Tagged: george lucas

0

John Williams : Le 12 migliori colonne sonore da ascoltare prima di liberare il virus T

L’ 8 febbraio del prossimo anno il leggendario compositore John Williams compirà 87 anni. Williams non è un musicista qualsiasi, ha scritto moltissime colonne sonore per film che sono entrati di prepotenza nella storia del cinema degli ultimi 40 anni, ed è stato nominato per il premio Oscar giusto quest’anno, musicando quella bellissima ciofeca che è Star Wars: Gli Ultimi Jedi. Williams, che ad oggi ha già vinto cinque premi Oscar per la miglior colonna sonora, detiene anche il record di compositore più nominato nella storia dalla Accademy Awards con ben 51 nominations. Insomma, non è esattamente l’ultimo arrivato e...

0

Le migliori conversioni cinematografiche per Atari 2600

Ci sono molte cose che si possono sbagliare quando si crea un videogioco. E molti modi per poterle sbagliare. C’è però un solo modo per sbagliarle tutte quante insieme nel peggior modo possibile. E quel modo, non ve lo sto neanche a dire, è E.T. di Atari. Milioni di tastiere sono state già abbastanza martoriate per descrivere questo increscioso avvenimento, il quale, nella memoria collettiva dell’atariano medio, è diventato sinonimo di disincanto e forse a maggior ragione, frustrazione. Quello stesso tipo di frustrazione che si prova quando qualcuno parcheggia davanti all’ingresso del garage e tu sai benissimo che se anche chiamassi i...

0

I’m flying SOLO feat. Richie Cunningham: la rece di SOLO: A Star Wars Story

Aaah, la Disney. Con Rogue One ci ha regalato un bel film con un nuovo cast di nuovi eroi (poi li ha seccati tutti, uno alla volta, come in un dannato film della Marvel coi Vendicatori infiniti), adesso ci regala il primo spinoff di Star Wars che si concentra su un personaggio della trilogia originale. E non è uno Skywalker come Luke, Leia, o Darth Fener, ma piuttosto l’adorabile mascalzone Han Solo. Noi grandicelli, che sappiamo come funzionano le cose nell’universo di Star Wars ( o funzionavano? boh? ) ne siamo estremamente felici perché in qualche modo Lucasfilm riesce a...

0

Gli effetti di Indiana Jones su Indiana Jones : Le avventure del giovane Indiana Jones

Le premesse per scrivere un pezzo su Le Avventure Del Giovane Indiana Jones sono stronzissime e a doppio taglio. Fondamentalmente, sfruttare la ridondanza del nome INDIANA JONES ripetuto tantissime volte per meglio scalare l’indicizzazione di google ( sarà dura, lo so, ma ho voluto provare lo stesso), e la curiosità di sapere la vostra opinione sulla serie televisiva direttamente ispirata alle avventure di un personaggio iconico come Indiana Jones. Ora, se da una parte posso incastonare questa gemma nella mia geniale rubrica “Gli effetti di laqualunque sulla gente“: dall’altra devo comunque sforzarmi di riguardarmela perché, obiettivamente, non mi ha lasciato...

0

I Cugini Del Terribile E5 S2 TEASER – Vacanze su Scarif

  Fino a quattro/cinque anni fa, George Lucas era Dio. Era quello che aveva fatto la trilogia originale di Guerre Stellari (e dico Guerre Stellari proprio per sottolineare il fatto che sono un vecchio di merda), era quello che c’aveva riprovato con la trilogia prequel inimicandosi il 98% della popolazione mondiale ( e lo dico perchè io, tutto sommato, potrei anche stare nel restante 2% e suicidarmi socialmente), era quello sempre con le mani in pasta negli effetti speciali uber-belli e nei giochi della LucasArts, belli anche quelli. Soprattutto era l’artefice di qualcosa che, bene o male, piaceva a tutto...

0

Super 8 : Ti amo Steven. Pedissequamente tuo. J.J.Abrams

Sono stato un fanatico di LOST, almeno per le prime due stagioni ci ho creduto fortissimamente. Dalla terza stagione in poi ho cominciato a passare le mie notti cercando di convincermi che quel dato episodio, così piatto e inutile, doveva sicuramente avere un qualche grande significato che a me, apparentemente, sfuggiva. Quando si ha un cuore fedele si deve essere disposti a ignorare le sbavature che la mente senziente non perdona. Mi dicevo: a volte è necessario guardare le cose nella loro interezza per poter giudicare un disegno più ampio. A volte è necessaria la negazione per giungere al perdono....

2

No grazie George, a posto cosi’ : STAR WARS – L’Avventura Degli Ewoks

Nel rivolgermi alla giuria, voglio iniziare la mia arringa dicendo che George Lucas ha sfruttato in molti modi, anche vergognosi, il marchio di Star Wars. In questa sede non siamo a dibattere se abbia fatto bene o abbia fatto male, signori giurati. Siamo qui per entrare NEL MERITO. Per capire le radici del male, e se è di male che dobbiamo parlare. Dunque, spero che la corte sia d’accordo con me quando asserisco che il punto più basso raggiunto dalla saga sia sicuramente quello STAR WARS HOLIDAY SPECIAL di cui tutti i fan amano dimenticarsi, su questo non ci piove,...

0

Lucasfilm Games POST (Mortem) : Quando nel 1986 George Lucas si disinteresso’ di tutto

Cari corridori, dopo aver esaminato quello che Lucasfilm aveva fatto con Atari, e dopo aver molto apprezzato quello che aveva iniziato a fare da sola, mi sembrava giusto procedere su questa linea e mostrarvi cosa stava organizzando durante quei febbrili giorni del suo futuro passato. Vi aspetta un viaggio davvero memorabile, lo sapete? Un trip attraverso l’evoluzione di una divisione giochi dove tutti quelli che ci lavoravano dentro, ripeto, TUTTI quelli che ci lavoravano dentro, avevano una visione originale e insolitamente condivisa di cosa dovesse essere un videogioco. Non un passatempo per occupare i momenti liberi, bensì qualcosa da ricordare...

6

STAR WARS 7 teaser trailer : mi tremano le mani

Uno Stormtrooper negro, palloni da spiaggia con monocolo, altri stormtrooper però cazzuti, una tipa che cavalca un frigobar, X-WING fighissimi che alzano gli spruzzi, un tizio incappucciato con la spada laser più autolesionistica dell’universo, il MILLENNIUM FALCON che lascia le scie come la nuova Enterprise, FANFARE. Tutto questo è il nuovo teaser trailer di Star Wars VII : Il Risveglio della Forza. Voi cosa ne pensate?

4

Stasera ribollita: WILLOW. Il film, la recensione, il videogioco, i nani

I rischi veri li corri da adulto, quando vai a vedere quei film di cui tanto hai sentito parlare da pischello, e che per un motivo o per un altro non hai mai trovato il tempo o l’occasione di visionare. Io l’ho fatto per Willow, dopo che Ste84, uno dei pochi commentatori del blogghino, me l’ha consigliato vivamente spingendomi a colmare questa grave lacuna Lucasiana. Così mi sono procurato il film e ci sono arrivato con molta curiosità, inquietudine, l’immaginario pregno di quell’ammucchiata di nani che è stato LO HOBBIT, e di quell’interracial weirdo che era HOWARD E IL DESTINO...

4

Piu’ brutto era difficile: Howard e il destino del mondo. Il primo, scarso, cinecomics Marvel

Mentirei se dicessi che NON mi sono ricordato di questo film dopo i titoli di coda de “I Guardiani della Galassia”. D’altronde sul net è stata spoilerata la scena post-crediti, e allora? Cosa dovevo fare? Fingere di non vederla? Beh, per chi non l’avesse ancora fatto, non sarò certo io a raccontargliela. Dirò soltanto che a un certo punto compare questo personaggino Marvel direttamente dai tempi delle felpe Fiorucci, e al momento è tutto un parlare di un possibile reboot filmico, ché l’Impero del Male Disney ha speso il fantamiliardo di Zio Paperone per comprarsi la Lucasfilm e ora deve...

0

La colonna sonora di FULL THROTTLE: I GONE JACKALS ti scoperchiavano la 2 cavalli

Come faceva a non piacerti “FULL THROTTLE” quando era il 1995 e avevi 23 anni? Moto truccatissime, gente borchiata che si borchiava con le catene, ragazze belle e misteriose che manipolavano uomini e carburatori con la stessa scioltezza, e poi una colonna sonora spaccaculi di quelle che ti facevano venire voglia di farti un tatuaggio grossissimo sulla schiena con su scritto “Morte ai pedoni“. Era impossibile che non apprezzassi quell’ultima avventura Lucasarts fatta con il magico tocco di Tim Schafer, e infatti ti piacque veramente tanto, così tanto che collegasti il PC all’impianto stereo e ti registrasti la colonna sonora...

1

Piramide di Paura: Quando Chris Columbus e Steven Spielberg andavano a braccetto, e J.K. Rowling li adorava

Dice: ma alla fine vai a pescare sempre negli anni ’80. Certo che ci vado a pescare! Praticamente in UN DECENNIO è accaduto di tutto e di più. Musica, cinema, moda, tecnologia; TUTTO ebbe uno sviluppo esponenziale e i destinatari di quella gran massa di roba, più o meno scandalosamente tamarra, eravamo noi. Noi chi? Noi che al tempo eravamo adolescenti. Noi che avevamo i cervellini spugnosi pronti ad assorbire qualsiasi cosa ci venisse propinata e chiedevamo anche di averne ancora(grazie signore, posso averne un altro?). Si entrava al cinema e ne uscivamo stravolti, ché manco una sparaflashata dei Men...

0

Star Wars: John Williams, la Cantina Band e tutto quello che e’ successo dopo

La taverna di Mos Eisley era un posto bellissimo dove ci potevi trovare i ceffi più improbabili dell’universo. Solo col tempo hai capito che c’era una taverna di Mos in tutte le piccole città della provincia italiana. In particolare nel quartiere dove stavi crescendo c’erano almeno 3 posti come quello. Ma proprio uguali-uguali eh?! L’unica cosa che mancava veramente era il gruppetto che suonava in sottofondo, magari non necessariamente con le teste a forma di culo sudato, ma una bella musichetta come quella che suonavano loro avrebbe rallegrato egregiamente la giornata a tutte le strane creature presenti. Soprattutto durante le...

0

Meco Monardo e la colonna sonora di Guerre Stellari: Obi-Wan portava i pantaloni a zampa d’elefante

Io sono uno di quelli che da piccolo lo portarono a vedere “Guerre Stellari” e siccome avevo 6 anni ne rimasi rapito per i successivi 3, tempo durante il quale contai i giorni all’uscita del fantomatico sequel. Quando finalmente fu il gran momento e depositai il mio giovane popò in sala per ammirarlo, mi ritrovai a scoprire che quello non era il secondo film della saga ma bensì l’episodio V. Va bene, OK. Io ne aveva già visto uno ma i precedenti 3 che fine avevano fatto? Non me ne interessai più di tanto perchè poi arrivarono i cammelloni meccanici...

0

Pessimismo e fastidio: Disney chiude LucasArts

disney lucasart Che l’impero avesse vinto lo avevo già annunciato da un po’ di tempo, ma che avviasse anche la pulizia etnica, quello proprio no. C’è poco da ridere, questo è un altro mito che morde la polvere. Lasciatemi metabolizzare il lutto qui, da solo in mezzo al cimitero dei dinosauri, e poi qualcosa dirò…forse.  Piangiamo.