’idraulico baffuto mangiatore di funghi. Pac-man è senza dubbio un’icona degli anni 80 e, oltre ad aver lasciato il segno nel decennio dal punto di vista musicale, ha impresso il suo marchio su una vagonata di altri prodotti di largo consumo, tra cui un cartone animato di Hanna & Barbera che vegetò per due stagioni.

A Pac-man ci gioco sempre, sono uno di quelli che se mai lo ritrovasse in qualche bar  sperduto tra le montagne e i lupi, la monetina per la partita riuscirei a spendercela, anche se fosse quella che mi sarebbe servita per chiamare il carro attrezzi. Quindi, quando mi sono reso conto che era in giro un fan film a lui dedicato e non me n’ero accorto, ci sono rimasto un po’male. Soprattutto per il fatto che questo fan film è di altissima qualità e potrebbe benissimo costituire una base di lancio per qualcosa di più corposo. Voglio dire, a Hollywood hanno avuto il coraggio di produrre un film basato sulla BATTAGLIA NAVALE che non aveva un verso. Anzi no. Il verso ce l’aveva, ma era diretto puntato verso il fondoschiena di Rihanna. Perchè non Pac-man allora?
Accattatevillo il filmatino e giudicate voi:

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

2 Responses

  1. Cristiano ha detto:

    Articolo giustamente approvato, benedetto e lodato dallo St@ff IoCero.com in persona! 😉 RetroIsTheOnlyFuture!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *