The Walking Dead S4: Pensavo fosse Saigon e invece era Disneyland

202px-Poster_miniUna prigione zeppa di gente confusa. Il Governatore ancora in circolazione là fuori, da qualche parte a tramare nell’ombra, mentre nel fumetto stava già nel profondo dell’Ade a rosolare sul barbecue. Zombie affamati ovunque, che premono contro i recinti, abbattono le porte e te li ritrovi da tutte le parti.
Eh sì. Ti saresti immaginato un inizio bomba, e invece questa prima puntata della quarta stagione della tua serie horror preferita degli ultimi 150 anni è partita all’insegna dei sacrificabili.
Sono lontani i giorni in cui te la ridevi con T-Dog e ti esaltavi col Merlone. Adesso ti devi accontentare di una prigione zeppa di persone con l’appeal e il carisma di una sbarra del telepass, e i risultati si vedono.
In questo esordio televisivo, salvo il colpo di scena finale, non accade fondamentalmente niente. Ritroviamo il nostro beneamato Rick Grimes col barbone e quel suo sguardo da bracco bastonato che è rimasto chiuso fuori casa. È stanco, demotivato, non vuole più neanche tenere la pistola in mano, e come da copione il nuovo show-runner Scott M. Gimple gli manda contro SAMARA di “The Ring”, tanto per ricordargli che andarsene in giro per boschi senza un’arma in un mondo dove gli zombi surclassano i vivi in una proporzione di 5000 a 1, magari, dico MAGARI, non è una cosa molto salutare da fare.

Samara

Samara

Sull’altro fronte, una spedizione capeggiata da Daryl si infila in un supermercato-trappolone dove ovviamente il personaggio di Zack-sacrificabile perderà la vita. La dipartita di Zack-sacrificabile scuoterà le fondamenta della serie, tantoché la sua fidanzatina gli dedicherà un buon 2 barra 3 secondi di cordoglio prima di gettarsi tra le braccia di Daryl e dire una cosa tipo: oh, prima o poi si muore tutti eh?! Cosa possiamo farci? Boh? A questo punto consiglierei alla signorina di SEGNARSELO, tanto per non dimenticare che la cosa vale anche per lei.
Il piccolo Terminator Carl invece ci viene proposto in una versione più tranquilla e, tutto sommato, più umana. Si fa amico Patrick-sacrificabile la cui faccia ti rammenta tanto quella di Groucho Marx ma senza baffi e sigaro.

tumblr_muo9348r9Y1rei97eo1_250

Groucho! Dammi la pistola!

E che ti ricorda tanto il sostituto di Stuart nella fumetteria di Big Bang Theory…

250px-DaledalePurtroppo gli attori si somigliano soltanto e la cosa ti dispiace assai perché, nel boschetto della tua fantasia, il destino di Patrick-sacrificabile sarebbe stato in qualche modo condiviso anche dal sostituto di Stuart.

tumblr_muo3oe4C9N1r7wse8o10_250

ops…

In ogni caso, a ‘sto giro poche emozioni e molta narcollessia.
Aspetto con ansia Abraham & Co.

2633318-the_walking_dead__53__2008_

Simone Guidi

Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva su un cargo battente bandiera liberiana e si installa nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con falliti, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi e nuovi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *