Tagged: comprare retrocomputer

2

Un ATARI 800XL mesmerizzato ti illude. Il team Nightfall gli salva definitivamente la vita

Eppure ti sembrava che ci fosse qualcosa di strano. Ma perchè? Del resto l’ultima volta era andato tutto nel verso giusto no? L’alimentatore del tuo Atari 800XL si era fritto e tu, con l’aiuto del piccolo grande mago dei videogames, te n’eri procurato un’altro che lo aveva sostituito alla grande. E VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI! Avevi pensato. Ma neanche per idea ciccio. Cosa ti credi? Qui siamo nella vita reale, mica asciughiamo gli scogli eh?! E infatti, dopo due giorni, l’occhio rosso di Ciro( così hai affettuosamente soprannominato il tuo Atari 800XL di provenienza partenopea) si era spento ancora....

0

All’inferno e ritorno: Il tuo ATARI 800XL risorge dal cimitero degli 8bit

E allora Ciro è passato oltre, ti guarda dall’alto del paradiso degli 8bit. Ci sei rimasto male, dì la verità. Lì per lì ti lasci travolgere dal melodramma e d’improvviso Mario Merola, con il tuo Atari 800XL stretto tra le braccia, ti si materializza davanti strillando frasi senza senso che non capiresti COMUNQUE dato che non parli il napoletano. Hai un breve capogiro, ma poi ti riprendi. Ciro! Ma come? Ecco appunto. “COME?” Spingi da parte Merola e ti aggrappi a quel residuo filo di logica che ti rimane. Finalmente realizzi che l’Atari è spento, non c’è corrente. L’ALIMENTATORE! pensi;...

1

E’ morto Ciro: Cronaca di un Atari 800XL fulminato

Dicevamo che finalmente hai il tuo Atari 800XL, che con lui è come se avessi guadagnato una ventina d’anni all’anagrafe. Sei riuscito a superare l’ostacolo più grande; tua moglie, più o meno inconsapevolmente, ti ha dato la sua benedizione. Che fare adesso? Apri la scatola con la stessa cura di un chirurgo che si cimenta in un trapianto di cornea, e lui è li che ti attende, ti guarda solitario, con la sola compagnia dell’alimentatore e di un cavo RGB per l’ingresso coassiale. […Sospiro…]

0

Quarant’anni, un ATARI 800XL in casa e la cena sul pianerottolo

Il pallino dei videogiochi ce l’hai sempre avuto fin dall’adolescenza. Tuo padre ancora ti maledice quando ripensa alle mensilità che gli hai sfilato per dissiparle con quelle diaboliche macchine che suonavano sempre la solita musichetta ebete da lui definita «il BIRO-BIRO dei mentecatti». Aggiungici anche che quando hai smesso di andare in sala giochi è stato semplicemente perché già stavi giocando a casa, con il tuo fumigante ATARI 800XL prima, e con l’AMIGA 600 poi, che ti regalarono tanti dei pochi momenti memorabili della vita da adolescente e, diciamocelo pure, anche da ometto. Poi tuo fratello invitò in casa il...