Tagged: fumetto

0

Scusate la polvere: Te lo ricordi Andrea Pazienza?

Nei giorni scorsi mi è stato fatto notare che sono abbastanza vecchio da ricordarmi chi sia Andrea Pazienza, ma non sono abbastanza giovane da apprezzare le ultime novità Manga. Voi ve lo ricordate ancora Andrea Pazienza? Ricordate quello che ha fatto? A me manca tantissimo. Era una fonte di emozioni. Vederlo disegnare era come assistere a uno spettacolo; sorprendevano la rapidità e l’incisività del segno, ma anche la capacità di passare dal dramma alla commedia nell’arco della stessa tavola. Il fumetto sta all’arte di Paz come il cemento sta a un grattacielo. In ogni piano di questo immenso grattacielo, Pazienza...

0

Grosso guaio a Chinatown: L’anteprima del fumetto

Già lo avevo segnalato sul blogghino qualche tempo fa, ma adesso che il fumetto sequel di “Grosso guaio a Chinatown” sta effettivamente arrivando, mi sento quasi emozionato come una sbarbina al concerto di Violetta. Quel simpatico guascone di un Jack Burton, al tempo impersonato da Kurt Russell e tutt’oggi disegnato ancora con quelle fattezze, sta tornando sulle autostrade d’America a bordo del suo sboronissimo Pork Chop Express, il tutto in versione fumettosa e sotto la supervisione di John Carpenter, il quale descrive il rapporto di lavoro con lo scrittore delle storie, Eric Powell, nella seguente maniera: « Eric lavora sodo,...

0

Liberate il Kraken! Arriva il sequel a fumetti di Grosso guaio a Chinatown

Cari “Corridori“. Vi piace se vi chiamo corridori? L’ho inventato io. Sareste voi 2 gatti spelacchiati che leggete Chi Non Corre È Perduto. Ebbene corridori, sappiate che nel 1986 “La Cina” fece un incidente all’incrocio con Jack Burton, un camionista interpretato da Kurt Russell che in uno dei più tamarri e incompresi film del maestro Carpenter, Grosso Guaio A Chinatown, faceva tappa proprio …uh…MA A CHINATOWN?! Jack rimaneva invischiato in un’antica profezia cinese, attirandosi addosso le nefaste attenzioni di un mago incredibilmente potente di nome Lo Pan. Quello che ne derivava era una commedia avventurosa dal ritmo svelto, piena di...

0

Battlestar Galactica Comics: le origini di Scorpion e il fatto che Katee Sackhoff ti piaccia un casino

Nel 1978, Glen A. Larson, sull’onda dello strepitoso successo che stavano ottenendo le Guerre Stellari di George Lucas al cinema, lanciò la sua ambiziosa saga spaziale intitolata “Battlestar Galactica”. Era un’epica storia di scontro di civiltà e battaglie per la sopravvivenza, piena di scazzottate e schiocchi fortissimi. Il prodotto non era male. Si, magari spesso tirato a risparmio riciclando ennemila volte le stesse scene, ma la qualità c’era tutta, tant’è che gli effetti speciali furono curati dagli stessi personaggi che fecero volare Luke nei canyon della Morte Nera, e ‘sta cosa, al buon Larson, gli costò una bella querela per...

4

Atari Force: La DC Comics e il fumetto ufficiale di Atari

Negli sfavillanti anni ’80 c’erano un sacco di fumetti su licenza che uno neanche se li aspettava. I due colossi della fumettocrazia, MARVEL e DC COMICS, si spartirono gli adattamenti fumettosi di tutto lo scibile ludico da cui poter ricavare vagonate di paperdollari. E siccome i videogiochi tiravano di brutto (perlomeno fino al 1983, via), perchè non mungere anche quella mucca? Perché non fare un fumetto Tie-in con i videogiochi? Oltre al già citato QUESTPROBE della MARVEL apparso di recente sul blogghino, anche la DC Comics decise di mangiarsi la sua fetta di torta, o perlomeno di accattarsi qualche salatino....

0

The Walking Dead season one: differenze rispetto al fumetto originale in versione bignami

Dunque, premetto che la prima serie del telefilm è di 6 episodi e verte sulle vicende svoltesi in Atlanta. Quest’arco narrativo si colloca esattamente nei primi 6 numeri del fumetto. Bene, voi direte: i 6 fumetti corrispondono ai 6 episodi! Ovviamente NO. La produzione è riuscita a discostarsi dalla trama originale e ad infarcire la torta di mele americana anche con questi miseri numeri. Vediamo le differenze: 1) Morgan Jones e suo figlio Duane, i vicini di casa di Rick, sono asserragliati in casa e ci vogliono rimanere. È solo Rick quello che vuole raggiungere a tutti i costi Atlanta....