Tagged: automan

0

Non ho paura dei computer, ma della loro eventuale mancanza : Atari Club Med

Ultimamente mi è capitato di scrivere diversi articoli sulla mai abbastanza compianta Atari, di seguirla nelle sue evoluzioni più del normale, e devo dire che per una volta che azzecca qualcosa di vagamente divertente (vedi Atari Box), ce ne sono altre tre che ti fanno rimpiangere il fatto che non sia più quella dei bei tempi andati. Seriamente! Questa cosa mi fa incazzare. Capisco che gli anni sono passati e Nintendo was the new, e Sony IS the new, però, Atari era davvero una società che si prestava a iniziative rivoluzionarie, spesso senza senso, è vero, però osava. E tra...

4

Gli effetti di TRON sulla gente : AUTOMAN

ATTENZIONE: guardare troppo a lungo le strisce riflettenti presenti in Automan potrebbe indurre i lettori del blog alla completa sottomissione. Non fissate le lucine blu altrimenti non uscirete mai più dagli anni ’80. Anzichenò cercate di guardare Automan con un misto di ironia e genuino apprezzamento perché grazie a lui capirete quanto sia stato importante Tron per la computer grafica e per tutti i ragazzi che sono cresciuti in quell’epoca, nel bene e nel male. E adesso beccatevi una sigla che, come al solito, vi strapperà un sorriso e restituirà fiducia nel sol dell’avvenire.

0

In principio era TRON, e non e’ che si stesse poi cosi’ male

Nell’anno del signore 2012 produrre un film di fantascienza costa ¼ di quanto veniva a costare 30 anni fa. Nel 1982, computer e cinema avevano poco in comune. La stragrande maggioranza degli effetti speciali venivano fatti artigianalmente grazie a modellini in stop-motion, ma nonostante ciò un film esplorò nuovi territori con tecnologiche pionieristiche. Di lui, e di tutto quello a cui ha dato origine, torniamo a parlare oggi, per celebrarne degnamente il suo 30esimo anniversario e il fatto che me lo sono comprato in blue-ray ( che è bello una cifra. Sissì ). Tenendo ben presente che è anche una...