Tagged: Steven Spielberg

0

John Williams : Le 12 migliori colonne sonore da ascoltare prima di liberare il virus T

L’ 8 febbraio del prossimo anno il leggendario compositore John Williams compirà 87 anni. Williams non è un musicista qualsiasi, ha scritto moltissime colonne sonore per film che sono entrati di prepotenza nella storia del cinema degli ultimi 40 anni, ed è stato nominato per il premio Oscar giusto quest’anno, musicando quella bellissima ciofeca che è Star Wars: Gli Ultimi Jedi. Williams, che ad oggi ha già vinto cinque premi Oscar per la miglior colonna sonora, detiene anche il record di compositore più nominato nella storia dalla Accademy Awards con ben 51 nominations. Insomma, non è esattamente l’ultimo arrivato e...

0

Le migliori conversioni cinematografiche per Atari 2600

Ci sono molte cose che si possono sbagliare quando si crea un videogioco. E molti modi per poterle sbagliare. C’è però un solo modo per sbagliarle tutte quante insieme nel peggior modo possibile. E quel modo, non ve lo sto neanche a dire, è E.T. di Atari. Milioni di tastiere sono state già abbastanza martoriate per descrivere questo increscioso avvenimento, il quale, nella memoria collettiva dell’atariano medio, è diventato sinonimo di disincanto e forse a maggior ragione, frustrazione. Quello stesso tipo di frustrazione che si prova quando qualcuno parcheggia davanti all’ingresso del garage e tu sai benissimo che se anche chiamassi i...

2

Ridendo e scherzando si digeriscono i cattivi : Salto Nel Buio

Salto Nel Buio è un film di Joe Dante, e Joe Dante  è uno di quei registi da incolpare quando, parlando dei film che passavano al cinema durante la loro infanzia, i cresciuti negli anni ’80 non riescono mai a starsene zitti. Il nome di Joe Dante non è così famoso, non è altisonante come quello di Steven Spielberg o George Lucas, ma nonostante tutto riesce a farsi ricordare per un pugno di altalenanti pellicole che hanno pressofuso mnemonicamente le sinapsi di una generazione e, insomma, anche se tra poggi e buche, Joe Dante è riuscito a definirsi una bella...

3

Non si esce vivi dagli anni ’80 : La rece senza spoiler di Ready Player One

Credo si possa tranquillamente dire che ultimamente (gli ultimi 10 anni) Spielberg abbia un po’ perso lo smalto. The Post sarà stato pure bello, sarà stato pure nominato per sacco di premi Oscar, ma a noi regaz non è che ci abbia esaltato più di tanto. Il Grande Gigante Gentile avrebbe dovuto essere magico e straziante, ma invece è stato lungo e noioso. Tintin era… Boh? Com’era Tintin? Io ancora non l’ho capito. Lincoln urlava “AMERICAAA” da lontano un chilometro. War Horse era melenso, e non voglio parlare di Indiana Jones E Il Regno Del Teschio Di Cristallo perché tutti...

4

Mostrologia di Natale : I GREMLINS

Lo devo ammettere: i Mogwai sono sempre stati i pupazzetti che mi hanno affascinato di più nella storia del cinema. A livello di design erano una scommessa mica da ridere: una razza di piccole creature pelose simili a roditori, simili a koala, simili a primati, con grandi orecchie e tre dita tozze a mani e piedi. Il risultato fu eccellente, tanto più che, se mangiavano dopo mezzanotte, potevano anche mutare forma e trasformarsi nei temutissimi Gremlins! Dal punto di vista estetico non c’erano cazzi, e i Gremlins sono stati uno dei più grossi successi di tutti i tempi. Il cinema...

0

Gli effetti di Indiana Jones su Indiana Jones : Le avventure del giovane Indiana Jones

Le premesse per scrivere un pezzo su Le Avventure Del Giovane Indiana Jones sono stronzissime e a doppio taglio. Fondamentalmente, sfruttare la ridondanza del nome INDIANA JONES ripetuto tantissime volte per meglio scalare l’indicizzazione di google ( sarà dura, lo so, ma ho voluto provare lo stesso), e la curiosità di sapere la vostra opinione sulla serie televisiva direttamente ispirata alle avventure di un personaggio iconico come Indiana Jones. Ora, se da una parte posso incastonare questa gemma nella mia geniale rubrica “Gli effetti di laqualunque sulla gente“: dall’altra devo comunque sforzarmi di riguardarmela perché, obiettivamente, non mi ha lasciato...

0

Gli effetti di Indiana Jones sulla gente : I predatori dell’idolo d’oro

Indiana Jones è forse l’unico al mondo di cui mi fido. L’ho ammirato quando mi ha mostrato l’India che i turisti non vedevano, cioè, nel senso che non la vedevano perchè non esisteva proprio, piena di religioni violente e dee Kalì incazzate in quella maniera. L’ho invidiato quando si è fatto chilometri in caduta libera a bordo di un canotto e stipato dentro a un frigorifero. L’ho odiato quando ha messo al mondo un figlio come Shia Lebeouf. Insomma, Indiana Jones è uno giusto, uno di quelli di cui ci si può fidare. Nel 1982 eravamo in tanti a pensarla...

5

Stranger Things : tu giri adesso con le tette al vento, io ci giravo gia’ trent’anni fa

Un conto è impostare una serie televisiva negli anni ’80; tutt’altra cosa, però, è convincere lo spettatore che sia veramente ambientata nell’era di Reagan e del cubo di Rubik. Stranger Things, la nuova serie Netflix dei fratelli Duffer, è così piena di nostalgia e dei prodotti pop-culturali di quel decennio che dopo averla vista viene voglia di comprarsi le Nike Bruin, ma è anche straordinariamente rigorosa nel curare i dettagli, sia che si tratti di spunti musicali dall’intonazione perfetta, sia che si tratti di inquadrature chiaramente ispirate ai must-see degli eighty, o più semplicemente facendoci riconoscere lo stesso tipo di...

0

Super 8 : Ti amo Steven. Pedissequamente tuo. J.J.Abrams

Sono stato un fanatico di LOST, almeno per le prime due stagioni ci ho creduto fortissimamente. Dalla terza stagione in poi ho cominciato a passare le mie notti cercando di convincermi che quel dato episodio, così piatto e inutile, doveva sicuramente avere un qualche grande significato che a me, apparentemente, sfuggiva. Quando si ha un cuore fedele si deve essere disposti a ignorare le sbavature che la mente senziente non perdona. Mi dicevo: a volte è necessario guardare le cose nella loro interezza per poter giudicare un disegno più ampio. A volte è necessaria la negazione per giungere al perdono....

0

Explorers: come ti mando in orbita con un Apple IIc

Vedete corridori, Explorers è uno dei tanti film di fantascienza prodotti nel decennio ’80. Io al tempo non l’avevo visto, e siccome mi dicono che in quanto a brufolo-figaggine facesse il paio con Navigator (che non ho visto neanche quello, tra l’altro) ho lanciato un sondaggio nella redazione di RGM su quale dei due fosse il più meritevole. Quando la polvere si è depositata e le radiazioni sono scese sotto il livello di guardia, i superstiti si sono contati ed è venuto fuori che il vincitore era Explorers. Allora che dovevo fare? Ho fatto galoppare il mulo e me lo...

0

Banana album: Le bellissime foto dal backstage dei Goonies

Cosa rimane da dire riguardo a “The Goonies” che mille altri non abbiano già detto? Cosa rimane da ricordare dopo averlo visto uno STROMBOLIONE di volte, aver giocato ai videogiochi a lui ispirati, aver ballato al ritmo della sua colonna sonora? È stato un film che ha segnato una generazione, un film dove i protagonisti avevano l’età degli spettatori e vivevano un’avventura spericolata piena di trappole esplosive e criminali senza scrupoli alla ricerca del leggendario tesoro del pirata Willy l’orbo. I brufolosi come me non potevano che rimanere incantati davanti a cotale magnificenza. E chi mai poteva non rimanerci? Era...

1

Piramide di Paura: Quando Chris Columbus e Steven Spielberg andavano a braccetto, e J.K. Rowling li adorava

Dice: ma alla fine vai a pescare sempre negli anni ’80. Certo che ci vado a pescare! Praticamente in UN DECENNIO è accaduto di tutto e di più. Musica, cinema, moda, tecnologia; TUTTO ebbe uno sviluppo esponenziale e i destinatari di quella gran massa di roba, più o meno scandalosamente tamarra, eravamo noi. Noi chi? Noi che al tempo eravamo adolescenti. Noi che avevamo i cervellini spugnosi pronti ad assorbire qualsiasi cosa ci venisse propinata e chiedevamo anche di averne ancora(grazie signore, posso averne un altro?). Si entrava al cinema e ne uscivamo stravolti, ché manco una sparaflashata dei Men...

6

The Goonies ‘r’ Good Enought : Un videoclip SPETTACOLARE, la WWF e Cyndi Lauper nella Rock’n’Wrestling Connection

Gli Incredibili anni ’80 sono stati un gran momento per essere ragazzini. Accaddero tante cose in quel decennio e non ci sono abbastanza parole per descrivere gli sconvolgenti effetti che ebbe il film “The Goonies” sui giovani imberbi (e ancora implumi) come lo ero io all’epoca. Non ci sono abbastanza parole dicevo, anche perché sono già state usate tutte dagli altri. Provate a guglare il titolo del film e vedrete che saltano fuori tipo UNO ZILLIONE di articoli tributo. Quello che invece nessuno ha ancora fatto è ricordarsi della sua colonna sonora, di quella ” The Goonies ‘r’ Good Enough ” dal...