L’indipendenza della Lucasfilm Games e la seconda ondata