Tagged: Prince

0

Prince Alter Ego : una storia di romanticismo e di nerchia

Bittorrent mi ha fulgidamente dimostrato che c’è un Dio giusto e benevolo. Lo so perché venerdì scorso mi sono ritrovato a fissare il file compresso contenente “Prince : Alter Ego”, il fumetto del 1991 che ha come protagonista il principe di Minneapolis. Erano 4 mesi che stava in coda. La rievocazione di un dio egiziano comprendente un sacrificio umano mi avrebbe preso meno tempo. Quando ho capito che era arrivato è stato bello, tra un po’ piango. Prince era un artista iper prolifico e intelligente, stuzzicante e sexy, era nato così e così è rimasto fino al momento della sua...

0

Mi piacevano le cose colorate : Raspberry Beret di Prince e le cose che non sapevi

Al giorno d’oggi la fenomenologia del tamarro  funziona così: se una cosa è di moda, il tamarro la fa sua estremizzandola a dei livelli talmente assurdi da fargli fare il giro e renderla ancor più di moda. Negli anni ’80 NO, non funzionava così. Negli anni ’80 i tamarri erano direttamente la moda. Si conciavano, si truccavano, salivano sul palco con le pettinature da donna per fare i concerti e si mettevano dei vestiti che disarmavano il pubblico, lasciandolo sospeso in stasi tra imbarazzo e genuina invida. Uno di questi tamarrazzi era proprio il signorino qui di fianco, Prince Roger...

2

Il nono comandamento: Tutte le fighissime donne di Prince negli anni ’80

Dopo quello sulle maggiorate degli anni ’80, ecco un altro post pregno di cultura per l’antro del vecchio sporcaccione. Perché la cultura è importante, sappiatelo, e io di cultura ve ne do tanta. Ve ne do a BADILATE. All’insegna del gossip più becero ho deciso di scrivere due righe sui flirt di quello che è, e resta ancora, uno dei miei musicisti preferiti: PRINCE. A dire la verità mi vergogno un po’ di me stesso perché sono consapevole che il principe di Minneapolis, durante la sua carriera, ha avuto dei momenti musicalmente discutibili. Però una cosa va detta: ha sempre...

0

Two is megl che One: Il Batman di Tim Burton e le sue due colonne sonore

Il primo film di Batman te lo ricordi bene, se non altro per quella massiccia campagna pubblicitaria che ne precedette l’uscita. Tutti quegli adesivi del logo che la gente appiccicava alle macchine e ai motorini. Tutte quelle magliette nere con il logo davanti, inizialmente distribuite gratuitamente sulla spiaggia e poi diventate un vero e proprio capo di tendenza, ché tipo se non ce l’avevi eri un cialtrone figlio della schifosa. Tutti quegli annunci sparati alla radio e alla TV. IL DIRIGIBILE con il simbolo di Batman che galleggiava placido nel cielo estivo. Insomma, nel 1989 l’hype si poteva misurare solo...