Tagged: andrea babich

2

RetroEdicola Videoludica : VIDEO GIOCHI del Gruppo Editoriale Jackson

Immaginate la scena. Sono i primi anni ’80 e il boom dei videogiochi e dei computer domestici sta esplodendo in tutta Italia. Da Milano a Palermo, le case di tutto il paese sono invase da microcomputer e console, mentre nel 1983, migliaia di bambini italiani strappano eccitati la carta di un regalo di Natale o di compleanno trovandoci dentro un Atari 2600, uno ZX Spectrum e, molto probabilmente, un Commodore 64. I videogiochi, insieme alla BMX, sono il regalo più ambito dalla stragrande maggioranza dei ragazzini, e molti genitori senza una vaga idea di cosa siano o come si possano...

0

I miei compiti per le vacanze : La recensione de I mondi di Super Mario

Sia chiaro, io non leggo un saggio dal 2007, da quando, cioè, un amico docente di filosofia mi regalò SENTIRE DIO, ovvero, l’immaterialismo come via per un’interpretazione mistica dell’esperienza, poi ho (giustamente) smesso. In generale, però, nessuno mi regala mai libri, neanche a Natale, probabilmente perché amici e conoscenti sono convinti che io sia una persona superficiale e di poco spessore culturale, oppure che i miei gusti siano lontanissimi da un qualsiasi modello che le attuali convenzioni sociali possano definire come “ammodo”. In realtà non sono uno di quelli che la sera si mette in poltrona a leggere un buon...

2

Il fondamentalista videoludico : di quando guardai lo streaming di kenobisboch e ne fui pienamente soddisfatto

Premessa personale: quando scrivo di videogiUochi, d’ora in poi esclusivamente qui visto il mio abbandono del PROGETTO GESÙ , non lo faccio per fare accademia; per quello esistono le persone serie, lo faccio per il puro piacere di farlo, senza secondi fini ma con una gran voglia di rivivere, scrivendolo, quei momenti che mi hanno fatto tanto esaltare nei verdi anni della gioventù. Alle volte spero addirittura che, leggendo, qualcuno delle nuove generazioni possa interessarsi a questi giUochi e provare a rigiocarli, pensa un po’. Detto questo, non ci guadagno niente ammettendo la mia grande simpatia verso la Kenobisboch Production,...

0

Troppi videogiochi in un cartone solo : i riferimenti ai vecchi videogiochi nei cartoni animati moderni. [TEEN TITANS GO!]

Mentirei spudoratamente dicendovi che non sono un grande fan dei videogiochi arcade, mi hanno dato tanto, ma che dico “tanto”. Sono stato CRESCIUTO dai videogiochi arcade?! Durante i fine settimana degli anni 80 avrei potuto trovarmi a Viareggio come a Helsinki, non sarebbe cambiato niente, l’unica cosa che ricordo sono le ore passate dentro la sala giochi (viareggina o finlandese che fosse) davanti al cabinato di turno. Perciò fidatevi corridori: se vi dico che per me i videogiochi arcade sono una cosa fottutamente importante, sono una cosa fottutamente importante. E lo sapete per chi sono altrettanto importanti? Per gli sceneggiatori...

0

La sanguinosissima guerra del retrogaming 4: Per vincere bisogna epurare i traditori

Milano, sul cornicione dell’hotel, un ragazzo, spalle al muro, rivolge alla strada sottostante uno sguardo terrorizzato. È Marco Costa, redattore del sito REBOOT RETRO. Appiattito contro la parete respira affannosamente prendendo grosse boccate. Un colpo di vento gli fa svolazzare un lembo della T-shirt e per un attimo la faccia sorridente di Mario stampata sopra assume l’espressione di un ghigno rabbioso. Giù in strada si sono già accorti di lui. Una vecchia con una busta dell’Esselunga gonfia all’esplosione gli punta contro il dito raggrinzito. Una ragazza con lo smatphone all’orecchio parla nervosamente coprendosi la bocca con la mano. Capannelli vari...

0

A VIDEOGAME SUMMER: intervista a THE SANGRE

A Montecarlo? Ma siete fuori??? Ditemi che motivo avrei io per andare nel principato di Monaco. A parte per intervistare THE SANGRE, ovviamente. Sì, lo so che da quelle parti sono un abituè, nei casinò mi chiamano per nome e il mio yacht è stato avvistato più volte nei paraggi, non ho detto che non ci vado mai, sto solo dicendo che, a parte THE SANGRE, non ho validi motivi di andarci ADESSO. Detto questo: sì, sono cosciente del fatto che THE SANGRE è ormeggiato anche lui da quelle parti per trascorrerci le ferie, così, un po’ per coincidenza, un...

0

Kenobit, il retrostreaming su VIDEOGIOCHI e le coliche renali

Prima o poi doveva saltar fuori il discorso su Fabio KENOBIT Bortolotti. Lo conoscete? Sicuramente no, ché siete vecchi dentro e c’avete una vita che manco Paolo Brosio. Io e quelli di THE RETROGAMES MACHINES invece, che com’è noto viviamo a duemila, ci abbiamo scambiato commenti sul gruppo un botto di volte e quindi possiamo dire: «Sì, noi a Fabio lo conosciamo BENISSIMO». Capito? Bene. Partendo da questo assunto leggo un suo tweet in cui dice che viene a suonare a Montelupo, in provincia di Firenze, ma adesso vi lascio a una sigletta atta a trasmettervi la fotta che avevo...

0

Ho visto anche dei tentacoli felici: Remembering Day Of The Tentacle

Come dimenticarsi Il Giorno del Tentacolo? Probabilmente è una delle più divertenti avventure punta-e-clicca della mai abbastanza compianta LucasArts. Un’avventura che ha la particolarità di non essere soltanto punta-e-clicca, ma punta-e-clicca-e-ridi. Sì-sì. Day of the Tentacle (titolo originale) è una mutazione demente di un gioco d’avventura che fonde in sé elementi di fantascienza, tipo un burbero tentacolo antropomorfo che vuole conquistare il mondo e una macchina del tempo con il quale salvarlo, con un’ironica presa per il culo della storia degli Stati Uniti. È innegabile che la trama di questo gioco sia brillante, ma i suoi personaggi lo sono ancora...