Tagged: atari 2600

0

Le migliori conversioni cinematografiche per Atari 2600

Ci sono molte cose che si possono sbagliare quando si crea un videogioco. E molti modi per poterle sbagliare. C’è però un solo modo per sbagliarle tutte quante insieme nel peggior modo possibile. E quel modo, non ve lo sto neanche a dire, è E.T. di Atari. Milioni di tastiere sono state già abbastanza martoriate per descrivere questo increscioso avvenimento, il quale, nella memoria collettiva dell’atariano medio, è diventato sinonimo di disincanto e forse a maggior ragione, frustrazione. Quello stesso tipo di frustrazione che si prova quando qualcuno parcheggia davanti all’ingresso del garage e tu sai benissimo che se anche chiamassi i...

0

L’ordine è un crimine. La rivolta è il bene : breve compendio ad ATARI ADVENTURE in vista del film tratto da Ready Player One

Col cazzo che nel 1979 ci si era dimenticati del fomento. I videogiochi sbarcano nei salotti dei giovani americani alimentandolo con titoli come questo Adventure, e fanno la storia, accidenti se la fanno. Negli USA tutti giocano ad Advanced Dungeon & Dragons e mamma Atari si ritrova protagonista di una rivoluzione che cambia e cambierà le aspirazioni ludiche di svariate generazioni a venire. I suoi programmatori sono gli alfieri di quella rivoluzione, sono le rockstar di quel megaconcerto, e non vogliono certo restare in disparte a guardare, anzi, cercano di emergere, cavalcare l’onda. Ecco perché è un buon momento per...

0

Ray Kassar colpisce ancora: Easy to Learn, Hard to Master – The Fate of Atari

Non so se ci avete fatto caso (è una domanda trabocchetto così capisco chi non è un vero fan del blogghino e lo caccio fuori), ma quest’anno è caduto il 40esimo compleanno della console Atari VCS. Per festeggiare, noi Cugini Del Terribile con il supporto del Signor Santilio e dei Bit-elloni, abbiamo fatto un mese intero di programmazione a tema su Atom Radio, e addirittura uno speciale dedicato. Questo lo abbiamo fatto noi che siamo fan nel nostro piccolo. Chi è fan nel suo grosso, invece, lancia una campagna su Kickstarter per produrre l’ennesimo documentario e… Ci riesce raggiungendo clamorosamente...

2

La delusione e’ un sentimento che non delude mai: Il punto su Ataribox

Ne ho già scritto a giugno, quando tutti si pensava che Ataribox meritasse un’analisi più approfondita che in quel momento, con quei dati a disposizione, proprio non si poteva fare. Lo pensavo io. Lo pensavate voi. Lo pensavano tutti. È difficile prodursi in valutazioni sulla base di una fotografia. Sulle fotografie si fanno ipotesi, non valutazioni che possano andare oltre all’applicazione di un criterio estetico. E in effetti l’idea di Ataribox contiene tutti i miei ingredienti preferiti (morboso fanboysmo, esaltazione per la novità, nostalgia e voglia di rivivere antiche emozioni, dubbio che sia una perculata), tuttavia è talmente insensata e...

0

La vecchiaia non è cosa per signorine : Buon Compleanno Atari 2600

A grandissima richiesta, torna il mese di Atari! Lo so cosa vi state chiedendo: Richiesta di chi? C’è mai stato un mese di Atari prima? Perché non un mese di Intellivision, allora? Oppure il mese di SuperNintendo, la settimana del Mega Drive, il giorno della PlayStation, il nanosecondo del Vectrex? Pochi discorsi, corridori. Settembre è il mese di Atari, punto e basta. Fatevene una ragione. Adesso concentratevi perché vi sto per dire una cosa importante: esattamente l’11 Settembre 1977, la console meglio ricordata di casa Atari veniva messa in commercio; si chiamava Atari VCS. Quest’anno l’Atari VCS segna il suo...

0

Buon Compleanno Atari 2600 : Il mese di Atari su Atom Radio

L’evento più atteso della storia è tornato, l’11 settembre 2017 la console Atari 2600 compirà quarant’anni, e nulla sarà più lo stesso. Chi sarà in ascolto su Atom Radio, e nello specifico chi sarà in ascolto ogni lunedì di quel mese alle ore 19, potrà avere il privilegio di sentire I Cugini Del Terribile che faranno il punto della situazione sulla storia di Atari. Cosa è stato, cosa è cambiato, cosa non va bene, di quante vasche idromassaggio dispone attualmente Nolan Bushnell, e quanto sia opportuno aspettarsi da Atari Box.

0

Troppi videogiochi in un cartone solo : i riferimenti ai vecchi videogiochi nei cartoni animati moderni. [CLARENCE]

Ok, hai più di 40 anni e ti piacciono i cartoni animati, hai bisogno di aiuto? Forse sì, ma se la dobbiamo mettere su questo piano, fossi in te, ne approfitterei e mi giocherei l’aiuto da casa per risolvere anche altri problemi che questa vita agra e ingiusta ti para davanti ogni singolo giorno. Il fatto è che tua moglie ha un lavoro ingrato che la tiene fuori di casa dalle 10 alle 12 ore al giorno, e tu, solo tu, in famiglia sei il punto di riferimento. Talmente di riferimento che finisci per diventare il migliore amico, il più...

0

Orgoglio e Pregiudizio e Atari: Il regno di Ray Kassar (1978 – 1983)

L’altro mese parlo con Emiliano Buttarelli e mi dice: « Vorrei fare un podcast cazzone per celebrare la storia di Atari, però fatto in maniera che lo capisca anche un ubriaco e ci si possa divertire facendo le congetture what if ». « Vedi tu il caso, boss », gli dico, « noi siamo mesi che ci dilettiamo con i what if di Atari. Adesso, ad esempio, io sono qui ospite di Nolan Bushnell che bevo un mojito e sto discutendo sulla possibilità di realizzare una console sequel del Jaguar dal nome PlayFava. Lui vuole la retrocompatibilità con i titoli...

0

Orgoglio e pregiudizio e Atari : Il regno di Nolan Bushnell (1972 – 1978)

Nolan Bushnell è un soggettone del mondo dei videogiochi. Uno dei; quanti saranno? Sette, otto di quel mondo lì che proprio non si posso ignorare. Ognuno di voi avrà i suoi preferiti, ne sono certo, per cui, per evitare di menarci subito forte e vedermi scrivere nei commenti «ma non hai citato questo che è troppo il migliorissimo!», non menzionerò nessun’altro, ma anzi, articolerò la questione un filo meglio. Nolan Bushnell è uno dei soggettoni del mondo dei videogiochi. Il suo operato ha definito il concetto di videogioco commerciale. S’è inventato qualcosa, come ha fatto (prima di lui?) il suo...

0

Tanks a lot, Battlezone : Le 10 cose che non sapevi e che forse ne potevi fare anche a meno

Credo di avervi già raccontato di quanto mi piacerebbe essere il fortunato possessore di un bombardiere. Sì, credo proprio di sì. Almeno un paio di volte. Quello che non vi ho detto è che, in mancanza di un bombardiere, mi potrei legittimamente accontentare anche di un più modesto carro armato. Nei miei sogni di boy-scout ho questo fermo immagine mentale di un PANZER tedesco dal quale sbuca fuori la mia testolina con gli occhialoni, e se ne va a spasso per la città sfasciando roba. Questo sicuramente accadrebbe in quel mondo giusto dove i privati cittadini potessero andarsene in giro...

0

What if Atari avesse continuato a dominare il mondo dei videogiochi (1976-1984) Parte 2

Amici, in questi giorni di letizia ricorre l’anniversario dei 30 anni di Super Mario, un iconico personaggio diventato fenomeno di costume e che Atari ha contribuito a portare nelle case di ogni videogiocatore del pianeta. Bello vero? State navigando sulle pagine di un blog dove tutto può accadere. Il secondo episodio della saga che vi apprestate a leggere appartiene infatti all’universo delle storie immaginarie che scaturiscono dalla mente mia e di Emiliano Buttarelli, entrambe poste in collegamento wi-fi Madrid-Lucca. Un brainstorm dove viene frullato un po’ di tutto: libri, serie tv, fumetti, per poi essere risputato qui sul blog. Per...

0

What if Atari avesse continuato a dominare il mondo dei videogiochi (1976-1984) Parte 1

Gennaio 1984 Sono anni belli negli Stati Uniti d’America: il popolo dei videogiocatori casalinghi è sempre attivissimo e appassionato, i media non considerano morto il business dei videogiochi, la società produttrice di videogiochi e hardware Atari è ancora padrona di più della metà del mercato e riesce a sfornare prodotti il cui valore qualitativo è nettamente superiore all’attuale media (tarata su “diarrea”). Novembre 2013 Durante il Lucca Comics, mentre vago per i vicoli cercando inutilmente una posto libero in una pizzeria adusa all’impiego della mozzarella di bufala, vengo tramortito e scaraventato in una cantina da due energumeni col passamontagna. Mi...

0

I fondamentali : vedi Space Invaders e poi muori

Corridori, qui si parla del gioco dal quale è iniziato tutto! Beh, magari non è esattamente così se si contano Pong, Space Wars!, o quel gioco di tennis raffazzonato che fecero con l’oscilloscopio. Va bene, va bene, lo ammetto, NON è il gioco dal quale è iniziato tutto, però è sicuramente il gioco che ha reso grande l’industria dei videogames ed ha inaugurato quello splendido periodo di innovazione tecnologica e meraviglia adolescenziale che fu la Golden Age dei videogiochi. La Golden che?! Sì, dai corridori, quell’esaltante periodo che si collocò tra la fine degli anni ’70 e il 1985, in...

0

Sparare sul pianista: Di Atari 2600, di Matteo Bordone, e di altre sciocchezze su Wired di Settembre

Molta polvere ha sollevato l’articolo di Matteo Bordone comparso sul numero 65 di Wired, quello di settembre attualmente in edicola. È rimbalzato sulle pagine facebook dedicate al retrogaming come fosse una pallina di “Pong” per poi schiantarsi direttamente sulla pagina Tumblr di Frankie hi-nrg mc con lo stesso fragore del botto della Morte Nera quando Luke decise di mostrarle tutto il suo vigore.

0

Stasera polpettone: KRULL. Il film, il videogioco arcade e quello per VCS

Ovvero: quello che non si fa per una figa. Krull era uno di quei classici film che rendevano le piovose domeniche pomeriggio al cinema un po’ più sopportabili. Niente di che come aspettativa, però poteva anche essere bello, in caso contrario, quando si usciva dal cine magari era tornato il sole. Da quei tempi nutro ancora dell’affetto, nonostante tutti i suoi difetti e la pesantezza della storia in sé. L’idea non era poi malaccio: fare un film dove potessero convivere il genere fantasy e quello fantascientifico usando un elevato budget di produzione. Fighissimo, no? Finalmente qualcosa di nuovo! Basta con...