Le Nebbie di Silvio Dona’: Gli stronzissimi vecchietti sono lontani anni luce