Chi non corre è perduto : Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a farsi

3

Onorare Halloween: Nightmare – Dal Profondo Della Notte e le cose che non sapevi

Visto l’approssimarsi del gran galà degli spaventarelli e vista l’aria che tira in generale, mi concedo la visione di un classico di genere e ripenso ai bei tempi lieti quando al cinema dominavano i cloni di Michael Myers e Jason Vorhees intenti a liberare il mondo delle ragazzine urlanti in topless. Per me la serie dei film di Nightmare ( a quel tempo conosciuti senza la collocazione nello stradario: “On Elm Street”)  è stata una rivoluzione. Non solo era molto eterea e soprannaturale, ma aveva come protagonista un cattivo da sballo: Freddy Krueger, uno che poteva ucciderti solo se eri...

0

La dura legge dello spin-off : Dastardly e Muttley e le macchine volanti

Il 1969 fu una grande annata che vide verificarsi due eventi estremamente significativi per la storia della civiltà umana. 1) Per la prima volta l’uomo mise piede sulla Luna. 2) Lo studio d’animazione Hanna & Barbera fece debuttare Scooby Doo in televisione. Uno di questi due avvenimenti segnò profondamente il corso della storia e condizionò il futuro della nostra specie sotto tutti i punti di vista, infatti Scooby Doo divenne piuttosto famoso nel mondo e in seguito generò numerosi spin-off di cui ormai si è persa memoria, ma la vera storia degli spin-off a cartoni animati iniziò quando alla Hanna...

0

Una Trasmissione di Nerda – Ep. 1-5

Uè Nerdosi! Vi siete persi i primi cinque, atomici episodi di “Una Trasmissione di Nerda“? N.C.S. testine! Ma non temete, il mangianastri Bit-ellonico è sempre acceso ed è pronto a registrare non soltanto le scottanti interurbane intergalattiche tra grigi e rettiliani che fan scattare la libidine al nostro Starfox Muder, ma anche gli episodi di nerda andati in onda su Atom Radio ogni lunedì in prima serata alle 21.30! Ascoltateveli tutti d’un fiato, compreso il puntatone sull’alieno-reggae Predator diretto dai nostri veterani di nerda: I Cugini Del Terribile! Bionic Cummenda

0

Urrà! Ecco l’articolo su Brusaretro 2018!

Riassunto delle puntate precedenti: QUELLI CHE… I VIDEOGIOCHI bello, location spettacolare, tantissimi cabinati fighissimi come se non ci fosse un domani, esperimento riuscito ma purtroppo collassato su sé stesso; VICORETRÒ rivelazione dell’anno, difetti risolti, gente che si spende in marketing, e Luca Cusani vince. Penso che le mie intenzioni quando ho deciso di andare a BRUSARETRO fossero di dare una certa dignità a un evento di cui ho SEMPRE sentito parlare da dodici anni a questa parte, ma che alla fine non ho mai trovato né la voglia né il coraggio di visitare perché percepito come roba da parrucconi. Quel...

0

Scusate la polvere: Te lo ricordi Andrea Pazienza?

Nei giorni scorsi mi è stato fatto notare che sono abbastanza vecchio da ricordarmi chi sia Andrea Pazienza, ma non sono abbastanza giovane da apprezzare le ultime novità Manga. Voi ve lo ricordate ancora Andrea Pazienza? Ricordate quello che ha fatto? A me manca tantissimo. Era una fonte di emozioni. Vederlo disegnare era come assistere a uno spettacolo; sorprendevano la rapidità e l’incisività del segno, ma anche la capacità di passare dal dramma alla commedia nell’arco della stessa tavola. Il fumetto sta all’arte di Paz come il cemento sta a un grattacielo. In ogni piano di questo immenso grattacielo, Pazienza...

0

Thanos Libera Tutti : gli universi cinematografici Marvel e DC a confronto

A un certo punto, verso la fine degli anni ’10, presosi tutto il tempo necessario per ricordarsi a malapena il rischio di bancarotta corso nel 1996, Marvel Comics si evolve. I fumetti non tirano più come una volta, i bei tempi del mercato fiorente sono lontanissimi, e le prospettive per i supereroi su carta sono decisamente fosche. Non pare lo stesso al cinema. Già nel 1989, il Batman di Tim Burton aveva dimostrato che un pubblico ad attenderlo c’era. All’inizio del millennio, la trilogia di Raimi dedicata all’Uomo Ragno era stata una pietra miliare della cinematografia fumettistica, e il reboot...

0

Gioia E Rivoluzione Videoludica : Spy Vs Spy

L’altro giorno porto mia figlia di 8 anni al compleanno di un suo compagno di classe. Il fatto che io indossassi una T-shirt con sopra stampata una schermata di Pac-man deve aver contribuito a farmi identificare come un “vero esperto” di videogiochi agli occhi dei genitori presenti, al che mi sono sentito sottoporre un sacco di domande da parte di una madre incerta nell’acquisto di una Playstation4 piuttosto che una Switch per il suo giovanissimo rampollo. Tralasciando il fatto che la povera stolta non riusciva proprio a capire che suo marito aveva già bello e che deciso per la PS4...

2

Nasoni versus Rastamanni : PREDATORS

Il primo film di Predator lo abbiamo già gustato su questo blogghino ed è giustamente considerato un classico. Rilasciato nel 1987, opponeva Arnold “La Quercia Austriaca” Schwarzenegger a un cacciatore alieno grosso il doppio di lui. La regia di John McTiernan insieme alla colonna sonora tribale di Alan Silvestri ci regalarono un thriller bello teso e punteggiato da dialoghi supermacho infinitamente citabili su infiniti status di facebook. Nel 1990 arrivò il divertente ma indubbiamente inferiore Predator 2, e purtroppo con lui il franchise si beccò una legnata secca sulla testa dalla quale non si riprese più, scadendo gradualmente nel territorio...

4

Scott Pilgrim Vs. The World with more videogames and more botte

Ciao, vi presento La Simpatia, è arrivata direttamente dal pianeta Non Me Lo Aspettavo. Prego, venga avanti Signora Simpatia. Vuole dire qualcosa ai nostri lettori? «Sì. Grazie per l’ospitalità Signor Guidi, volevo dire che Scott Pilgrim Vs. The World si presenta come un film per adolescenti in fissa per i videogiochi picchiaduro, tra mosse combo e fatality, ma il suo cuore batte per i fumetti ed è una variazione di quel tema supereroistico già ampiamente sviluppato in casa Marvel. A volerla dire tutta non è neanche particolarmente moderno nel suo raccontarsi visto che ha una trama rigidamente orizzontale proprio come...

0

Synthwave Music: nostalgia canaglia da Gunship a Master Boot Records (and many others)

È inutile, ve lo devo dire. Lo sapete, magari posso trovare modi più eleganti per dirlo, meno traumatici; però, alla fine, cari corridori miei, tocca sbattervi in faccia la cruda realtà e poi, oh, decidete voi cosa fare. Se andare avanti a leggere questo articolo o no, se andare andare avanti ad ASCOLTARE questa musica o no: la verità è che il Synthwave è l’unica speranza che è rimasta a coloro che vivono in questo decennio musicalmente agro e triste, e vi spiego perché. Tanto per iniziare tornate indietro agli anni ’80 e prendete FUGA DA NEW YORK, le apocalittiche...

1

Buoni propositi dopo le vacanze: Una Trasmissione Di Nerda

Sono indiscutibilmente stupefatto. L’altro giorno sono lì a casa di Starfox Mulder e lui mi mostra tutte le foto che ha fatto nel suo recente viaggio in Giappone:  «Vedi qui? È quando ci siamo arrampicati sulla cima del monte Fuji. E questo? Vedi? Qui è quando abbiamo pranzato al ristorante della Square-Enix».  Starfox mi racconta di quanto è fica Tokyo mentre i cubetti nei nostri calici tintinnano galleggiando in un ottimo scotch scozzese e sul giradischi suona un vecchio disco di Renato Carosone. Affascinante, vero? Io e Starfox di nuovo insieme, come ai vecchi tempi. Stento a crederci. «… poi,...

6

Sledgehammer e una modesta quanto sacrosanta celebrazione di Peter Gabriel

Noi ogni tanto perdiamo di vista le questioni importanti, ci lasciamo confondere da quello che sentiamo al telegiornale, dai bastian contrari sul Facebook, nei reality show in televisione e nelle tendenze di youtube, ma c’è stato un tempo in cui la musica arrivava ai giovani principalmente grazie a un videoclip in un programma musicale, ed è giusto che su questo blog, ogni tanto, vi conceda il lusso di una modesta quanto sacrosanta celebrazione di quel tempo. Ho iniziato con i videoclip sporcaccioni. Avete presente, no? L’altro giorno, però, mentre ero lì che facevo il punto sull’evoluzione della musica pop dai...

0

Return Of The Tentacle Prologue : il sequel non ufficiale che non ti aspetti

Ieri sera sono stato combattuto. Ho pensato che se non mettevo qualcosa di clamoroso di lunedì mattina non vi svegliavate per bene. Che potevo fare? Seguire la marea e il google trend postando i trailer del ComicCon di San Diego, oppure osare parlandovi di una produzione indie che mi sfrizzola il velopendulo? Sarò onesto: i trailer del ComicCon sono già tre giorni che me li guardo su youtube e mi avrebbero anche un filino rotto il cazzo, e poi, oh, qui abbiamo un titolo sul quale non si può assolutamente discutere. È il sequel di Day Of The Tentacle! Che...

1

Roba Da Intenditori : Ralph Supermaxieroe in sala giochi

Era il 1983 quando nel decimo episodio della terza stagione di Ralph Supermaxieroe intitolato “Maghi e Stregoni” il nostro eroe fa il suo ingresso in una sala giochi per sfidare un vero monstercade. Un cabinato di Tempest(Atari) con il pannello di controllo di Scramble(Konami) che permette di giocare ad Advanced Dungeons and Dragons:Cloudy Mountain per Intellivision. Perché accade questo? Esiste davvero una tale Chimera video ludica? È più semplice di quanto si pensi. Assolutamente NO. Per non pagare le royalties ad Atari per il suo Tempest, i produttori preferirono creare in sala montaggio questo mostro strano in modo che non...

0

Catturare la bestia indossando pantaloni ascellari : PREDATOR 2

Molti dei film che ho amato e con i quali sono cresciuto quando ero diversamente vecchio sono ancora quelli che rivedo volentieri oggi, e sono diventati mainstream. Questo non significa che abbia un gusto incredibile nell’ambito della settima arte, né che mi attacchi come una cozza alla glorificazione dei tempi che furono. Ognuno giudica e sceglie in base alle esigenze della propria personalità ed estetica. Quello che so è che ci sono dei film che quando sono usciti al cinema mi sono interessati il giusto ma poi ho rivalutato nel corso degli anni. Uno di questi film è Predator 2. Forse perché...

2

Ice Ice Baby : THE TERROR – la rece della prima stagione

Io, ad esempio, non lo sapevo. Senza un motivo preciso, così, dal niente, mi sono ritrovato a guardare The Terror pensando di trovarci dentro un sacco di gente intirizzita, incazzata e in preda al panico che rimane intrappolata in ambienti chiusi affrontando i mostri di Lovecraft armata di un cucchiaio e tanto istinto di sopravvivenza, il tutto mentre guarda in cagnesco il proprio vicino pensando che potrebbe essere IL MALE© sotto mentite spoglie. Dopo un’analisi più accurata, ovvero dopo aver guardato tutti e 10 gli episodi di questa serie invece di dare per scontate cose a caso tanto per, emerge...