Gli spot forvianti di Atari nel 1982

Siamo nel 1982 e Atari vende videogiochi ai ragazzini. Fermiamoci un attimo a rifletterci su. Se sei un ragazzino nel 1982, deve per forza essere la cosa più figa della storia, no? Guardi le pubblicità e ti vengono di quelle cose in mente… Fai un giro nel negozio che li vende e rimani abbagliato dalle brochure, i poster, i cartonati… Accendi la televisione e vedi di quegli spot… Ma ehi! Chiunque tu sia, caro responsabile del marketing Atari, sappi che sei un grande e quando morirai ( e credo che adesso lo sia di già) andrai nel paradiso dei ragazzini esaltati con la bava alla bocca. Grazie di cuore, responsabile del marketing Atari. Grazie davvero per quei magici momenti.
Peccato che, oltre a essere un colpo di genio, le tue pubblicità siano anche totalmente ingannevoli. Solo guardando le copertine dei giochi ti si formano in testa immagini di un qualcosa che in realtà non esiste. Un qualcosa di bellissimo in cui i nemici cercano di fottere il ragazzino sbagliato, ovviamente, e quei nemici ne avrebbero pagato le amare conseguenze, che è, in effetti, un po’ quello che succede in tutti i videogiochi ma, ahimè, per quanto riguarda quelli Atari, con una resa visiva mooolto più annacquata rispetto all’originale in sala giochi.
Tenetevi forte a me. Facciamo un bel balzo indietro negli anni ’80.

Continua a leggere

Pubblicato in By television, Le cose che non sapevi, Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La giungla si e’ animata e lo ha rapito : PREDATOR

È divertente quando ci pensi. A 30 anni di distanza, tra tutti i film di Predator, solo quello originale è considerato un cult. Questo perché tutti i film sfornati da Hollywood negli ultimi cinquant’anni possono essere suddivisi in due categorie: qualsiasi altro film e Predator.
Oh, sicuro, anche Predator 2 ha alcuni momenti solidi, ma il punto è un altro. Nell’economia di un franchise che ha accolto tra le sue file anche cani randagi come Roul Bova e il nasone di Adrien Brody, è sempre venuto a mancare un personaggio come Arnold Schwarzenegger. La gente si aspettava di rivedere un protagonista muscoloso e cazzuto tipo Arnold, e invece: nisba. È mancata quel tipo di perfezione che solo Schwarzenegger e un manipolo di eroi enormi in quella maniera hanno saputo dare al primo film nel 1987. A tal proposito, vi posto una veloce diapositiva qui sotto, estratta direttamente dall’archivio dei film carismatici. Tanto per darvi un’idea.

Continua a leggere

Pubblicato in Al cinema | Contrassegnato , , , , , , , , | 2 commenti

Atari Box – Cosa aspettarsi : Affinita’-Divergenze fra il compagno Bushnell e noi

Di Atari, lo sapete, ve ne ho scritto parecchie volte sulle pagine del blogghino, ed è l’unico motivo per cui sono sicuro al 100% di ricordare quello che vi ho raccontato. Siccome verba volant, scripta manent; quando ne ho voglia posso fare una ricerca con chiave “Atari” e salta fuori di tutto: l’Atari parlata, l’Atari divertente, l’Atari delle cazzate, l’Atari inventata, l’Atari dei prototipi, ma mi venisse un colpo se andavo a pensare che sarebbe uscita una nuova console e ci sarebbe stata un’Atari di Atari Box. Tu vedi il caso, certe volte…
Sembra proprio che toccherà ad Atari Box portare il pesante fardello del revival vintage. Funzionerà? Non funzionerà? Subirà lo stesso beffardo destino di suscitare divertimento nell’immediato e totale oblio sulla lunga distanza come per le mini console di ATGames? C’è un solo modo per scoprirlo: alla macchina del tempo!

Andiamo!

Continua a leggere

Pubblicato in Retrogames | Contrassegnato , , , , , , , | 4 commenti

I Cugini Del Terribile intervistano SLASH stasera alle 19 su ATOM RADIO

Quando incontri un idolo e scopri che è idolo vero. Emiliano Buttarelli si introduce nel backstage del concerto di Madrid dei Guns N’ Roses e intervista uno spiazzante Slash. Continua a leggere

Pubblicato in Podcast | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Paradigmi dal manuale del vampiro modaiolo : Ragazzi Perduti

Correva l’anno 1987 e Twilight, con quella checca isterica di Edward Cullen, era ancora il sogno bagnato di uno sceneggiatore sotto Prozac. Negli anni ’80 non si scherzava per niente. Erano i giorni in cui gli uomini erano uomini, gli alieni erano alieni, i vampiri erano… Urgh… VAMPIRI! Ogni singolo film che usciva al cinema proponeva un manipolo di celebrità teenager impegnato a cercare tesori, vendicare mentori, stirare gente cattiva e, occasionalmente, blastare mostri. Se poi il manipolo di teenager proprio non c’era, di teenager ne bastava solo uno (ma belloccio) che si trasferiva con la famiglia in California per via delle esigenze lavorative del genitore separato, e il gioco era fatto. Incontrare un bullo stronzo che ti menava e un anziano giapponese che ti insegnava il Karate, era un vento. Finire per scontrarsi con una banda di teenbiker vampiri guidati da un terribilissimo Kiefer Sutherland, una giacchettata. Perché, come tutti sanno, nessun film degli anni ’80 avrebbe senso se la gente smettesse di andare in California. Il problema è la California, ragazzi. Solo quella.

Tutti gli anni ’80 in un sassofonista solo
Continua a leggere

Pubblicato in Al cinema | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

GUNS N’ ROSES IMOLA 10/06/2017 : A che servono i giovani quando il rock lo fanno i vecchi?

C’era una cosa che tutti quanti noi assenti a Torino nel 1992 aspettavamo da tempo: un concerto che desse ai Guns N’ Roses il posto che meritano nella storia del rock.
A Imola accade proprio questo. È un grandissimo concerto che li idolatra, li mette su un piedistallo, gli fa eseguire i loro pezzi più importanti, le mosse basilari, decidere il perché e il percome la loro storia si andata a ramengo e poi ricominciata a colpi di avvocato e contratti di ferro. Per questo motivo li massacra, ma poi, di nuovo, li innalza grazie a una superba prestazione dove un astro splendente come Richard Fortus riesce a mettere in ombra Slash in più riprese.
Magnifico concerto, artisti granitici, musicisti carismatici, personificazioni della lotta.

Continua a leggere

Pubblicato in Musik | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

I Beatles di drogarsi : The Beatles Yellow Submarine


Chiedete a qualsiasi viticoltore e vi dirà che il trascorrere del tempo può migliorare un vino oppure renderlo imbevibile, ma non saprete mai niente con certezza prima di aprire la bottiglia.
Lo stesso vale per il film a cartoni animati dei Beatles, Yellow Submarine, che è ormai vecchio di quasi cinquant’anni e adesso sembra inguardabile.
Sì, certo, il tempo è passato e la lotta per il significato degli anni ’60 è stata ridotta agli slogan pubblicitari degli anni ’90. Gli stessi Beatles non esistono più e la psichedelia è finita relegata in un capitolo nell’enciclopedia del diciannovesimo secolo.
Nonostante questo, però, Yellow Submarine resta una grande colonna sonora, e suona meglio oggi di quanto potreste mai immaginare. Il film, invece, è per palati fini, e lo si manderebbe giù meglio se il mondo fosse ancora semplice come lo è stato allora, ma non per questo è imbevibile.

Continua a leggere

Pubblicato in Cartoonacci, Musik | Contrassegnato , , , , , , , , | 2 commenti

GUNS N’ ROSES HISTORY – ROAD TO IMOLA stasera alle 22,45 su ATOM RADIO

Giunge al termine la nostra cavalcata rievocativa della storia dei Guns N’ Roses. Stasera su Atom Radio, opportunamente incapsulata all’interno della trasmissione This Fuckin’ Noise, vi inoculeremo via audio l’ultima puntata dello specialone dedicato ai Ganzi e Rozzi. Speciale Guest: Zip Faster dei M.I.L.F.

Continua a leggere

Pubblicato in Musik, Podcast | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Beatletoons : la vera storia dietro al cartone animato dei Beatles

«Sei più un tipo da Beatles o da Rolling Stones?» Ieri sera ho fatto questa domanda all’amico Danny Phaser. Ovviamente, non è che doveva piacergli uno e fargli schifo l’altro, eh?! Potevano piacergli entrambi, ma di certo non potevano piacergli allo stesso modo. A un certo punto doveva scegliere, e quella scelta gli avrebbe mostrato chi era veramente.
Questa è una filosofia che si può applicare a praticamente ogni aspetto della vita, e quando si parla di cartoni animati, io non ho mai avuto dubbi: puoi essere un tipo da Mazinga o un tipo da Goldrake. Un tipo da Bugs Bunny o un tipo da Duffy Duck. Ma se ti fai delle paranoie su cartoni animati del genere, l’unica cosa certa è che sei un tipo ben stagionato e forse, dico FORSE, c’è una piccola possibilità che tu abbia intravisto da lontano anche i cartoni animati dei Beatles.

Continua a leggere

Pubblicato in Cartoonacci, Musik | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La sorpresa nell’ovetto : I Cugini Del Terribile stasera alle 19 su ATOM RADIO

Pur amando tantissimo il nostro amico alieno a 2 zampe, ci sono volte che ci fa disperare per la sua incontrollabile voglia di sfondare crani e fare pipì nel prato. Le piante, a causa dell’acido molecolare contenuto nelle sue urine, seccano completamente.
Cosa fare a riguardo? La sterilizzazione aiuta molto in questo senso, ma occorre trovare qualcuno che abbia il coraggio di fargliela. I Cugini Del Terribile possono darvi questo e mille altri utili consigli per rendere la vita col vostro amico Alieno più tollerabile.

Special Guest: OrediOrrore Continua a leggere

Pubblicato in Al cinema, Podcast | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti