Politicamente corretto, STAR WARS: il risveglio della forza [teaser 2]

TEMPO DI LETTURA: 1 minuto

Questa volta c’è tutto. Il teaser politicamente corretto di Star Wars: Il Risveglio Della Forza è on-line da appena 4 ore.
Che dire? C’è tutto quello che ci dovrebbe essere per dare la paghetta allo spettatore medio con un enorme bagaglio di aspettative.
Abbiamo l’ammicco a Darth Fener, abbiamo il negro che ansima e suda perchè, essendo negro, lo inseguono per fargli la pelle, abbiamo le fughe BUM-BUM dentro ai relitti BUM-BUM, abbiamo la fusione mentale con C1-P8, abbiamo il passaggio di testimone con spada-laser, abbiamo il cattivone nero che salta su e fa bubusettete, abbiamo i nuovi stormtrooper disegnati dalla Apple, abbiamo anche Harrison Ford ultra-vecchissimo che fa la battuta carismatica, cosa può desiderare un consumatore più di questo? Giudicate voi.


Un film che non può e non deve far cagare.
Star Wars: Il risveglio della forza, prossimamente a Natale sul pianeta NOSTRO, mica quello di qualcun’altro.
Understand?

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

2 Responses

  1. Ste84 ha detto:

    Beh direi che non c’è molto da dire a parte che… non vedo l’ora!! Quella vecchia volpe di JJ sta seminando hype a valanga, altro che tremiti nella forza. Ogni immagine, ogni rumor e, specialmente, ogni teaser rimbalza per tutta la rete creando speculazioni e nerdgasmi come non vedevo dai tempi di Avatar (forse superandolo pure). Comunque concordo al 101%, questo film non potrà e non dovrà far cagare. Semplicemente non se lo può permettere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *