Chi non corre è perduto : Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a farsi

4

Vampiri playboy che ti soffiano la ragazza : AMMAZZAVAMPIRI

La butto lì, i miei film di vampiri preferiti sono quelli ambientati ai giorni nostri, quelli che prendono l’antico mostro che spesso ha centinaia di anni e lo contestualizzano nell’ambiente moderno. Ovviamente, NO, non sto parlando di QUESTO, e se lo avete anche solo pensato il servizio di sicurezza provvederà a sbattervi fuori da questo blog con la velocità di un tappo di champagne. Sto parlando di cose serie come Ragazzi Perduti, Dal Tramonto All’Alba, e robe così. Per arrivare finalmente al punto, Ammazzavampiri è giusto quello che mi mancava per aggiungere più carisma e sintomatico mistero a questa virtuale...

0

Orgoglio e Pregiudizio e Commodore : Dal Commodore 64 al C64 Mini

Arriva il C64 mini e siamo contenti, ma per entrare in empatia con lui dobbiamo tentare di ricordarci a che punto stava la tecnologia a metà degli anni Ottanta. Adesso concentratevi. Chiudete gli occhi e calatevi in situazione: [dissolvenza] Mentre noi abbiamo un amico figo con un home computer, il mondo del cinema e della televisione comincia a sfruttare questo argomento per raccontarci storie futuribili che di colpo diventavano plausibilissime. La rivoluzione informatica ha luogo portando in ogni famiglia italiana uno strumento grazie al quale si riesce a fare cose apparentemente impossibili se non dentro a un episodio di Star...

0

The Great Videogames Swindle : Di Billy Mitchell, Todd Rogers, e Twin Galaxies

Ha ancora senso per me parlare di videogiochi arcade nel 2018? I primi che ho recensito sono stati quelli laser di Don Bluth, con Dragon’s Lair e compagnia bella, nel lontano 2012, anno di fondazione del blogghino. Da allora non li ho più mollati: Pac-Man, Donkey Kong e pure Crystal Castles. Ne ho giocati parecchi, ne ho recensiti altrettanti e, parallelamente, ho scoperto un mondo di gente che li adora e ci gioca con impegno ancora oggi. Vere e proprie organizzazioni che certificano la veridicità di un record, veri recordman, uomini immagine promotori di sé stessi e di tutto l’indotto,...

5

Buongiorno galassia : la prima stagione di Star Trek Discovery

Ciao, mi chiamo Simone Guidi e penso che sia il momento di fare il punto su Star Trek e quello che Gene Roddenberry avesse in mente. Bene. Diciamo che il vecchio Gene voleva aprire una finestra sull’umanità e mostrarci come noialtri, intesi come specie, potessimo trionfare sui nostri fallimenti. Voleva dirci che in fondo (ma proprio in fondo, eh?!) abbiamo il potenziale per elevarci al di sopra dei nostri istinti più bassi ed essere veramente delle brave persone. Il tutto avvolto e confezionato in un contesto di avventure, eccitazione, e signorine verdi sexy. Roddenberry ha usato il suo telefilm di...

0

Messo insieme con lo scotch: la rece di The Cloverfield Paradox

Nel corso degli ultimi dieci anni è capitato un sacco di volte. Nelle sue produzioni, Jeffrey Jacob Abrams ci racconta una storia, durante la storia accade un incidente clamoroso che getta i protagonisti in una situazione precaria e molto, molto pericolosa, ci si imbatte in un mostro, si scopre un piano malefico estremamente arzigogolato che era lì pronto da tipo 40 anni, o si piomba direttamente in un ambiente che se non è proprio alieno, è totalmente assurdo. Poi, così, di colpo, la trama sfugge di mano e assume dei risvolti incomprensibili. Si eleva a un livello di interpretazione che...

0

L’ordine è un crimine. La rivolta è il bene : breve compendio ad ATARI ADVENTURE in vista del film tratto da Ready Player One

Col cazzo che nel 1979 ci si era dimenticati del fomento. I videogiochi sbarcano nei salotti dei giovani americani alimentandolo con titoli come questo Adventure, e fanno la storia, accidenti se la fanno. Negli USA tutti giocano ad Advanced Dungeon & Dragons e mamma Atari si ritrova protagonista di una rivoluzione che cambia e cambierà le aspirazioni ludiche di svariate generazioni a venire. I suoi programmatori sono gli alfieri di quella rivoluzione, sono le rockstar di quel megaconcerto, e non vogliono certo restare in disparte a guardare, anzi, cercano di emergere, cavalcare l’onda. Ecco perché è un buon momento per...

7

Era meglio il libro : la lista definitiva di tutte le citazioni in Ready Player One

Avete capito che mi è piaciuto Ready Player One? No??? Si tratta di quel libro scritto da Ernest ClinAHAHAHAHA – No. Vabbè, niente, volevo iniziare con una vena umoristica. Lo so, lo so. È un mese intero che lo tiro in ballo con il pretesto dei videogiochi e vi pigio i maroni nel pestello. Il punto è che c’è un bel po’ di cose da dire. Il film ancora non lo abbiamo visto ma a giudicare dai trailer potrebbe essere benissimo una merda. Ci sono le astronavi, i robottoni, i videogiochi arcade, la DeLorean, i supertizi e i laser. Bello...

2

LA TEMPESTA PERFETTA : breve compendio ad ATARI TEMPEST in vista del film tratto da Ready Player One

Devo dire che registrare trasmissioni radiofoniche per Atom Radio è più scomodo di quanto pensassi – lo studio è piccolo, buio, senza aria condizionata, e il frigorifero è sempre vuoto.  Allora per tirarmi su di morale ho inforcato la Harley, riempito le bisacce di fumo, e solcato le lunghissime autostrade americane talmente a manetta che sono tornato indietro nel tempo, arrivando a Sunnyvale, California, dove si trovava Atari nel 1980. Proprio lì, una volta piantato il cavalletto, realizzo che l’innovativo videogioco TEMPEST di Atari è un tassallo fondamentale nella trama di Ready Player One, il romanzo di Ernest Cline, ed...

0

A ovest di una casa bianca : breve compendio a ZORK in vista del film tratto da Ready Player One

Se Roma ha la GNAM (Galleria Nazionale d’Arte Moderna), Bologna il MAMBO (Museo d’Arte Moderna BOIogna) e a Napoli c’è il MADRE (Museo d’Arte contemporanea DonnaREgina), CHI NON CORRE E’ PERDUTO ha pensato bene di collaborare con il MUCO (MUseo d’arte COntemporanea) di Varese. Qui, a detta dei critici, insieme alle peggiori opere dei più grandi artisti contemporanei, sono esposti i più vecchi e importanti videogiochi mai creati da mente umana. Tra gli altri, un datatissimo JOUST, un decrepito DUNGEONS OF DAGGORATH, un drammatico ADVENTURE, e un vetusto PAC-MAN. Francesco Muzzopappa è l’amministratore del museo e ci lavora da parecchi...

4

Nascosto nel TRASH : breve compendio a DUNGEONS OF DAGGORATH in vista del film tratto da Ready Player One

Quasi tutti quelli che disponevano di un computer nei primissimi anni ’80, cosa tra l’altro NON scontata a quei tempi, hanno assistito ai vagiti dei videogiochi di ruolo e delle avventure grafico/testuali. Su queste frequenze ho trovato occasione per citarvi le avventure grafiche di Scott Adams e della LucasArt, per dire, ma prima di esse c’erano veri e propri pionieri tipo Ultima e l’inossidabile Zork. Come al solito questi giochi traevano ispirazione dalla letteratura fantasy, dai film e dai fumetti. E anche se ad oggi vengono ingiustamente sottovalutati non godendo dell’attenzione che meritano, avevano un’enorme carica innovativa e, soprattutto, didattica....

0

PIUME DI STRUZZO : breve compendio a JOUST in vista del film tratto da Ready Player One

Succede che mi vada a rileggere i vecchi articoli e spesso (non sempre, per fortuna) ci trovi dentro parecchi motivi di insoddisfazione. Vuoi gli errori grammaticali, vuoi gli svarioni lessicali, vuoi questa ceppa di minchia; alla fine questi scritti mi lasciano l’amaro in bocca, tipo come andare a vedere Gli Ultimi Jedi, per dire. Solitamente cerco di intervenire correggendo al volo, apportando modifiche qua e là e tutto si risolve, ma, oh, con questo articolo dedicato a Joust di Williams Electronics non c’è proprio stato verso. Mai come adesso, e soprattutto dopo che mi sono andato a rileggere per la...

0

Guida pratica per sopravvivere al Natale 2017

Il Natale è il momento più magico dell’anno, più magico persino di quattro festività nazionali incollate insieme e moltiplicate per Pasqua. Molto tempo addietro era, ovviamente, un festival invernale celebrato da pagani tedeschi, e consisteva in grandi feste, canti natalizi, e felicità tutt’intorno, poi hanno incluso Gesù Cristo. Oggi seguiamo quelle stesse tradizioni originariamente seguite dai tedeschi ( io, poi, ci lavoro addirittura per i tedeschi. Pensa un po’). Mangiamo pasti incredibilmente grassi, cantiamo canzoni che riempiono il cuore di felicità, e ci immergiamo in una depressione precoce in preparazione del rientro al lavoro nel nuovo anno che si profila...

0

Shin Fottutamente Godzilla : un mostro che spacca tutto per benino e fa tanto riflettere

Ve lo ricordate l’ultimo film di Godzilla? Sì, bravi. Proprio quello di tre anni fa. Quello americano pubblicato da Legendary Pictures e diretto da quel signor regista chiamato Gareth Edwards che poi ci ha regalato Rogue One: A Star Wars Story. Ecco. Mentre quello di Edwards è tecnicamente un film di Godzilla, questo Shin Godzilla è la prima produzione giapponese di un film di Godzilla dal lontano 2004. Toho ha ingaggiato lo sceneggiatore e regista Hideaki Anno, la mente che sta dietro al fenomeno critico e commerciale anime che è, ed è stato, Neon Genesis Evangelion, e lui, insieme al suo...

4

Masticare Amaro : La rece senza spoiler di Star Wars Gli Ultimi Jedi

Dove eravamo rimasti? Ah già, Star Wars Il Risveglio della Forza! Il miglior riavvio possibile per un film che copia e incolla troppi validi concetti mutuati da Una Nuova Speranza (con l’unica eccezione di colui che dovrebbe essere un cattivo carismatico ma finisce per assomigliare all’assistente del professor Bunsen dei Muppets). Nuovi personaggi che raccolgono lo scettro, due o tre scene che fanno in pieno il loro sacrosanto dovere, qualche battutina con il retrogusto dei Guardiani della Galassia, Han Solo ingiustamente sacrificato, Mark Hamill mito semi-umiliato, il carisma della prima, vecchia trilogia che regge il resto; in generale un buon prodotto,...

4

Mostrologia di Natale : I GREMLINS

Lo devo ammettere: i Mogwai sono sempre stati i pupazzetti che mi hanno affascinato di più nella storia del cinema. A livello di design erano una scommessa mica da ridere: una razza di piccole creature pelose simili a roditori, simili a koala, simili a primati, con grandi orecchie e tre dita tozze a mani e piedi. Il risultato fu eccellente, tanto più che, se mangiavano dopo mezzanotte, potevano anche mutare forma e trasformarsi nei temutissimi Gremlins! Dal punto di vista estetico non c’erano cazzi, e i Gremlins sono stati uno dei più grossi successi di tutti i tempi. Il cinema...

2

Trak ball Atari e signorine allegre che fanno la vita al CES del 1983

Un tizio si sveglia in una camera d’albergo e non sa chi è, perché è lì e come ci è finito. Non fosse per il fatto che è nudo, legato al letto con i cavetti di due Trak Ball, e accanto a lui riposa la pornostar Lisa De Leeuw, neanche voi lettori riuscireste a capire che è uno dei principale ingegneri Atari: Dan Kramer. Come logica conseguenza della perdita di memoria, Dan comincia a urlare robe tipo: « AIUTO! COSA DIAVOLO CI FACCIO QUI?» e così facendo sveglia Lisa e altri due troioni vestiti una da dominatrice Sadomaso e l’altra...