The Walking Dead S3: R.I.P. T-Dog

TEMPO DI LETTURA: < 1 minuto

The Walking Dead S3.

the walking dead s3

Muore un pilastro

Cioé, come sarebbe a dire? Ieri sera riesco finalmente a vedere il terzo episodio di The Walking Dead S3 e scopro che mi sono morti due PILASTRI della serie.
Cioé, non uno. DUE! E in un botto solo!
E ora? No dico. E ORA? Vada pure per Lori, che era un dirompente testicolare pluriattivo sia nel corso del fumetto che durante le due stagioni del telefilm, ma T-DOG? Come faccio io senza T-Dog?
Il personaggio utile al corso degli eventi quanto un pettine senza denti per un uomo senza capelli.
Oltretutto se n’è andato con onore. Non me lo sarei mai aspettato. Ha espresso un concetto all’inizio e…TRAH! L’ha morso lo zombie. Le due cose DEVONO avere per forza un collegamento. Tipo vedi Napoli e poi MUORI.
Mentre penso che senza di lui questa stagione non potrebbe avere più senso, piango le mie lacrime amare senza nessuno che mi consoli.
Ma aspetta un attimo! Che vedo? Meno male c’è Rick piangiolento a fine puntata che mi restituisce il buonumore.

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *